Capoeira Sul da Bahia

ASD Patuà
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Per bambini
  • Milano
  • Durata:
    1 Anno
Descrizione


Rivolto a: Il corso è rivolto a uomini, donne e bambini di ambo i sessi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
via alzaia naviglio pavese 110, 20142, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Non è richiesta alcuna preparazione fisica particolare

Professori

Pedro Goncalves De Oliveira
Pedro Goncalves De Oliveira
Profesor estagiaro

Programma

Sulla bianca sabbia delle coste di Bahia i capoeristi volteggiano vestiti di bianco e il fascino di questa loro arte tanto antica si diffonde come un profumo e incanta ormai persone di tutto il mondo.

Ciò che rende la capoeira così particolare è probabilmente proprio quella stessa caratteristica che rende anche così difficile definirla e cioè il suo essere al tempo stesso una lotta fiera ed una danza armoniosa, una pratica giocosa ma pur anche pericolosa, un insieme di tecniche codificate, che lasciano tuttavia tanto spazio alla creatività ed alla personalità. La sua pratica costante consente di sviluppare in modo integrato flessibilità, agilità, equilibrio, resistenza, senso del ritmo, riflesso e capacità acrobatiche.

Ma la capoeira è anche, anzi soprattutto, una filosofia di vita, un modo diverso di stare con gli altri, un cerchio magico all'interno del quale la vita rivive ribaltando ogni prospettiva consueta….il mondo a testa in giù…dove la forza può diventare una debolezza, dove riuscire a trasformare le proprie debolezze in virtù. Dopo aver chiesto la protezione ai propri Orixà, i santi della religione afro-brasiliana, il permesso al Mestre e aver salutato il Berimbau, lo strumento musicale simbolo della capoeira, i capoeristi entrano nel cerchio formato dai compagni, chiamato "roda", per iniziare a giocare. Qui mostrano la loro abilità acrobatica, la loro capacità tecnica ma soprattutto la loro furbizia, affrontandosi con finte e calci, sia frontali (meia-lua, queixada, martelo…..), che circolari (meia-lua di compasso, armada, chapiada….) e si difendono schivando i colpi.

Nella capoeira infatti, a differenza di molte altre arti marziali non esistono le "parate", ma i colpi vengono evitati e schivati con agilità e prontezza nella direzione contraria a quella da cui provengono. Ed è proprio questo a rendere i movimenti dei due giocatori così armonici tra di loro ed a far risultare il gioco fluente come una danza. Spesso lo spettatore è colpito dal fatto che i colpi non vengano portati a segno e può essere erroneamente indotto a sottovalutarne la pericolosità.

Tuttavia la mancanza di contatto non è frutto di una regola del gioco, bensì di una valutazione di "opportunità". Inoltre la ragione profonda di questa consuetudine va cercata nello spirito particolare che anima quest'arte; la capoeira si gioca prevalentemente con i propri compagni ed amici ed una "roda" è sempre contraddistinta da un clima di festa, di energia e di amicizia.

Le rode di capoeira sono sempre accompagnate dalla musica e dai canti, non esiste capoeira senza la musica e questa non fa solo da sfondo ma ha piuttosto un ruolo principale, dando indicazioni ai giocatori su che tipo di gioco bisogna effettuare, se "angola" (lo stile più lento) o "regional" (lo stile eseguito su di un ritmo più rapido), commentando quello che avviene, raccontando episodi del passato e della vita di capoeristi divenuti famosi. La capoeira non si impara, piuttosto si pratica, si vive giorno per giorno e proprio come la vita, la capoeira ripaga la passione e la determinazione con la soddisfazione ed il piacere di condividere i propri sforzi ed i propri risultati con gli altri.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto