Bourrée del Berry

Arci Bellezza - Danza Tradizionale
A Milano

55 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 12 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Approccio alla Bourrée del Berry.
Rivolto a: Tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
VIA BELLEZZA 16/A, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

Tutti i mercoledì sera dalle 20.30 alle 22.00 dal 23 gennaio
In Francia, all’epoca della ricerca di campo, XIX e soprattutto XX secolo, l’appellativo “bourrée” riguarda unicamente un repertorio di danza autenticamente popolare, radicato in un vasto territorio costituito dalle “province del centro “.

La danza numero uno della regione del Massiccio Centrale è la Bourrée, che si caratterizza in modo differente a seconda dei luoghi specifici di provenienza.

La bourrée concerne l’Haut e il Bas-Berry, il Bourbonnais, l’Haut e la Bas- Auvergne, il Limousin... e, parzialmente, il Perigord, la Languedoc e la Guascogne.

Distinguiamo bourrée a due e a tre tempi: le prime, all’inizio del Novecento, riguardano essenzialmente le zone del Bas-Berry, del Bourbonnais e del Limousin, mentre le forme a tre tempi, chiamate anche “montagnardes“ o “auvergnates “, sono entrate a far parte , con appellazioni, forme e importanza differenti, della tradizione dell’Haut-Auvergne, del Limousin, dell’Haut-Berry...

Indipendentemente da tali diversità, la bourrée ha ovunque due costanti: usa un passo breve e ripetitivo, composto di tre appoggi, che presuppone dei tragitti che possono essere eseguiti individualmente e si danza tra partners.

E’ una danza che adotta figure e meccanismi che favoriscono l’incontro e la relazione interpersonale.

Riguardo al repertorio dell’Alto e Basso Berry, ciò che oggi danziamo è essenzialmente il frutto della ricerca condotta da Pierre Panis e Jean Michel Guilcher, a partire dagli anni Quaranta del Novecento.

Panis, in particolare, ha operato codificazioni coreografiche in funzione della rappresentazione e dello spettacolo, apportando probabilmente una significativa modificazione a quella che era la pratica tradizionale.
Il corso prevede un approccio all’ascolto e al riconoscimento delle melodie; un lavoro approfondito sul passo a due e a tre tempi e la pratica di coreografie derivate dalla trascrizione di P. Panis, non escludendo forme meno danzate, raccolte da J.M Guilcher.
Cristina Colombo


L'insegnante:
Lavora con Naik Raviart, professore dalla Royal Scottish Country Dance Society e con Yvon Guilcher, professore di Highland al British Institute. Dal 1989 frequenta annualmente gli stages dell’ADP (Atelier De La Danse Populaire) e studia con gli allievi di Miss Pledge, collaboratrice di Cecil Sharp. Approfondisce lo studio e la pratica delle Country dances composée inglesi e scozzesi; lavora sui repertori francese, svedese, basco, italiano e irlandese. Dal 1993 è membro dell’ADP e nel 2001 entra a far parte del Collegio degli Istruttori. Nel 1998 vince in Francia il Concorso di Bourrée d’Auvergne, danza tradizionale del Massiccio Centrale. Insegna danza francese, inglese, scozzese e svedese per diverse Associazioni, Istituti culturali e Scuole di danza. Ha tenuto stages di danza italiana e country dances inglesi in Germania e in Francia. Fa parte dei danzatori del gruppo Florilegio Ensemble, che propone spettacoli di musica e danza rinascimentale tratti dall’Orchesographie di Thoinot Arbeau.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 40