Accesso e mappatura di reti e infrastrutture per telecomunicazioni dopo il Decreto Fibra e il SINFI

ITA Formazione
A Roma

1.450 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 13 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

ACCESSO E MAPPATURA DI RETI E INFRASTRUTTURE PER TELECOMUNICAZIONI DOPO IL DECRETO FIBRA E IL SINFI Corso Diritto Amministrativo
D.LGS. 33/2016 -D.M. 11/5/2016

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Roma
Piazza Barberini 23, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Finalità e obblighi comunitari
Soggetti obbligati a dare accesso e titolari del diritto
L’oggetto del diritto di accesso e i suoi limiti
Il prezzo d’accesso
L’obbligo di coordinamento dei lavori e il nodo delle interferenze
Gli obblighi di accesso in base agli orientamenti comunitari
Alle delibere dell’AGCM e alle prescrizioni degli atti di gara
Le gare per la progettazione
La costruzione
La manutenzione e la gestione in modalità wholesale dell’infrastruttura passiva in aree bianche
L’interpretazione autentica dell’art. 93 del D.Lgs. 33/2016
I contenziosi
Il SINFI

Professori

Brunella Bruno
Brunella Bruno
Consigliere TAR Campania

Domenico Ielo
Domenico Ielo
Partner Studio Legale Bonelli Erede

Roberto Chieppa
Roberto Chieppa
Cons. di Stato Segr. Gen. dell'Autorità Garante Concorrenza e Mercato

Programma

PROGRAMMA DEL CORSO
Finalità e obblighi comunitari

le finalità della direttiva
gli orientamenti comunitari relativi all’applicazione delle norme in materia di aiuti di Stato in relazione allo sviluppo rapido di reti a Banda Larga
la Decisione n. SA. 41647 (2016/N) di approvazione dello schema proposto dalle Autorità Italiane con riferimento alle misure relative alla “Strategia Banda Ultralarga”
la “Strategia Italiana per la banda ultra larga”
il piano governativo sull’ultralarga
trasposizione nazionale
la delibera 6 agosto 2015, n. 65 del CIPE
i piani di infrastrutturazione in ultralarga nel quadro dei progetti di smart city
l’ultralarga mobile

Soggetti obbligati a dare accesso e titolari del diritto
gli obbligati a dare l’accesso
gestori di reti elettriche e impianti di illuminazione
gestori di reti del gas e di teleriscaldamento
gestori di strade e autostrade
gestori di reti di trasporto
gestori di antenne
doppio volto dei gestori di reti di telecomunicazioni
Roberto Chieppa

L’oggetto del diritto di accesso e i suoi limiti

l’accesso all’infrastruttura esistente
la descrizione degli interventi e la cronologia
l’esenzione di inidoneità dell’infrastruttura
l’esenzione di indisponibilità e il nodo delle esigenze future
l’esenzione di sicurezza
il nodo delle infrastrutture critiche e la connessione con la valutazione dei rischi di vulnerabilità

Il prezzo d’accesso
la componente del recupero dei costi
la componente eventuale degli oneri connessi alle opere necessarie all’accesso
la non debenza della componente costo derivante dal ribaltamento in tariffa
prezzo e ribaltamento per l’attraversamento di strade e autostrade
prezzo e ribaltamento per l’attraversamento di reti gas e di teleriscaldamento
prezzo e ribaltamento per l’attraversamento di reti elettriche e di illuminazione
prezzo e ribaltamento per l’attraversamento di reti di trasporto
prezzo e ribaltamento per l’attraversamento di porti e aeroporti
il tema dell’unbundling tra le attività di rete e quelle telefoniche

L’obbligo di coordinamento dei lavori e il nodo delle interferenze
i soggetti obbligati
l’oggetto e il perimetro dell’obbligo
l’accordo di coordinamento
le esenzioni
le tecnologie tranchless e le minitrincee
le implicazioni in termini di sicurezza: le interferenze incrociate
le complicazioni interferenziali sul fronte della valutazione del rischio nei PSC, POS e sulla valutazione e gestione dei rischi nei compliance 231 parte sicurezza
i compiti del responsabile dei lavori, coordinatori della sicurezza e direttore dei lavori sui lavori di coordinamento per l’installazione delle fibre
le informazioni minime sulle opere di genio civile

Gli obblighi di accesso in base agli orientamenti comunitari, alle delibere dell’AGCM e alle prescrizioni degli atti di gara
gli orientamenti comunitari
la delibera AGCOM n. 120 del 2016
l’individuazione del set minimo di servizi di accesso wholesale da offrire in caso di finanziamento
l’individuazione dei prezzi di riferimento da applicare per tenere conto del finanziamento
le modalità di applicazione del principio di non discriminazione
le altre condizioni
la nozione di accesso all’ingrosso all’infrastruttura passiva: l’accesso ai cavidotti, ai cavedi, ai pali, alla fibra spenta, agli armadi e l’accesso disaggregato alla rete locale
gli obblighi dell’offerta alle condizioni economiche e tecniche del beneficiario dei finanziamenti pubblici
l’accesso all’ingrosso - su richiesta - ai servizi attivi
gli obblighi per l’operatore beneficiario degli aiuti di Stato: il controllo degli extraprofitti per l’applicazione del claw back
l’obbligo di accesso del beneficiario del finanziamento pubblico qualora l’infrastruttura intercetti un nodo fisso o mobile di un operatore già presente
Brunella Bruno

Le gare per la progettazione, la costruzione, la manutenzione e la gestione in modalità wholesale dell’infrastruttura passiva in aree bianche

i bandi
i servizi di connettività nei cluster C e D
le condizioni eque e non discriminatorie definite dall’AGCom
la garanzia del punto di consegna neutro della rete di accesso
la c.d. condizione favorevole alla realizzazione dell’interconnessione con le reti di backhaul degli operatori fissi e mobili
l’offerta dei servizi wholesale passivi e attivi a condizioni eque e non discriminatorie
l’accesso passivo e attivo in modalità wholesale fino al Punto di Consegna Neutro
le modalità alternative di pricing tramite servizi di accesso a consumo (c.d. pay per use)
il rilegamento in fibra ottica delle sedi della p.a.
Il cablaggio verticale
l’obbligo di infrastrutturazione verticale
la gestione dell’impianto multiservizio
il diritto e l’obbligo dei condomini di fornire l’accesso
il prezzo d’accesso

L’interpretazione autentica dell’art. 93 del D.Lgs. 33/2016
il regime degli oneri e canoni: l’evoluzione normativa
le agevolazioni all’installazione
l’evoluzione giurisprudenziale
l’installazione nel demanio idrico
le sentenze della Cassazione 2014/2015
la posizione del giudice amministrativo
gli effetti dell’interpretazione autentica

I contenziosi
il contenzioso sul rifiuto d’accesso
il contenzioso sul prezzo di accesso
la natura del provvedimento dell’AGCOM
rilevanza sul piano antitrust del rifiuto e possibilità di adire l’AGCM
la tutela giurisdizionale dinanzi al giudice amministrativo e dinanzi al giudice ordinario

Il SINFI
la mappatura delle reti esistenti e delle infrastrutture destinate a ospitarle
l’obbligo di comunicazione al SINFI degli interventi
il formato dati aperto e interoperabile
l’applicazione del CAD in relazione al modello dati e base cartografica
le specifiche di contenuto delle reti di sottoservizi
il livello di obbligatorietà del SINFI e l’esclusione delle modalità implementative di produzione e gestione dei dati
la GeoUML methology
i dati geografici multiscala
i c.d. strati informativi
Domenico Ielo

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.450,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE. PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.

Data e Sede

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

Prenotazione alberghiera

La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.