Autodifesa Difesadonna

Tigerclub
A Ronchi dei Legionari

100 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Ronchi dei legionari
  • 14 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso Difesadonna ti insegna a non doventare un bersaglio, a riconoscere le situazioni di pericolo ed evitarle, individuare i luoghi pericolosi e trovare la via di fuga più breve; imparerai il liguaggio del corpo forte che scoraggerà i malintenzionati, ad usare una voce decisa e in ultimo ad utilizzare gli strumenti di difesa fisica (mani nude, spray al peperoncino, tutti gli oggetti).
Rivolto a: tutte le donne che volgiono imparare a difendersi ma soprattutto ad evitare una situazione di scontro fisico. Grazie alla nostra simulazione di aggressione è adatto anche a coloro che volgiono provare a sconfiggere la "paura che congela" cioè la peggiore!Quella che non ti permette di muoverti; cercando invece di trasformarla in energia difensiva.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Ronchi dei Legionari
via Roma 10, 34076, Gorizia, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nusun prerequisito particolare

Programma

Il programma affronta ogni aspetto della sicurezza.
L'arma numero uno è quella che permette di evitare l'aggressione: la prevenzione.
Vengono analizzate con le allieve le varie situazioni di rischio, dati consigli su come comportarsi in auto, in treno, a piedi, eccetera. Inoltre, si prendono in considerazione pregi e difetti delle "armi occasionali" e degli strumenti difensivi che si possono avere sempre a disposizione (chiavi, spazzole, penne sfera, pepper-spray). Viene data grande importanza ai "confini personali” e al linguaggio del corpo. Si allena il colpo d'occhio, il riflesso istintivo e la visione periferica.
L'allieva impara quindi a sviluppare una mentalità difensiva che porterà con sè per tutto il resto della vita.
  • Consapevolezza: tieni sempre alto il livello di attenzione e cerca di essere consapevole di ciò che ti circonda, anche se sei in un ambiente familiare
  • Fidati dell'istinto: segui il tuo istinto. Se una persona o una situazione ti crea una sensazione di disagio, probabilmente c'è un motivo
  • Linguaggio del corpo: cerca di avere un atteggiamento sicuro quando cammini o quando parli con una persona, anche il tuo tono di voce deve essere sicuro

L'elenco che segue è un estratto della dispensa Difesa Donna che viene consegnata alle allieve durante il corso.
  • Non frequentare strade deserte e buie anche se sei in centro città
  • Non camminare rasente a porte, portoni, cantieri
  • Se qualcuno in auto ti chiede informazioni, non avvicinarti
  • In auto, viaggia sempre con la sicura abbassata
  • Non dare mai passaggi a persone sconosciute o che conosci da poco e non accettarne
  • In treno, evita gli scompartimenti vuoti
  • In ogni stazione e aeroporto c'è un posto di polizia. Non esitare a rivolgerti a loro in caso di necessità
  • Al lavoro, in caso di molestie non esitare a rivolgerti al principale o ai sindacati
  • Non lasciare documenti con informazioni personali sul computer
  • In discoteca, se qualcuno ti guarda in modo poco piacevole o fa insistenti apprezzamenti, avverti il servizio d'ordine del locale
  • In casa, tieni sempre la porta chiusa a chiave
  • Non aprire a visitatori inaspettati, anche se muniti di cartellino d'identificazione
  • In banca o alla posta, quando fai prelievi o versamenti cerca di non andare da sola
  • Non fare prelievi al bancomat in
  • zone poco frequentate o la sera

MITI SULL'AUTODIFESA FEMMINILE

Mito:
L'uso della difesa verbale da parte di una donna può trasformare un uomo normale in un potenziale aggressore.
Realtà: Se l'uomo non è un malintenzionato, non lo diventerà perchè la donna in una situazione a rischio usa la voce in modo deciso per avvertirlo di non avvicinarsi. Se invece ignora questo avvertimento, è perchè probabilmente ha intenzione di fare qualcosa.

Mito: Una donna non può difendersi contro un uomo, colpire l'aggressore servirà solo a renderlo più violento.
Realtà: Ci sono parti del corpo che sono vulnerabili in chiunque, indipendentemente dalla stazza e dalla forza fisica. Una donna PUO' e DEVE difendersi da un tentativo di aggressione, colpire l'aggressore crea la possibilità di scappare.

Mito: Quando una donna dice no, forse intende sì.
Realtà: Quando una donna dice no, intende NO ed è importante che questo concetto sia ribadito non solo con la voce ma anche con un atteggiamento del corpo adeguato.
Un uomo che non accetta un “no” da una donna deve mettere in allarme.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 15

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto