Clinical Governance Core-curriculum (Medico / Medici / Infermiere / Infermieri / Uffici Di Staff / Ufficio Di Staff / Direzione Sanitaria / Dipartimento)

GIMBE
A Bologna

2.550 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Bologna
  • 96 ore di lezione
  • Durata:
    12 Giorni
  • Quando:
    06/02/2017
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Clinical Governance core-curriculum prepara ad acquisire strumenti, competenze e modelli organizzativi per introdurre il Governo Clinico nelle organizzazioni sanitarie, al fine di migliorare la qualità dell'assistenza in termini di efficacia, sicurezza, appropriatezza, efficienza, equità e partecipazione degli utenti.
Rivolto a: Direzione sanitaria medica ed infermieristica - Uffici di staff e tecnostrutture responsabili delle aree di programmazione e controllo, governo clinico, qualità, accreditamento - Direttori di dipartimento, area, programma speciale, direttori di distretto, direttori di struttura semplice o complessa - Professionisti coinvolti nella pianificazione, organizzazione e valutazione di servizi e prestazioni sanitarie, con particolare riferimento alla qualità dei servizi sanitari.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
06 febbraio 2017
Bologna
c/o Royal Hotel Carlton - Via Montebello, 8, Bologna, Italia
Visualizza mappa
9.00 - 13.00; 14.00 - 18.00

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Produzione e implementazione di percorsi assistenziali Pianificazione e conduzione di audit clinici Definizione di un set multi dimensionale di indicatori Attuazione di programmi di gestione del rischio

· A chi è diretto?

Professionisti coinvolti nella pianificazione, organizzazione, erogazione e valutazione di servizi e prestazioni sanitarie, con particolare riferimento alla qualità assistenziale e alla formazione-valutazione professionale

· Requisiti

Nessuno

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Nella progettazione e sviluppo dei corsi, oltre all'innovatività dei contenuti, particolare attenzione viene posta alla metodologia didattica, guidata dai principi che regolano l'apprendimento degli adulti, dalle prove di efficacia della ricerca educazionale e dallo sviluppo di strumenti standardizzati per valutare l'apprendimento dei professionisti sanitari.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Verrà contattato via mail il prima possibile. Tramite la mail verrà indirizzato al sito web in cui potrà effettuare una pre iscrizione (non vincolante al pagamento), utile per tracciare il suo interesse al corso.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Percorsi assistenziali
Audit clinici
Indicatori
Gestione del rischio

Professori

Nino Cartabellotta
Nino Cartabellotta
Presidente GIMBE

Esperto nazionale ed internazionale di Evidence-based Medicine, Clinical Governance, metotologia didattica, trasferimento dei risultati della ricerca al paziente individuale ed alle strategie di politica sanitaria. direttore del centro studi GIMBE

Programma

Il Curriculum si ottiene partecipando ai seguenti 4 Corsi ECM:

  • Strumenti e Strategie di Clinical Governance
  • Dalle Linee Guida ai Percorsi Assistenziali
  • Audit Clinico e Indicatori di Qualità
  • Dalla Gestione del Rischio alla Sicurezza dei Pazienti. Modulo Base

STRUMENTI E STRATEGIE DI CLINICAL GOVERNANCE

Obiettivi specifici

La valutazione multidimensionale della qualità assistenziale: sicurezza, efficacia, appropriatezza, equità, partecipazione degli utenti, efficienza

Gli strumenti del governo clinico: evidence-based practice, linee guida e percorsi assistenziali, valutazione delle tecnologie sanitarie, clinical audit, indicatori (struttura, processo, esito), sistemi informativi, database clinici e data warehouse, gestione del rischio clinico, formazione continua ed accreditamento professionale, coinvolgimento degli utenti

L’attuazione del governo clinico: impatto organizzativo, definizione delle priorità, valutazione e monitoraggio

PROGRAMMA

DALL’EVIDENCE-BASED HEALTH CARE AL GOVERNO CLINICO

Introduzione

Dall’Evidence-based Medicine all’Evidence-based Health Care, sino al Governo Clinico.

Efficacia ed appropriatezza degli interventi sanitari: riferimenti normativi nazionali e regionali .

La valutazione multidimensionale della qualità assistenziale: sicurezza, efficacia, appropriatezza, partecipazione degli utenti, equità, efficienza.

GLI STRUMENTI DEL GOVERNO CLINICO

Definizione degli standard

· Dalle linee guida ai percorsi assistenziali

· Il technology assessment

Monitoraggio della qualità tecnico-professionale

· L’audit clinico

· Indicatori di performance: struttura, processo, esito

Data management aziendale

· Limiti dei sistemi informativi aziendali

· Database clinici

La gestione del rischio clinico

· Cenni sul risk management

Formazione continua

Il coinvolgimento degli utenti

ATTUAZIONE DEL GOVERNO CLINICO

L’impatto organizzativo

· Modelli organizzativi per l’esercizio del Governo Clinico

· L’impatto degli obiettivi di Governo Clinico sul processo di budget

La definizione delle priorità

· Scelte allocative e metodologie per la definizione della priorità: gli strumenti di consenso formale

· Le categorie delle priorità: liste d’attesa, appropriatezza di setting assistenziale, interventi preventivi, terapeutici, riabilitativi, tecnologie diagnostiche, percorsi assistenziali integrati.

Valutazione e monitoraggio

· Criteri per la valutazione ed il monitoraggio dei progetti aziendali sul Governo Clinico

DALLE LINEE GUIDA AI PERCORSI ASSISTENZIALI

Obiettivi specifici

Valutare le dimensioni della qualità assistenziale: sicurezza, efficacia, appropriatezza, equità, partecipazione degli utenti, efficienza.

Utilizzare gli strumenti per ricercare, valutare criticamente, integrare ed aggiornare le linee guida. Acquisire le tecniche principali di consenso formale.

Analizzare il contesto locale nelle sue variabili strutturali, organizzative, tecnologiche e professionali. Adattare al contesto locale le raccomandazioni cliniche delle linee guida.

Costruire i percorsi assistenziali.

Pianificare strategie efficaci per la diffusione-implementazione dei percorsi assistenziali.

Conoscere gli strumenti (audit, indicatori) per valutare l’impatto dei percorsi assistenziali.

PROGRAMMA

Il Framework GIMBE®

  • Definizione delle priorità
  • Costituzione del Gruppo di Lavoro Aziendale Multiprofessionale (GLAM)
  • Ricerca delle linee guida (LG)
  • Valutazione critica e scelta della LG di riferimento
  • Integrazione della LG
  • Adattamento della LG e costruzione dei percorsi assistenziali (PA)
  • Pianificazione dell’aggiornamento dei PA
  • Definizione delle strategie di diffusione e di implementazione dei PA
  • Definizione degli strumenti per il monitoraggio dei PA: clinical audit e sistema degli indicatori

Linee Guida

Il ruolo delle linee guida nella evoluzione del SSN

- Programma Nazionale Linee Guida

- Sistema Lineeguida

- Programmi regionali

Definizioni

- consensus-based vs evidence-based guidelines

- procedure, processi, protocolli, percorsi, LG.

Metodologie di produzione delle EB guidelines:

- gruppo multiprofessionale

- processo esplicito di ricerca, valutazione e sintesi delle evidenze

- grading delle evidenze e forza delle raccomandazioni

- tecniche di consenso formale

Strumenti e strategie di ricerca bibliografica delle LG: banche dati e siti web nazionali ed internazionali.

Valutazione di qualità delle LG: lo strumento AGREE

Costruzione dei Percorsi Assistenziali

Fase 1. Analisi e mappatura del percorso esistente

Fase 2. Identificazione degli ostacoli all’applicazione delle raccomandazioni cliniche

- strutturali

- organizzativi

- tecnologici

- professionali

- altri ostacoli

Fase 3. Feedback con la direzione aziendale per valutare la rimozione degli ostacoli

Fase 4. Adattamento locale delle raccomandazioni cliniche

Fase 5. Costruzione del PA

- Procedure

- Professionisti

- Setting

- Timing

Metodologie di diffusione ed implementazione dei PA

Le strategie per modificare i comportamenti professionali

Cenni sulla valutazione d’impatto dei PA

- audit clinico

- indicatori

AUDIT CLINICO E INDICATORI DI QUALITA'

Obiettivi specifici

Classificare le tecnologie sanitarie e riconoscere le loro caratteristiche ed impatto

Identificare i fattori che influenzano la diffusione delle tecnologie sanitarie

Conoscere l’organizzazione delle attività internazioni e nazionali di HTA

Conoscere gli approcci, le dimensioni e la metodologia dell’HTA

Ricercare nelle banche dati specifiche i report di HTA prodotti dalle agenzie internazionali

Valutare criticamente gli HTA report e definire i criteri per l’adatamento locale

Sviluppare modelli organizzativi ed operativi di HTA

PROGRAMMA

Aspetti generali

La valutazione della qualità dell’assistenza sanitaria:

- nel processo di aziendalizzazione del SSN

- nell’era della Clinical Governance

Le dimensioni della qualità: sicurezza, efficacia, appropriatezza, equità, partecipazione degli utenti, efficienza

Audit Clinico

Elementi generali

- Definizioni

- Ostacoli e fattori facilitanti Struttura dell’audit clinico

- Definizione delle priorità

- Definizione degli standard assistenziali

- Confronto della pratica corrente con gli standard definiti

- Identificazione delle inappropriatezze

- Implementazione del cambiamento

- Verifica dell’efficacia del cambiamento Pianificazione, conduzione e report dell’audit clinico

- Dimensionamento del campione

- Scelta casuale del campione

- Realizzazione dei data collection forms

- Analisi dei dati

- Stesura dell’audit report

Indicatori

Aspetti generali

- classificazione: struttura, processo, esito

- vantaggi e svantaggi

- misurabilità e robustezza

Indicatori di struttura

- accreditamento-certificazione delle organizzazioni sanitarie

- competence professionale: the black hole

Indicatori di processo

- differenze tra procedura, processo e percorso

- appropriatezza professionale vs organizzativa

- definizione degli standard di appropriatezza Indicatori di esito

- classificazione: clinici, economici, umanistici

- le determinanti degli esiti di salute

- le interazioni tra struttura, organizzazione, competence professionale e processi nel determinismo degli esiti assistenziali

- le dissociazioni processo-esito

La costruzione del sistema multidimensionale di indicatori di qualità

Sistemi informativi aziendali: vantaggi e limiti

Database clinici

Indicatori di qualità e governance delle organizzazioni sanitarie

I sistemi di pianificazione, programmazione e controllo in sanità

Gli strumenti di controllo direzionale

La misurazione delle performances

- Le dimensioni della qualità

- Processi, input, output, outcome

- Misurare gli intangibles

- Il monitoraggio delle performances

- L’internal audit

L’integrazione degli indicatori di qualità con gli strumenti di programmazione

DALLA GESTIONE DEL RISCHIO ALLA SICUREZZA DEI PAZIENTI

OBIETTIVI SPECIFICI

Tipologie di rischio per una organizzazione sanitaria e relativi livelli di governo

Metodologie per la mappatura dei rischi ed il dimensionamento delle possibili conseguenze

Tassonomia e classificazione degli errori

Relazioni fra responsabilità/errori individuali, collettivi e di sistema nell’analisi degli eventi critici

Competenze personali e strumenti di sistema per la prevenzione e la protezione dal rischio di eventi

Metodi per la rilevazione, la classificazione, l’analisi ed il monitoraggio degli eventi “a rischio”

Profili giuridici di responsabilità

PROGRAMMA

Rischio ed Errori in Sanità

Il “rischio” nelle organizzazioni sanitarie: definizioni ed inquandramento generale

Il rischio clinico (clinical risk management) ed il rischio non clinico

L’errore nella pratica clinica:

- tassonomia e classificazione degli errori

- errori e clima organizzativo: le violazioni

Il livello organizzativo: insufficienze di sistema attive e latenti

Introduzione agli strumenti di analisi: root cause analysis

Esercitazione a piccoli gruppi

Mappatura ed analisi dei rischi

Overview di metodi e strumenti per la rilevazione, la classificazione e l’analisi degli eventi

Rilevazione degli eventi: metodologie per il reporting (rilevazione spontanea e di sistema)

Classificazione degli eventi

Ridurre la soglia del rischio: la prevenzione

- sicurezza e qualità delle cure: accreditamento (strutture, processi, professionisti)

- safe practices

- formazione del personale

Esercitazione a piccoli gruppi

Profili giuridici di responsabilità

Le fonti della responsabilità giuridica e l’inquadramento della figura del medico

Il contesto: responsabilità dell’Ente e comportamento dei singoli

L’assicurazione quale trasferimento a terzi del rischio

Metodi e strumenti per ridurre l’impatto del rischio:

- relazione medico-paziente: responsabilità “da contatto sociale”

- cartella clinica ed altri atti sanitari

- consenso informato

- responsabilità apicale e lavoro d’equipe

Esercitazione a piccoli gruppi


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto