Classificazione ADR dei Rifiuti Pericolosi e nuove frasi HP

Flashpoint
A Sesto San Giovanni

342 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Sesto san giovanni
  • 8 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
Descrizione

Obiettivo del corso: Dal Confezionamento dei rifiuti, loro etichettatura, iscrizioni da riportare sui colli, idoneità dei veicoli per il loro trasporto, alla compilazione del Documento di Trasporto e quant'altro deve essere conosciuto per effettuare un trasporto di essi in conformità alla normativa ADR 2009.
Rivolto a: Tutti gli operatori coinvolti nel trasporto di rifiuti pericolosi in colli e cisterna. Aziende che effettuano il ritiro dei rifiuti industriali pericolosi. Aziende che producono rifiuti pericolosi.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Sesto San Giovanni
via Monte Grappa, 39, 20099, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Cosa impari in questo corso?

Rifiuti pericolosi
Rifiuti
Trasporto adr
Merci pericolose
Trasporto rifiuti
Responsabile RIFIUTI
Responsabile tecnico gestione rifiuti
Gestione Rifiuti Industriali
Frasi HP
ADR

Professori

Francesco Prestianni
Francesco Prestianni
Dott.

Programma

Definizione di RIFIUTO PERICOLOSO: secondo quale normativa?

  • Normativa Gestione Rifiuti: D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152
  • Normativa Trasporto Rifiuti Pericolosi: Accordo ADR Ed. 2011

I criteri di classificazione secondo il D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152:

  • L’elenco dei rifiuti: Codici CER
  • Le caratteristiche di pericolo: Frasi H.
  • Limiti di pericolosità

I criteri di classificazione secondo l’ADR:

  • Disposizioni per la Classe 3: Liquidi INFIAMMABILI
  • Disposizioni per la Classe 4.1: Solidi INFIAMMABILI
  • Disposizioni per la Classe 4.2: Materie soggette ad ACCENSIONE SPONTANEA
  • Disposizioni per la Classe 4.3: Materie che a contatto con l’acqua SVILUPPANO GAS INFIAMMABILI
  • Disposizioni per la Classe 5.1: Materie COMBURENTI
  • Disposizioni per la Classe 5.2: PEROSSIDI Organici
  • Disposizioni per la Classe 6.1: Materie TOSSICHE
  • Disposizioni per la Classe 8: Materie CORROSIVE
  • Disposizioni per la Classe 9: Materie PERICOLOSE PER L’AMBIENTE (le novità dell’ADR 2011)

Classificazione di rifiuti ai fini del trasporto(sostanze, miscele e soluzioni):

  • Criteri per l’assegnazione del pericolo primario (Classe)
  • Valutazione di eventuali rischi secondari
  • Valutazione sulla pericolosità per l’ambiente
  • Assegnazione del Numero ONU e del Gruppo di Imballaggio

Confronti tra le due normative relative alla classificazione dei RIFIUTI

  • Pericolosità di un rifiuto per il conferimento (D.Lgs. 152/2006) e la pericolosità ai fini del trasporto
  • Disposizioni particolari per la classificazione di rifiuti con composizione non esattamente conosciuta
  • Esempi di classificazione (Solventi esausti, fanghi, oli esausti ecc.)

Accordo Multilaterale M222

  • Deroghe a: Classificazione, Imballaggi, Segnalazione, Documentazione

Esercitazioni pratiche:

  • Classificazione di rifiuti pericolosi senza rischi sussidiari
  • Classificazione di rifiuti pericolosi con rischi sussidiari

Spazio riservato alle domande dei partecipanti

Test di valutazione apprendimento

Ulteriori informazioni

e nuoAlunni per classe: 10
Persona di contatto: Dott.ssa Elisabetta Elia

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto