Classificazione, caratterizzazione e gestione dei rifiuti: le nuove disposizioni nazionali ed europee ed i cambiamenti applicativi

Ambienteformazione
A Palermo

244 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Palermo
  • 7 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
Descrizione

Il corso, incentrato sulla complessa problematica della gestione dei rifiuti ed in particolare di quelli pericolosi. Il corso, articolato in lezioni magistrali per l’approfondimento teorico delle novità legislative ed in esempi pratici per la simulazione di situazioni reali, interviene a supporto sia di coloro che, nella fase di produzione o di detenzione dei rifiuti, hanno la responsabilità di provvedere alla corretta gestione degli stessi fino allo
smaltimento o recupero finale, sia di coloro che assolvono compiti di controllo e di notifica delle violazioni penali ed amministrative rilevate nelle predette fasi gestionali alle autorità competenti. A tal fine e nella considerazione che, anche sotto il profilo delle responsabilità, sono intervenute recentemente importanti modifiche al C.P. con la legge n. 68/2015 che introduce nuovi reati ambientali ed col d. lgs. n. 28/2015
riguardo alla non punibilità per speciale tenuità del fatto, la seconda parte del corso tratta il quadro generale delle responsabilità penali nella gestione dei rifiuti ed analizza le suddette modifiche, che hanno rilevanti ricadute, sotto il profilo delle competenze e delle responsabilità, sia per i soggetti responsabili di eventuali danni ambientali sia per i soggetti
preposti al controllo.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Palermo
Via Salvatore Puglisi, 15, 90143, Palermo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

L’obiettivo è quello di sviluppare la conoscenza e la competenza in merito alla gestione ed al controllo dei rifiuti (dalla produzione allo smaltimento), in concomitanza con le recenti innovazioni legislative nazionali e comunitarie.

· A chi è diretto?

Il corso si rivolge alle professionalità operanti in campo sanitario, ambientale, produttivo e libero professionale per gli ambiti di rispettiva competenza. L'evento è accreditato presso la Commissione Nazionale per la Formazione Continua (CNFC) per le seguenti professioni: Medico Chirurgo (discipline di riferimento: Biochimica Clinica, Laboratorio di genetica medica, Patologia Clinica, Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica); Biologo; Chimico; Tecnico sanitario laboratorio biomedico; Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Per la partecipazione all’evento è necessario il pagamento della quota d’iscrizione e la compilazione e l’invio, entro il 30 settembre 2015, del modulo d’iscrizione scaricabile dal sito. L’accettazione verrà confermata dalla Segreteria Organizzativa seguendo l’ordine d’arrivo delle schede d’iscrizione. L’iscrizione ai lavori scientifici comprende: kit congressuale, accesso ai crediti ECM, attestato di partecipazione. Nel caso di iscrizioni a carico di enti pubblici, l’iscrizione è da ritenersi completa con l’invio alla Segreteria Organizzativa della determina di impegno di spesa.

· Come posso iscrivermi al corso?

Scaricando e compilando la scheda d'iscrizione dalla pagina web www.ambienteformazione.it

Cosa impari in questo corso?

Gestione ambientale
Ambiente e rifiuti

Professori

Licia Siracusa
Licia Siracusa
Docente di Diritto Penale, Università degli Studi di Palermo

Luigi Librici
Luigi Librici
Dirigente Chimico, già Direttore del Dipartimento ARPA di Palermo

Programma

  • La responsabilità estesa del produttore/detentore nella gestione dei rifiuti a norma del D. Lgs. N. 152/2006: procedure operative e collegamenti al SISTRI;
  • Le modifiche introdotte dal Regolamento n.1357/2014/Ue e dalla Decisione 2014/955/Ce nella classificazione dei rifiuti ai sensi dell’art. 184 del D. Lgs. n. 152/2006;
  • L’individuazione dei criteri e delle modalità per la caratterizzazione dei rifiuti in relazione al ciclo produttivo da cui provengono;
  • L’applicazione del CLP (Classification, Labeling and Packaging / Regolamento CE n.1272/2008) e dell’ADR (Accord Dangereuses Route, Accordo per il trasporto su strada di merci pericolose) ai rifiuti in quanto sostanze o miscele: differenze tra la classificazione dei rifiuti relativa
    alla gestione e quella relativa al trasporto;
  • Le modalità di attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai rifiuti ai sensi del Regolamento n.1357/2014/Ue e della Decisione 2014/955/Ce: applicazioni pratiche;
  • Le responsabilità penali nella gestione dei rifiuti: profili generali;
  • Le recenti novità legislative: la legge n. 68/2015 e le prospettive applicative delle contravvenzioni ambientali alla luce del nuovo istituto della non punibilità per particolare tenuità del fatto.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto