CORSO AGGIORNAMENTO RSPP ATECO TUTTI

Confsalform
Online

500 
IVA inc.
Preferisci chiamare subito il centro?

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • 100 ore di studio
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il corso per RSPP di tutti i settori Ateco interessati ad aggiornare le conoscenze relative ai fattori di rischio e alle misure di prevenzione e protezione, aggiornare le capacità di individuazione dei rischi e quantificarli, individuare le soluzioni tecniche, organizzative e procedurali per eliminare o ridurre i rischi, individuare per le attività i DPI idonei. individuare i fattori di rischio per i quali è prevista la sorveglianza sanitaria.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Obiettivo del corso è aggiornare le conoscenze relative ai fattori di rischio e alle misure di prevenzione e protezione, aggiornare le capacità di individuazione dei rischi e quantificarli, individuare le soluzioni tecniche, organizzative e procedurali per eliminare o ridurre i rischi, individuare per le attività i DPI idonei, individuare i fattori di rischi per i quali è prevista la sorveglianza sanitaria.

· A chi è diretto?

RSPP di tutti i settoti ATECO

· Requisiti

Lingua Italiana Livello B1, uso del computer.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Aggiornare le conoscenze relative ai fattori di rischio
Aggiornare le capacità di individuazione dei rischi

Professori

Carmelo Mezzasalma
Carmelo Mezzasalma
Laurea in Ingegneria Civile sezione Trasporti

Programma

lI corso è fruibile interamente in modalità e-learning si caratterizza per la seguente struttura modulare:

MODULO 1 - PRESENTAZIONE DEL CORSO

- Aspetti giudico normativi, metodologia del corso, aggiornamento obbligatorio;
- Valutazione dei rischi ;
- Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione);
- Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti;
- Elementi per la costruzione di una matrice.


MODULO 2 -ANALISI DEI RISCHI ( PARTE 1)

- Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro;
- Ambienti di lavoro;

- Movimentazione manuale dei carichi;

- Movimentazioni, sollevamento, mezzi di trasporto;

- Il rischio infortuni;
- Rischio elettrico;
- Rischio meccanico;
- Rischio di particolari attrezzature;

- Rischio cadute dall’alto;


MODULO 3 - ANALISI DEI RISCHI ( PARTE 2 )
- Il rischio chimico;
- Gas, vapori, fumi;
- Polveri, nebbie;
- Liquidi;
- Etichettatura;
- Il rischio fisico e biologico;
- Rumore;
- Vibrazioni;
- Microclima;
- Illuminazione;
- Radiazioni;
- Videoterminali;
- Gestione del rischio residuo: DPI Collettivi ed individuali.

MODULO 4 - DOCUMENTI ED EMERGENZE

- Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice.

- Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione, l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il programma di attuazione di ulteriori misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza.

- Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza.

- Il miglioramento continuo.

- Aspetti giudico normativi, metodologia del corso, aggiornamento obbligatorio.

- Valutazione dei rischi.

- Obiettivi della valutazione dei rischi.

- Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione).

- Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti.

- Elementi per la costruzione di una matrice.

MODULO 5 - i PRINCIPALI RISCHI

- Rischi fisici: rumore, vibrazioni, radiazioni ottiche artificiali, luoghi di lavoro, movimentazione manuale e meccanica dei carichi, rischio elettrico, rischio meccanico, cadute dall’alto.

- Rischi chimici: polveri, fumi, gas, nebbie, aerosol; agenti allergizzanti, sensibilizzanti, cancerogeni, teratogeni. Valori limite e valori soglia: TLV.

- Rischi biologici: batteri, virus, parassiti.

- Atmosfere esplosive e rischio di incendio.

- Rischi organizzativi e trasversali.

MODULO 6 RISCHI SPECIFICI

- Approfondimento: rischio chimico.

- strategie di monitoraggio, sistemi di campionamento.

- Dispositivi di protezione collettivi.

- Gestione del rischio residuo: dispositivi di protezione individuale.

- Scelta del DPI adatto per la protezione delle vie respiratorie, del viso e degli occhi, delle mani e della pelle.

- Etichettatura sostanze chimiche.

- Lavorazione del legno: polveri di legno duro e legno tenero.

- Approfondimento: definizione di pericolo biologico.

- infettività, patogenicità, trasmissibilità, neutrabilizzibilità.

- Orientamenti per la valutazione del rischio.

- Metodi per la stima del rischio.

- Indicazioni per la sorveglianza sanitaria.

- Misura dei microrganismi aerodispersi.

- Misura della contaminazione biologica di superficie.

- I principi del metodo HACCP.

- Rischio stress da lavoro correlato

MODULO 7 - GLI IMPIANTI

- Impianto elettrico, messa a terra, scariche atmosferiche, atmosfere esplosive, rischio di incendio.

- Verifica dell’impianto elettrico, della messa a terra, dell’impianto contro le scariche atmosferiche.

- Atmosfere esplosive: quando e perché.

- Classificazione del rischio di incendio.

- Gestione delle emergenze.

- Rumore e vibrazioni.

- Metodi per la scelta del DPI corretto. Azioni conseguenti la misura del rumore in ambiente confinato.

- Vibrazioni trasmesse al sistema mano – braccio, trasmesse al corpo intero. Effetti sulla salute.

- Valutazione del rischio senza misurazioni: quando e perché.

MODULO 8 - MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (mmc) E MOVIMENTI RIPETITIVI (WMSDS)

- Procedure, modelli e criteri di valutazione del rischio connesso alla MMC.

- Modello raccomandato per il calcolo del limite di peso (NIOSH).

- Indicatori di rischio e azioni conseguenti.

- Patologie correlate alla MMC.

- Definizione del termine Work Related Muscoloskeletal Disorder e patologie correlate.

Incidenza delle patologie correlate a movimenti ripetitivi; Movimentazione meccanica dei carichi – macchine e attrezzature.

- Direttive CEE, DPR 359 e 547.

- Pericoli delle macchine (meccanici e non) secondo la norma UNI EN 12100-1.

- Protezioni delle macchine secondo la norma UNI EN 294 e UNI EN 953.

- Imbracatura dei carichi, sollevamento e movimentazione.

- il registro delle manutenzioni periodiche secondo le linee guida ISPESL.

- Infortuni e manutenzione.

- Valutazione dei rischi delle macchine secondo la norma UNI EN 1050.

- Concetto di efficienza, efficacia, economicità.

MODULO 9 - LA GESTIONE DELLA SICUREZZA

- Prevenzione incendi.

- La gestione delle emergenze.

- Evacuazione.

- Primo soccorso




Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto