Biotecnologie per la Salute e per L'Ambiente

Seconda Università degli Studi di Napoli
A Caserta

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Caserta
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Caserta
Viale Beneduce 10 , 81100, Caserta, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici
OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI:
Il corso di laurea specialistica in Biotecnologie per la salute e per l'ambiente attivato presso la Seconda Università degli studi di Napoli intende preparare esperti con competenze scientifiche e professionali nel campo delle biotecnologie applicate alla prevenzione, diagnosi e sviluppo di farmaci relativi alle patologie umane, con particolare riguardo allo studio delle malattie legate agli ambienti di lavoro e dovute all'inquinamento ambientale. Nell'ambito di una formazione volta alla prevenzione dei danni alla salute derivanti dall'inquinamento ambientale, al laureato verranno anche fornite le conoscenze per una competente valutazione delle analisi ambientali e gli strumenti per l'applicazione delle biotecnologie alla tutela dell'ambiente.
Il laureato dovrà:
·possedere una conoscenza approfondita degli aspetti biochimici e genetici delle cellule dei procarioti ed eucarioti e delle tecniche di colture cellulari, anche su larga scala;
·possedere solide conoscenze su struttura, funzioni ed analisi delle macromolecole biologiche e dei processi cellulari nelle quali esse intervengono;
·possedere buone conoscenze sulla morfologia e sulle funzioni degli organismi viventi;
·possedere avanzate conoscenze di fisica e chimica e buone competenze computazionali, informatiche e matematico-statistiche;
·conoscere e saper utilizzare le principali metodologie che caratterizzano le biotecnologie molecolari e cellulari anche ai fini della progettazione e produzione di biofarmaci, diagnostici, vaccini, e per la tutela dell'ambiente ;
·aver padronanza delle metodologie bio-informatiche ai fini dell'organizzazione, costruzione e accesso a banche dati, in particolare di genomica e proteomica, e della acquisizione e distribuzione di informazioni scientifiche e tecniche attraverso tecniche elettroniche;
·possedere competenze per l'analisi di biofarmaci, diagnostici e vaccini in campo umano per quanto riguarda gli aspetti chimici, biologici, biofisici e tossicologici;
·conoscere gli aspetti fondamentali dei processi operativi che seguono la progettazione industriale di prodotti biotecnologici, e della formulazione di biofarmaci;
·conoscere e saper utilizzare tecniche e tecnologie specifiche in settori quali la modellistica molecolare, il disegno e la progettazione di farmaci innovativi;
·conoscere i fondamenti dei processi patologici d'interesse umano;
·possedere la capacità di disegnare, d'intesa con il laureato specialista in medicina e chirurgia, strategie diagnostiche e terapeutiche, a base biotecnologica negli ambiti di competenza;
·saper riconoscere (anche attraverso specifiche indagini diagnostiche) le interazioni tra microrganismi estranei ed organismi umani ed animali;
·conoscere i rapporti tra gli organismi animali e l'ambiente, con particolare riguardo alle influenze di sostanze tossiche e dei tossici ambientali ed al loro ruolo nella patogenesi delle malattie umane;
·conoscere gli effetti dei prodotti biotecnologici a livello ambientale e saperne prevenire i potenziali effetti nocivi;
·conoscere le applicazioni delle biotecnologie volte alla salvaguardia delle risorse naturali, alla prevenzione dei danni ambientali, al trattamento di rifiuti solidi e liquidi e di emissioni gassose, al risanamento di aree contaminate, allo sviluppo di bioinsetticidi e prodotti non tossici per l'agricoltura.
·conoscere le problematiche connesse con gli ambienti di lavoro sotto il profilo chimico, biologico e medico;
·essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
·possedere conoscenze di base relative all'economia, all'organizzazione e alla gestione delle imprese, alla creazione d'impresa, alla gestione di progetti di innovazione e alle attività di marketing (ivi inclusa la brevettualità di prodotti innovativi) di prodotti farmaceutici e cosmetici di carattere biotecnologico;
·essere in grado di organizzare attività di sviluppo nell'ambito di aziende farmaceutiche e biotecnologiche con particolare attenzione agli aspetti di bioetica;
·conoscere le normative nazionali e dell'Unione Europea relative alla bioetica, alla tutela delle invenzioni e alla sicurezza nel settore biotecnologico.
Le attività didattiche prevedono un ampio spettro di discipline nelle aree della farmacologia e tossicologia, biologia e chimica, patologia e diagnostica molecolare, ingegneria chimica nonché nei settori delle scienze riguardanti le problematiche collegate al monitoraggio e risanamento ambientale.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale riguarderà la discussione di un elaborato scritto (tesi di laurea) riguardante i risultati di una ricerca inerente le tematiche che caratterizzano il corso di laurea, svolta sotto la supervisione di un relatore ed eventualmente di un tutore assegnato allo studente secondo quanto previsto dal regolamento del corso di laurea.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
I laureati nel corso di laurea specialistica in Biotecnologie per la salute e per l'ambiente hanno elevati livelli di competenza nella programmazione e nello sviluppo scientifico e tecnico-produttivo delle biotecnologie applicate nel campo della salute dell'uomo e della tutela dell'ambiente. Potranno quindi operare, con funzioni di elevata responsabilità, nei sottoindicati ambiti:
·diagnostico, attraverso la gestione delle tecnologie di analisi molecolare;
·della sperimentazione in campo biotecnologico, con particolare riferimento all'utilizzo di modelli in vivo ed in vitro per la comprensione della patogenesi delle malattie umane soprattutto legate ai fattori ambientali;
·farmaceutico, con particolare riguardo allo sviluppo e alla sperimentazione di prodotti farmacologici e diagnostici innovativi;
·produttivo e della progettazione in relazione a brevetti in campo farmaceutico, diagnostico-molecolare ed ambientale;
·della gestione di strutture produttive nella bioindustria diagnostica, chimica, e di protezione ambientale;
·della gestione di servizi negli ambiti connessi con il monitoraggio ambientale, e con la tutela della salute dell'uomo in relazione all'esposizione agli inquinanti ambientali e alle sostanze tossiche.
I laureati specialisti della classe potranno dirigere laboratori a prevalente caratterizzazione biotecnologica ambientale e farmaceutica e coordinare, anche a livello gestionale ed amministrativo, programmi di sviluppo e sorveglianza delle biotecnologie applicate in campo umano e ambientale, con particolare riguardo allo sviluppo di prodotti farmacologici, vaccini, diagnostici innovativi e altre applicazioni biotecnologiche per la salvaguardia della salute dell'uomo dalle patologie di origine ambientale tenendo conto dei risvolti etici, tecnici, giuridici.
Attività di base
Discipline applicate alle biotecnologie

CFU 50
BIO/13: BIOLOGIA APPLICATACHIM/02: CHIMICA FISICACHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/06: CHIMICA ORGANICAFIS/01: FISICA SPERIMENTALEFIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)MAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICA
Morfologia, funzione e patologia delle cellule e degli organismi complessi

CFU 1
BIO/09: FISIOLOGIATotale CFU 51

Attività caratterizzanti
Discipline biotecnologiche comuni

CFU 64
BIO/09: FISIOLOGIABIO/10: BIOCHIMICABIO/11: BIOLOGIA MOLECOLAREBIO/18: GENETICABIO/19: MICROBIOLOGIA GENERALE
Discipline farmaceutiche

CFU 7
BIO/14: FARMACOLOGIACHIM/08: CHIMICA FARMACEUTICA
Discipline mediche e riproduzione umana

Medicina di laboratorio e diagnostica

CFU 9
BIO/12: BIOCHIMICA CLINICA E BIOLOGIA MOLECOLARE CLINICAMED/07: MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICAMED/42: IGIENE GENERALE E APPLICATATotale CFU 80

Attività affini o integrative
Formazione interdisciplinare

CFU 17
AGR/16: MICROBIOLOGIA AGRARIAAGR/19: ZOOTECNICA SPECIALEAGR/20: ZOOCOLTUREING-IND/27: CHIMICA INDUSTRIALE E TECNOLOGICAIUS/01: DIRITTO PRIVATOIUS/04: DIRITTO COMMERCIALEIUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/14: DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEAM-FIL/02: LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA M-FIL/03: FILOSOFIA MORALE M-PSI/01: PSICOLOGIA GENERALEM-PSI/05: PSICOLOGIA SOCIALE MED/02: STORIA DELLA MEDICINAMED/09: MEDICINA INTERNAMED/10: MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIOMED/14: NEFROLOGIAMED/18: CHIRURGIA GENERALEMED/19: CHIRURGIA PLASTICAMED/26: NEUROLOGIAMED/35: MALATTIE CUTANEE E VENEREEMED/36: DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIASECS-P/07: ECONOMIA AZIENDALESECS-P/10: ORGANIZZAZIONE AZIENDALESPS/07: SOCIOLOGIA GENERALEVET/08: CLINICA MEDICA VETERINARIAVET/09: CLINICA CHIRURGICA VETERINARIATotale CFU 17

Attivita' caratterizzanti transitate ad affini
Discipline mediche e riproduzione umana

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto