Basi di Finanza per il terzo settore

inFinance
A Milano
Sconto iscrizione anticipata

900 € 702 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 32 ore di lezione
  • Durata:
    4 Giorni
  • Quando:
    09/05/2017
Descrizione

Il terzo settore si connota per obiettivi che vedono nel successo e nel conseguimento di risultati sociali, il compimento della gestione.

Tale aspetto lo differenzia dall’impresa tradizionale, che vede nella realizzazione di un profitto l’obiettivo della gestione.

Tuttavia, il conseguimento del risultato sociale comporta la necessità di dotarsi di una struttura di investimenti patrimoniali nonché di impegni fissi di costo ed uscita finanziaria che necessitano di adeguata capacità di programmazione e monitoraggio.

Ne consegue la necessità di interfacciarsi con gli intermediari creditizi, i quali si presentano sempre più esigenti in termini di informativa e capacità previsionale.

Questo corso fornisce le nozioni necessarie a:

comprendere la differenza fra le dimensioni economiche, patrimoniali e finanziarie;
monitorare gli equilibri economici-patrimoniali e finanziari;
programmare l’attività di investimento e di gestione per migliorare il meccanismo di accesso al credito.
Assieme agli strumenti di analisi e controllo, vengono trasmesse le nozioni necessarie a conoscere e migliorare il rapporto col mondo degli intermediari finanziari.

Informazione importanti

Earlybird: agevolazione del 22% per le iscrizioni entro il 22 dicembre 2016

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
09 maggio 2017
Milano
Vicolo San Giovanni sul Muro 5, Milano, Italia
Visualizza mappa
martedì, dalle 10,00 alle 13,15 e dalle 14,00 alle 18,45

Domande più frequenti

· A chi è diretto?

Operatori del terzo settore

· Requisiti

Minima conoscenza delle funzioni elementari del foglio di lavoro Ms Excel®.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il taglio delle lezioni è concreto, pragmatico e interattivo. Il linguaggio utilizzato è semplice e adatto a chi non ha una conoscenza dei temi. È richiesta, tuttavia, la disponibilità ad una partecipazione attiva alle lezioni. Si fa largo uso di case studies reali, che vengono analizzati e dibattuti prevalentemente tramite l’utilizzo del foglio elettronico.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Credito
Bilancio
Finanza aziendale
Finanza d'impresa
Bilancio aziendale
Bilancio finanziario
Break even
Imprenditoria
Budget
Piano economico
Creazione di impresa

Professori

Faculty inFinance
Faculty inFinance
analisti, manager, consulenti

Programma

L’analisi della reportistica della gestione

  • Il bilancio di esercizio alla luce delle novità introdotte dal D.L. 83 del 2015
  • Il bilancio delle micro imprese introdotte dal D.L. 83 del 2015
  • La riclassificazione del conto economico a valore aggiunto e M.O.L.
  • La riclassificazione del conto economico a Margine di Contribuzione
  • La riclassificazione dello stato patrimoniale
  • Lettura ed interpretazione dei risultati gestionali:
    • Gli indicatori di solidità
    • Gli indicatori di liquidità
    • Gli indicatori di equilibrio

Dalla dimensione economico-patrimoniale a quella finanziaria

  • La novità del rendiconto finanziario per il bilancio in forma ordinaria introdotta dal D.L. 83 del 2015
  • Risultati economici Vs. risultati finanziari
  • Dinamiche finanziarie virtuose
  • Dinamiche finanziarie patologiche
  • Pianificare la crescita dimensionale attraverso i flussi di cassa
  • L’approccio italiano al rendiconto: OIC 10
  • Esercitazione

I piani finanziari e la programmazione economico finanziaria

  • Pianificare la crescita: l’approccio del break even
  • Il Break even economico
  • Il Break even finanziario
  • Il piano finanziario: le assumptions
  • Redigere il piano economico e la previsione patrimoniale
  • La previsione finanziaria
  • Le simulazioni di scenario e gli stress test per valutare la solidità delle previsioni
  • Esercitazione

Gli strumenti del credito per il terzo settore

  • Imprenditorialità Sociale nell’ambito dell’Economia sociale e solidale: gli attori e il modello di business
  • Processo di valutazione dell’appartenenza del cliente al settore dell’imprenditorialità’ sociale
  • La sostenibilità del modello di “social business” in un mercato competitivo
  • Imprenditorialità Sociale e convenzionamento con Enti Pubblici
  • L’intermediazione della domanda e dell’offerta di “finanza sociale”: le imprese sociali alla ricerca di finanza e le fondazioni in surplus di liquidità
  • Le tipologie di finanziamenti alle Imprese Sociali: facilitazioni a breve e medio lungo termine:
    • Valutazione del profilo sociale del cliente
    • Valutazione del merito di credito: il rating e la Centrale Rischi Banca d’Italia
    • Valutazione della diversificazione e della stabilità delle fonti reddituali (in particolare in presenza di sussidi pubblici o donazioni private); Analisi della natura dell’attivo delle imprese sociali; Analisi approfondita dei livelli di profittabilità
    • Analisi dei possibili rischi reputazionali derivanti dalla missione sociale delle controparti
    • L’individuazione di un potenziale security package
    • Valutazione della capacità di rimborso del cliente, tenendo conto della specificità della tipologia di clientela
    • Il caso delle start up
  • Il leasing
  • Le attività di cash management: il pagamento di beni e servizi attraverso una piattaforma web
  • Case study - Esercitazione

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto