Assistenza Infermieristica avanzata al Paziente Critico

Università Vita Salute S.Raffaele
A Milano

3.500 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Master I livello
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Finalità del Master è di sviluppare nell’infermiere le competenze avanzate che permettono la gestione delle situazioni di criticità vitale, la gestione delle relazioni complesse e l’uso di tecnologie sofisticate, sviluppando processi assistenziali per il miglioramento continuo delle cure al paziente critico.
Rivolto a: Il Master universitario è rivolto a professionisti che intendano acquisire o perfezionare le competenze assistenziali necessarie alla gestione del paziente critico.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Olgettina, 60, 20132, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Sono ammessi al Master gli operatori delle professioni sanitarie in possesso della Laurea in Infermieristica (SNT/1) o Diplomi conseguiti in base alla normativa precedente di cui alle leggi 26 febbraio 1999 n. 42 e 10 agosto 251, ritenuti validi, ai sensi dell’ art. 10 della Legge 8 gennaio 2002 n. 1, per l’accesso alla Laurea Specialistica, ai Master ed agli altri Corsi attivati dall’Università, purché in possesso del Diploma di maturità quinquennale.

Programma

Sin dal titolo, la scelta di fondo della proposta formativa del Master in Assistenza infermieristica avanzata al paziente critico è chiaramente orientata alle competenze avanzate che devono essere possedute da un infermiere di area critica. Mentre i differenti Corsi di Laurea delle professioni sanitarie preparano ad assumere la responsabilità dell’assistenza come definita dai singoli profili professionali, la pratica sanitaria avanzata è offerta da professionisti esperti in uno specifico campo preparati attraverso Master universitari.

In Italia, il concetto di Competenza sanitaria avanzata (advanced) – o esperta – è molto recente: la sua nascita risale all’approvazione della legge di riforma universitaria (DM 509/1999), che stabilisce la possibilità di attivare percorsi di formazione post-base (Master di 1° livello, corsi di perfezionamento e laurea specialistica) anche per le professioni sanitarie non mediche.

Pur essendo ancora incoraggiata la ricerca, numerose evidenze documentano l’efficacia della presenza di infermieri quando possiedono competenze cliniche avanzate. Avere infermieri più preparati, aumenta i risultati di salute sugli utentie la soddisfazione delle cure ricevute; sono più diffusi modelli organizzativi centrati sul paziente, è più elevata la presa in carico ed è più elevata la personalizzazione delle cure infermieristiche; la gestione dei pazienti critici o particolarmente complessi è migliore perché l’instabilità vitale è immediatamente riconosciuta e sono messi in atto tempestivamente gli interventi per gestirla; è documentata una riduzione delle riammissioni non programmate; del supporto nel processo di adattamento al problema di salute ed alle risorse che maggiormente accompagneranno il paziente lungo la cronicità. La presenza di infermieri preparati influenza la qualità delle cure erogate.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 35