Archivistica e Biblioteconomia

Università degli Studi di Lecce
A Lecce

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laurea
  • Lecce
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Lecce
Via Monteroni, 73100, Lecce, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
La laurea specialistica in Archivistica e Biblioteconomia intende fornire competenze specialistiche, teoriche e metodologiche nel settore dell'archivistica e della biblioteconomia ed abilità avanzate nella gestione, nell'organizzazione, nella conservazione e nella valorizzazione del patrimonio archivistico e librario. In particolare si intende assicurare una base formativa di alta specializzazione tecnica ai fini della formazione, gestione e conservazione di sistemi documentari pubblici e privati, oltre a garantire solide conoscenze storico-giuridiche e informatiche per il trattamento e la comunicazione delle informazioni descrittive e strumenti organizzativi idonei alla progettazione e gestione di sistemi informativi e alla direzione di istituti destinati alla conservazione del patrimonio archivistico e librario. La formazione nei settori specifici (archivistico, librario) tiene conto delle ricerche in corso a livello nazionale e internazionale nei campi più avanzati della disciplina. Nell'ambito della laurea specialistica, che si costituisce comunque in un uncio percorso formativo, è possibile approfondire molteplici ambiti specialistici, articolati in curricula differenziati, cioè in un curriculum archivistico, orientato alla formazione di figure professionali di alto profilo tecnico-scientifico in grado di affrontare l'analisi storica dei sistemi documentari in relazione alla evoluzione degli ordinamenti giuridici dall'antichità all'età contemporanea; la progettazione e lo sviluppo anche in ambiente digitale di strumenti per la formazione e la gestione degli archivi correnti e di deposito e per la conservazione e valorizzazione del patrimonio archivistico storico; l'organizzazione e la direzione di istituti archivistici di conservazione e di servizi per la gestione documentaria; lo studio del documento tradizionale e informatico e dei suoi elementi costitutivi; il curriculum biblioteconomico è orientato alla formazione di figure professionali di alto profilo tecnico-scientifico in grado di affrontare la organizzazione, gestione e valorizzazione di biblioteche e servizi documentari e informativi in ambito pubblico sia privato, particolarmente in ambiente digitale, in funzione del soddisfacimento di necessità informative e di conoscenza di diverse tipologie di utenza; la conservazione, descrizione e valorizzazione delle risorse documentarie. A tal fine lo studio delle discipline del libro e del documento, colte nel loro profilo storico, nelle loro espressioni scientifiche, tecnico-metodologico-applicative, nel loro reciproco costituirsi e differenziarsi, nonché nei loro attuali sviluppi, è da un lato corredato di elementi formativi di tipo umanistico-storico-giuridico, dall'altro è integrato dall'apprendimento dei processi comunicativi-organizzativi oltre che dallo sviluppo di capacità avanzate nella valutazione, nell'uso individuale e organizzativo sia di tecnologie, sia di risorse informatiche e telematico-digitali.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste nella discussione, presso una Commissione formata a norma del Regolamento didattico di Facoltà, di un elaborato che serva a comprovare il possesso delle competenze scientifiche e metodologiche previste dagli obiettivi formativi del Corso di Laurea. Nel caso di elaborati di gruppo, deve potersi rilevare con chiarezza e puntualità l'apporto di ciascuno, tanto nella preparazione dell'elaborato quanto nella discussione conclusiva.
L'elaborato proposto per la prova finale si riferisce sempre ad un'esperienza di ricerca durante la quale lo studente riceve assistenza da un professore che relazionerà in sede d'esame e che è chiamato ad esprimere un giudizio sulla prova.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
I laureati specialisti opereranno, con funzioni di elevata responsabilità, in ambiti quali: istituzione specifiche, come archivi, biblioteche, soprintendenze, musei, ecc.; direzione di organismi e unità di studio, conservazione del patrimonio archivistico e librario presso enti ed istituzioni, pubbliche e private.
Attività di base
Scienze del libro e degli archivi

CFU 18
M-STO/08: ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA
Storia ed istituzioni

CFU 42
L-ART/01: STORIA DELL'ARTE MEDIEVALEM-STO/01: STORIA MEDIEVALE M-STO/02: STORIA MODERNA M-STO/04: STORIA CONTEMPORANEA Totale CFU 60

Attività caratterizzanti
Chimica e fisica

CFU 17
CHIM/01: CHIMICA ANALITICACHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI
Discipline filologico-letterarie

CFU 30
L-FIL-LET/04: LINGUA E LETTERATURA LATINAL-FIL-LET/10: LETTERATURA ITALIANA
Informatica e teoria dei linguaggi

CFU 9
INF/01: INFORMATICA
Scienze del libro, degli archivi e dell'immagine

CFU 60
M-STO/08: ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA M-STO/09: PALEOGRAFIA Totale CFU 116

Attività affini o integrative
Discipline giuridiche e sociologiche

CFU 21 - 21
IUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOSPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
Economia, gestione e comunicazione dei beni culturali

CFU 9 - 9
SECS-P/08: ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Attività specifiche della sede
CFU 21 - 21
BIO/08: ANTROPOLOGIAICAR/15: ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOL-ART/02: STORIA DELL'ARTE MODERNAL-ART/04: MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAUROM-GGR/02: GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 18Per la prova finaleCFU 39Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
Tirocini
CFU 9
Totale
CFU 16Totale CFU 73

Totale Crediti CFU 300

Docenti di riferimento

LEONE Marco
RIZZO Maria Marcella
TOOMASPOEG Kristjan

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
no
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)