Anticorruzione e trasparenza 2016

ITA Formazione
A Roma

1.450 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 14 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Anticorruzione e trasparenza 2016.

Disciplina dell’anticorruzione;
L’individuazione del Responsabile anticorruzione;
Piano triennale di prevenzione della corruzione;
Misure di prevenzione della corruzione;
Codice di comportamento;
La gestione del conflitto di interessi;
Presidi nei settori ad elevato rischio di fenomeni corruttivi;
Trasparenza, semplificazione, digitalizzazione e siti web P.A.;
Fattore umano e contesti organizzativi;
L’individuazione del Responsabile anticorruzione;
Piano triennale di prevenzione della corruzione;
Misure di prevenzione della corruzione;
Codice di comportamento;
La gestione del conflitto di interessi;
Presidi nei settori ad elevato rischio di fenomeni corruttivi;
Trasparenza, semplificazione, digitalizzazione e siti web P.A.;
Fattore umano e contesti organizzativi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Roma
Via V. Veneto 62, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Anticorruzione e trasparenza
Piano triennale di prevenzione della corruzione
Codice di comportamento
Fattore umano
Condivisione dei valori e comunicazione interna
Obblighi
Adempimenti e responsabilità

Professori

Anna Corrado
Anna Corrado
Consigliere TAR Campania

Carlo Polidori
Carlo Polidori
Consigliere TAR Lazio

Giuseppe Leotta
Giuseppe Leotta
Magistrato - Vice Capo di Gabinetto Vicario del Ministro del lavoro

Isabella Corradini
Isabella Corradini
Psicologa Sociale e del Lavoro Docente - Univ. degli Studi dell'Aquila

Programma

PROGRAMMA DEL CORSO
Disciplina dell’anticorruzione

norme di riferimento
ambito di applicazione
pubbliche amministrazioni
società in controllo pubblico
rapporti con il D.Lgs. 231/2001

L’individuazione del Responsabile anticorruzione
circolare funzione pubblica n. 1/2013 e applicazioni successive
requisiti: professionalità, distanza da funzioni “esposte”, da conflitti di interesse
durata, criteri e procedure di scelta
compiti e responsabilità
referenti dell’anticorruzione
rapporto con gli organi di governo e con i dirigenti
responsabilità amministrativa e civile

Piano triennale di prevenzione della corruzione
Il Piano Nazionale e i piani dei singoli enti
le novità recate dall’aggiornamento al P.N.A. (determinazione ANAC n. 12/2015)
criteri di redazione
gestione del rischio e mappatura dei processi
contenuti del piano
le aree a rischio obbligatorie, generali e specifiche
misure di prevenzione
misure di carattere trasversale
formazione in tema di etica e legalità
Anna Corrado

Misure di prevenzione della corruzione

rotazione del personale
incompatibilità nell’assegnazione agli uffici per conflitto di interessi
astensione dal processo per conflitto di interesse
incarichi dirigenziali (pantouflage e revolving doors), incompatibilità
tutela del whistleblower
nuovo sistema di responsabilità
inconferibilità e incompatibilità introdotte dal D.Lgs.n. 39/2013: ambito di applicazione, nozione e fattispecie

Codice di comportamento
D.P.R. 62/2013: ambito di applicazione
natura del codice e effetti
impatto sul rapporto di lavoro e di servizio
canoni comportamentali
conflitto di interessi e obbligo di astensione
partecipazioni ad associazioni
interessi finanziari o di altra natura: propri o parenti
leale collaborazione del dipendente
obblighi e responsabilità dei dirigenti
attività contrattuale della P.A.
responsabilità conseguente al mancato rispetto del codice
vigilanza sull’applicazione del codice di comportamento
Giuseppe Leotta

La gestione del conflitto di interessi

nuovo sistema di conflitto introdotto dalla disciplina dell’anticorruzione
nuovo art. 6 bis della Legge 241/1990
nuovi doveri del RUP
nuovi doveri del responsabile del procedimento
obblighi di astensione
dichiarazione preventiva
dichiarazione in corso di procedimento
conflitto potenziale: nozione
modalità di comunicazione al dirigente
conseguenze per mancata dichiarazione di conflitto
sulla legittimità del procedimento
conflitto e rapporti gerarchici

Presidi nei settori ad elevato rischio di fenomeni corruttivi
affidamento di commesse pubbliche
concorsi e progressioni in carriera
attribuzione di vantaggi economici e benefici
autorizzazioni e concessioni
nuove aree (determinazione ANAC n. 12/2015)

Trasparenza, semplificazione, digitalizzazione e siti web P.A.
trasparenza e tutela della privacy e segretezza
programma per la trasparenza
ambito di applicazione
obblighi di pubblicazione sui siti web: modalità, tempi e contenuti
diritto a conoscere e accesso civico
accesso telematico
istanze tramite PEC
provvedimento amministrativo negativo in forma semplificata
responsabile della trasparenza: requisiti, compiti e responsabilità (coincidenza con il responsabile dell’anticorruzione)
accesso ai documenti amministrativi (residuale)
gestione della tutela dei dati personali
Carlo Polidori

Fattore umano e contesti organizzativi

approccio criminologico nella spiegazione del fenomeno della corruzione
motivazione umane e comportamenti non etici
cultura organizzativa e condivisione dei valori
elementi di prevenzione basati sul fattore umano: dal benessere organizzativo all’applicazione dei codici di comportamento
il ruolo della comunicazione nella prevenzione
Isabella CorradiniDisciplina dell’anticorruzione
norme di riferimento
ambito di applicazione
pubbliche amministrazioni
società in controllo pubblico
rapporti con il D.Lgs. 231/2001

L’individuazione del Responsabile anticorruzione
circolare funzione pubblica n. 1/2013 e applicazioni successive
requisiti: professionalità, distanza da funzioni “esposte”, da conflitti di interesse
durata, criteri e procedure di scelta
compiti e responsabilità
referenti dell’anticorruzione
rapporto con gli organi di governo e con i dirigenti
responsabilità amministrativa e civile

Piano triennale di prevenzione della corruzione
Il Piano Nazionale e i piani dei singoli enti
le novità recate dall’aggiornamento al P.N.A. (determinazione ANAC n. 12/2015)
criteri di redazione
gestione del rischio e mappatura dei processi
contenuti del piano
le aree a rischio obbligatorie, generali e specifiche
misure di prevenzione
misure di carattere trasversale
formazione in tema di etica e legalità
Anna Corrado

Misure di prevenzione della corruzione

rotazione del personale
incompatibilità nell’assegnazione agli uffici per conflitto di interessi
astensione dal processo per conflitto di interesse
incarichi dirigenziali (pantouflage e revolving doors), incompatibilità
tutela del whistleblower
nuovo sistema di responsabilità
inconferibilità e incompatibilità introdotte dal D.Lgs.n. 39/2013: ambito di applicazione, nozione e fattispecie

Codice di comportamento
D.P.R. 62/2013: ambito di applicazione
natura del codice e effetti
impatto sul rapporto di lavoro e di servizio
canoni comportamentali
conflitto di interessi e obbligo di astensione
partecipazioni ad associazioni
interessi finanziari o di altra natura: propri o parenti
leale collaborazione del dipendente
obblighi e responsabilità dei dirigenti
attività contrattuale della P.A.
responsabilità conseguente al mancato rispetto del codice
vigilanza sull’applicazione del codice di comportamento
Giuseppe Leotta

La gestione del conflitto di interessi

nuovo sistema di conflitto introdotto dalla disciplina dell’anticorruzione
nuovo art. 6 bis della Legge 241/1990
nuovi doveri del RUP
nuovi doveri del responsabile del procedimento
obblighi di astensione
dichiarazione preventiva
dichiarazione in corso di procedimento
conflitto potenziale: nozione
modalità di comunicazione al dirigente
conseguenze per mancata dichiarazione di conflitto
sulla legittimità del procedimento
conflitto e rapporti gerarchici

Presidi nei settori ad elevato rischio di fenomeni corruttivi
affidamento di commesse pubbliche
concorsi e progressioni in carriera
attribuzione di vantaggi economici e benefici
autorizzazioni e concessioni
nuove aree (determinazione ANAC n. 12/2015)

Trasparenza, semplificazione, digitalizzazione e siti web P.A.
trasparenza e tutela della privacy e segretezza
programma per la trasparenza
ambito di applicazione
obblighi di pubblicazione sui siti web: modalità, tempi e contenuti
diritto a conoscere e accesso civico
accesso telematico
istanze tramite PEC
provvedimento amministrativo negativo in forma semplificata
responsabile della trasparenza: requisiti, compiti e responsabilità (coincidenza con il responsabile dell’anticorruzione)
accesso ai documenti amministrativi (residuale)
gestione della tutela dei dati personali
Carlo Polidori

Fattore umano e contesti organizzativi

approccio criminologico nella spiegazione del fenomeno della corruzione
motivazione umane e comportamenti non etici
cultura organizzativa e condivisione dei valori
elementi di prevenzione basati sul fattore umano: dal benessere organizzativo all’applicazione dei codici di comportamento
il ruolo della comunicazione nella prevenzione
Isabella Corradini


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Quota di partecipazione individuale

Euro 1.450,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA


Orario
9,00 - 13,00 / 14,00 - 17,00.

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.