Ableton Live livello standard

Audiofficine
A Venezia e Pordenone

398 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Inizio In 2 sedi
Ore di lezione 20h
Descrizione

Obiettivo del corso: Utilizzo delle funzioni di base di Ableton Live.
Rivolto a: Dj, Produttori, sound designers.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pordenone
Piazza xx settembre, 25, Pordenone, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Venezia
Cannaregio, 1104D, Venezia, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Pordenone
Piazza xx settembre, 25, Pordenone, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Venezia
Cannaregio, 1104D, Venezia, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Conoscenza di windows o Mac Os, confidenza con il mondo dell'audio digitale

Programma

Corso Ableton Live Standard – audiofficine.it

Programma corso Ableton Live standard

Durata: 20 ore (8 lezioni x 2,5h)

1.

o

Configurazioni:

Scheda audio.

Preferenze.

o

Funzioni di input:

Tastiera

Midi controller (impostazione e configurazione).

o

L'ambiente di lavoro:

Disposizione delle schermate e loro utilizzo.

Le funzioni "mostra/nascondi" per ottimizzare lo spazio di lavoro.

Gestione del browser di Live.2.

o

L'arrengement view:

La gestione classica del tempo (la timeline).

Il concetto di traccia in Live.

Il crossfade.

Esempi.

o

La gestione classica del tempo:

Il metronomo.

La funzione di tap tempo.

La transport bar.

La funzione di loop.

Le spie di invio/ricezione key e midi.3.

o

La session view:

Struttura verticale del channel strip.

Relazione tra arrengement view e session view (selettori di vista).

Canali audio, midi e canali di ritorno effetti.

Esempi.

o

La clip:

Definizione.

La disposizione verticale o orizzontale delle clip (esecuzione esclusivao esecuzione per scene).

o

Caratteristiche comuni alle clip audio e midi:

Play e stop di clip.

Le modalità di lancio di una clip (trigger, gate, toggle, repeat).4.

o

Caratteristiche comuni alle clip audio e midi:

Clip audio: il box campione e il box inviluppi nel dettaglio.

Clip midi: il box note e il box inviluppi nel dettaglio.

Inviluppi lunghi su loop corti.

Follow action.

Corso Ableton Live Standard – audiofficine.it

5.

o

Il warp:

Definizione.

Differenze tra file audio warp e non warp.

Esempi.

o

I marcatori e i transienti:

Definizione.

Creazione.

Cancellazione.

Spostamento, spostamento di precisione, spostamentodella traccia lasciando fermo il marcatore.

Esempi.

o

Risoluzione della granularità, modalità di loop e inviluppo dei transienti:

Definizione e relazione di tali funzioni con la qualitàfinale del warp, adattamento delle tecniche in base alla natura

del materiale a disposizione.

Esempi.6.

o

I dispositivi:

Definizione e gerarchia(successione effetti midi -> strumenti -> effetti audio).

Panoramica sugli effetti e gli strumenti a disposizione.

Il raggruppamento di strumenti ed effetti.

Salvataggio e sostituzione dinamica dei preset.7.

o

I rack:

Definizione e differenze tra tipi di rack (rack di effetti,rack di strumenti, drum rack).

8.

o

Gerarchie all'interno dei rack di strumenti:

Le catene.

o

I controlli macro:

Definizione ed assegnazione.

o

Gli editor:

Di zone

Di selezione di catena.

Corso Ableton Live Standard – audiofficine.it

Programma corso Ableton Live standard

Durata: 20 ore (8 lezioni x 2,5h)

1.

o

Configurazioni:

Scheda audio.

Preferenze.

o

Funzioni di input:

Tastiera

Midi controller (impostazione e configurazione).

o

L’ambiente di lavoro:

Disposizione delle schermate e loro utilizzo.

Le funzioni “mostra/nascondi” per ottimizzare lo spazio di lavoro.

Gestione del browser di Live.

2.

o

L’arrengement view:

La gestione classica del tempo (la timeline).

Il concetto di traccia in Live.

Il crossfade.

Esempi.

o

La gestione classica del tempo:

Il metronomo.

La funzione di tap tempo.

La transport bar.

La funzione di loop.

Le spie di invio/ricezione key e midi.

3.

o

La session view:

Struttura verticale del channel strip.

Relazione tra arrengement view e session view (selettori di vista).

Canali audio, midi e canali di ritorno effetti.

Esempi.

o

La clip:

Definizione.

La disposizione verticale o orizzontale delle clip (esecuzione esclusiva

o esecuzione per scene).

o

Caratteristiche comuni alle clip audio e midi:

Play e stop di clip.

Le modalità di lancio di una clip (trigger, gate, toggle, repeat).

4.

o

Caratteristiche comuni alle clip audio e midi:

Clip audio: il box campione e il box inviluppi nel dettaglio.

Clip midi: il box note e il box inviluppi nel dettaglio.

Inviluppi lunghi su loop corti.

Follow action.

Corso Ableton Live Standard – audiofficine.it

5.

o

Il warp:

Definizione.

Differenze tra file audio warp e non warp.

Esempi.

o

I marcatori e i transienti:

Definizione.

Creazione.

Cancellazione.

Spostamento, spostamento di precisione, spostamento

della traccia lasciando fermo il marcatore.

Esempi.

o

Risoluzione della granularità, modalità di loop e inviluppo dei transienti:

Definizione e relazione di tali funzioni con la qualità

finale del warp, adattamento delle tecniche in base alla natura

del materiale a disposizione.

Esempi.

6.

o

I dispositivi:

Definizione e gerarchia

(successione effetti midi -> strumenti -> effetti audio).

Panoramica sugli effetti e gli strumenti a disposizione.

Il raggruppamento di strumenti ed effetti.

Salvataggio e sostituzione dinamica dei preset.

7.

o

I rack:

Definizione e differenze tra tipi di rack (rack di effetti,

rack di strumenti, drum rack).

8.

o

Gerarchie all’interno dei rack di strumenti:

Le catene.

o

I controlli macro:

Definizione ed assegnazione.

o

Gli editor:

Di zone

Di selezione di catena.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto