Nexus Studio

Nexus Studio

Descrizione

Laboratorio di arti sceniche che realizza corsi di teatro per adulti e bambini suddivisi per livello e fasce d'età, laboratori teatrali e coreografici

Vuoi parlare del corso con un consulente?

Corsi consigliati

Acting Connection Nexus Studio

...A tutti coloro che fanno del teatro la loro passione e la loro professione, a chi vuole migliorarsi, a che vuole acquisire professionalità e preparazione...

  • Corso
  • Firenze
  • 30 ore di lezione
Aggiungi al comparatore
Leggi tutto

200 
+IVA

Professori

Daniele Favilli
Daniele Favilli
Insegnante

Daniele Favilli, fiorentino, inizia i suoi studi con Orazio Costa Giovangigli, li prosegue all'Accademia di Arte Drammatica "S. D'Amico" di Roma. Tra i suoi maestri Ilza Prestinari, ex allieva di Lee Strasberg e Marcel Marceau, Jack Heller, membro dell'Actors' Studio di Los Angeles, e Olympia Dukakis, attrice Premio Oscar. Conosciuto per essere Federico Reali nella soap “Un Posto al Sole”, vanta una carriera internazionale. Oggi vive a Los Angeles dove ha studiato con Gloria Gifford e Ivana Chubbuck, autrice di “The Power of the Actor” e acting coach di Brad Pitt e Charlize Theron

Storia

Il Nexus Studio nasce nel 2003, da un’idea di Gisella Marilli, come scuola di danza e teatro per ragazzi e adulti, vive negli spazi di una ex falegnameria, e porta avanti lo spirito di lavoro e creatività di matrice artigianale attraverso la sua identità di laboratorio di attività sceniche. Raccogliendo l’eredità produttiva e geniale del luogo, il Nexus ha implementato tutta una serie di connessioni e legami attraverso attività molteplici, persone e culture che uniscono danza e teatro.
Ad affiancare Gisella Marilli, direttore artistico, è Giada Medicheschi.
Il Nexus Studio ha abbracciato pienamente, sancendo un solido e importante legame con le Amministrazioni Pubbliche, l’idea di portare il teatro nelle scuole e fa parte già da alcuni anni di numerosi progetti in collaborazione con istituti pubblici del territorio fiorentino.

Vocazione importante del Nexus Studio è quella di essere spazio scenico: riallacciandosi al carattere originario del luogo, l’essere un laboratorio artigianale, operativo e attivo, e concretizzando la mission del proprio nome, legame-connessione-collegamento, vuole essere officina di produzioni e spettacoli, mettendosi a disposizione come laboratorio e come teatro.
Ha ospitato numerose produzioni teatrali, permettendo alle loro realtà di interagire con la proprio identità: “Livia” di Silvia Paoli
“Tecnofuochismi” di Elena “Nenè” Barini
“Quattro bombe in tasca” di Marcello Sbigoli
“La polvere nei sogni” Compagnia Controverso, con la produzione dello Zauberteatro
“L’amore ai tempi del giudizio universale” di Francesco Mancino
“Il peso dell’aria” di Marcello Sbigoli e Patrizia Ficini, con la regia di Marco Predieri
“Volevo solo parlare con qualcuno” della compagnia Giardini dell’Arte

I vantaggi di studiare qui

Il lavoro formativo del Nexus Studio relativamente al teatro è rivolto in prevalenza ai ragazzi di età scolare, con lezioni e corsi annuali per fasce d’età, attraverso una diversificazione dell’approccio formativo e della difficoltà dei lavori da realizzare.
Alle attività istituzionali si affiancano stage con insegnanti esterni, attori ospiti del laboratorio, come Daniele Favilli e Alessandro Riccio, che permettono a ragazzi e adulti di approfondire e perfezionare aspetti di quest’arte.

Vocazione importante del Nexus Studio è quella di essere spazio scenico: riallacciandosi al carattere originario del luogo, l’essere un laboratorio artigianale, operativo e attivo, e concretizzando la mission del proprio nome, legame-connessione-collegamento, vuole essere officina di produzioni e spettacoli, mettendosi a disposizione come laboratorio e come teatro.
Ha ospitato numerose produzioni teatrali, permettendo alle loro realtà di interagire con la proprio identità: “Livia” di Silvia Paoli
“Tecnofuochismi” di Elena “Nenè” Barini
“Quattro bombe in tasca” di Marcello Sbigoli
“La polvere nei sogni” Compagnia Controverso, con la produzione dello Zauberteatro
“L’amore ai tempi del giudizio universale” di Francesco Mancino
“Il peso dell’aria” di Marcello Sbigoli e Patrizia Ficini, con la regia di Marco Predieri
“Volevo solo parlare con qualcuno” della compagnia Giardini dell’Arte

Argomenti in cui è specializzato