2° Corso Internazionale di Musica Antica “ Ottaviano Alberti “

Associazione Culturale Incontri Mediterranei
In aula

200 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • 40 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L’obiettivo che ci si propone consiste nell’approfondimento delle prassi esecutive relative ad ogni periodo storico. Sono previste al mattino lezioni individuali per ogni strumento e nel pomeriggio laboratori di musica d’insieme.
Rivolto a: Il corso è dedicato a cantanti e strumentisti interessati al repertorio del ‘500, ‘600, ‘700 e primo ‘800.

Informazione importanti

Domande più frequenti

· Requisiti

Sono ammessi allievi di tutti i livelli anche se non in possesso di uno strumento originale.

Programma

2° CORSO INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICA
“ OTTAVIANO ALBERTI “
ORTE, 3 – 8 SETTEMBRE 2007


Il corso è dedicato a cantanti e strumentisti interessati al repertorio del ‘500, ‘600, ‘700 e primo ‘800, tenendo presente che l’obiettivo che ci si propone consiste nell’approfondimento delle prassi esecutive relative ad ogni periodo storico.
Sono ammessi allievi di tutti i livelli anche se non in possesso di uno strumento originale.
Sono previste al mattino lezioni individuali per ogni strumento e nel pomeriggio laboratori di musica d’insieme.
OTTAVIANO ALBERTI

All'inizio della seconda metà del cinquecento entrano a far parte della Cappella Sistina alcuni musicisti ortani tra cui un suonatore di cornetto, il sopranista Vincenzo, più volte poi maestro di cappella ad Orte e infine un rampollo della famiglia Alberti, Ottaviano, basso di grande valore, che terminerà la sua carriera presso la cappella del Duca di Baviera guidata allora da Orlando di Lasso.

Nel secondo volume della "Fabbrica Ortana" Lando Leoncini a pag. 322 e seguenti, riferendo di un banchetto dato in Roma, cui partecipava il letterato ortano Joanni Bernardino Capitano così annota: "tirava innanzi il detto appresso l'illustrissimo Sig. Cardinale di Trento et Madrutio oltre le sue belle lettere e buoni costumi, un suo zio che stava alla Corte del Serenissimo Duca di Baviera ove poi è morto, chiamato messer Ottaviano Alberti che era musico et era il primo basso del mondo che detto Serenissimo Duca lo levò dalla cappella di Nostro Signore nel Vaticano per persona singolare e segnalata et rara nella sua professione, ne alcuno si è mai trovato di sì gran basso che quando cantava pareva un Trono che venisse dal cielo.
Andato a Baviera più et più volte ritornato in questi nostri paesi ove anco menò sua matre et venuta a Nostro Signore più volte per ordine di Sua Altezza finalmente morse presente il Rev.do messer Fabritio Niccio clerico di Orta, clerico beneficiato di S. Pietro di Roma, quale fu in Baviera con Ill.mo et Rev.mo Sig. Cardinale Madruccio, sendo suo familiare, nella quale città di Baviera esso Messer Ottaviano si accasò et prese moglie et ci ha lassato di sé successione".

I CORSI

CANTO (Docente GLORIA BANDITELLI)

Il corso è aperto a tutti i cantanti interessati al repertorio del ‘600 e ‘700, in particolare al recitar cantando e al manierismo.
I brani su cui si lavorerà (sempre ben preparati dai corsisti) sono a libera scelta. Si presterà particolare attenzione agli autori della “seconda prattica” come Caccini e Monteverdi.
Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo.

FLAUTO (Docente LAURA PONTECORVO)

Il corso è rivolto ai flautisti interessati alla pratica dello strumento barocco e classico, sia di livello iniziale sia di livello avanzato. E’ prevista anche la partecipazione di flautisti interessati al repertorio del XVIII sec. anche se non provvisti dello strumento antico. Sarà comunque possibile avere un primo approccio con il tra versiere, utilizzando quello messo a disposizione dal docente.
La scelta del repertorio è totalmente libera, ma si consiglia la preparazione di brani settecenteschi in diversi stili. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo.

LIUTO (Docente EVANGELINA MASCARDI)

Il corso è rivolto a tutti gli strumentisti interessati al repertorio del ‘500, ‘600, ‘700 fino al primo ’800 per liuto, chitarra, tiorba, vihuela e arciliuto.
Sono ammessi anche strumentisti non provvisti dello strumento antico. La scelta del repertorio è libera e si lavorerà in particolare sul repertorio solistico, da camera e basso continuo.
Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo.

VIOLINO (Docente RICCARDO MINASI)

Il corso è aperto ai violinisti sia provvisti di uno strumento antico sia moderno, interessati al repertorio dal primo ‘600 fino al primo ‘800.
Si lavorerà in particolare sul repertorio italiano: diminuzioni, abbellimenti, arcate e prassi esecutiva dell’epoca. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo.

VIOLONCELLO (Docente ANDREA FOSSÁ)

Il corso è rivolto a tutti i violoncellisti interessati al repertorio per violoncello solo e con basso continuo del ‘600 e ‘700, con particolare attenzione alla pratica del basso continuo.
Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo.

ORGANO (Docente ADRIANO FALCIONI)

Il corso, dedicato alla musica italiana e tedesca dal XVI al XX secolo, è aperto agli organisti italiani e stranieri di qualsiasi età e livello.
Per le lezioni verranno utilizzati due strumenti:
1) l’Organo Storico Benvenuti / Densi del 1582 nella Basilica Cattedrale di Orte (I/14);
2) l’Organo Cortinovis & Corna nella Chiesa Parrocchiale di Giove (II/18).
Il corso, in funzione delle caratteristiche degli strumenti, prevede due programmi distinti:
Orte - studio di autori come Frescobaldi, Pasquini, Storace, Kerll, Muffat, Pachelbel, Haendel;
Giove - opere di autori pre-bachiani (Bruhns, Böhm, Lübeck, Buxtehude); Bach (Integrale organistica); Mendelssoh (Tre Preludi e fughe Op. 37, Sei Sonate Op. 65); Hindemith (Sonate I, II, III).
Gli orari delle lezioni verranno concordati secondo il numero degli iscritti e comunicati il primo giorno di lezione.
Al miglior allievo del corso verrà assegnato un concerto premio nell’ambito della stagione musicale “ I Vespri di Maggio “ edizione 2008.

Faranno da cornice al Corso il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi (2 - 16 Settembre) e l'Ottava di Sant'Egidio (31 Agosto – 9 Settembre), rievocazione storica con musica, teatro, giochi popolari, tornei e suggestive taverne medievali.

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ORGANO E STRUMENTI ANTICHI
VI EDIZIONE
ORTE - Cattedrale di S. Maria Assunta – ore 19.00

2/9/2007 Hermans Consort, Ensemble Strumentale: I Concerti del Doge: triosonate e concerti da camera a Venezia

3/9/2007 La Selva, Ensemble Strumentale: Musica strumentale del Seicento italiano

4/9/2007 Enrico Zanovello, organo

5/9/2007 Concezio Panone, organo e Domenico Agostini, Tromba naturale: Per la tromba et l'organo

6/9/2007 Giovanni Maria Perrucci, organo

7/9/2007 Michael Harris, organo

8/9/2007 Cappella Musicale Costantina, Ensemble Vocale e Strumentale

16/9/2007 Ensemble Classica, Ensemble Strumentale: Omaggio a Vivaldi, con Romano Pucci, primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano

ASSOCIAZIONE CULTURALE INCONTRI MEDITERRANEI – Via Garibaldi, 7 – 01028 ORTE (VT)



Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto