Coaching: Consulente Aziendale

Bg Building
A Bologna

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Bologna
  • 16 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: A diventare professionista coaching in consulenza aziendale.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno.

Programma

Seminario corso Coaching: diventare Consulente Aziendale

Obiettivi

  • Costruire relazioni positive e finalizzate allo sviluppo delle competenze e delle performance
  • Adottare l’approccio, gli strumenti e le modalità di coaching più adeguate in relazione alle caratteristiche della situazione e dell’interlocutore
  • Sviluppare atteggiamenti e comportamenti efficaci per promuovere negli altri apprendimento, responsabilità, motivazione ed efficacia
  • Ridurre le cause di insoddisfazione che provocano turnover aziendale
  • Imparare a sponsorizzare l’autosviluppo e la crescita duratura di se stessi e dell’interlocutore.

Programma

  • Significato e natura della relazione di coaching
  • Scopo e benefici
  • Competenze relazionali del coach
  • Il Maximum Coaching® come leva di gestione e di crescita
  • La prima sessione ed il metodo “carpa”
  • La sessione di “maximum coaching”
  • Obiettivi e sottobiettivi
  • L’atteggiamento mentale del maximum coach
  • Resistenza al cambiamento
  • Stato presente – passi a.i.c®.- stato desiderato
  • Domande limitanti e Potenzianti
  • Posizioni percettive
  • Cambio di stato interiore
  • Nuove strategie di apprendimento
  • Il faccia a faccia finale

Approfondimenti

Diventare coach, nell’azienda in cui si è inseriti o come consulente esterno, vuol dire affiancare il professionista in un rapporto one to one mirato ai suoi bisogni e gestito con discrezione e neutralità.
Il coaching è una soluzione nuova e molto potente: un incontro a due, fatto su misura della persona che si ha di fronte, per il miglioramento della performance lavorativa o la crescita personale. In Italia solo da pochi anni si inizia a capire le potenzialità enormi di questo strumento.

Il Coaching è un approccio che tiene conto ed integra anche la cosiddetta “Learning organization”, poichè provoca un continuo processo di apprendimento e di applicazione concreta in reali capacità operative. Ecco infatti uno dei vantaggi: l’apprendimento continuo è integrato con la pratica lavorativa di ogni giorno. Il vero vantaggio competitivo delle organizzazioni è l’investimento sulla risorsa umana. L’organizzazione cresce quando crescono le persone che la compongono. Sono le stesse capacità sviluppate e apprese dai professionisti ad aumentare la sua competitività e penetrazione sul mercato.
Il Coach non sostituisce la persona nel prendere le decisioni ma si muove affinché il Coachee trovi la giusta direzione. Questo permetterà alle persone di acquisire consapevolezza e fiducia in se stessi e nei propri mezzi per imparare a gestire le più svariate situazioni.


Il Coach fa emergere e sviluppa potenzialità già presenti. Egli agisce da stimolo, dosando interventi e ascolto attivo, suggerimenti e domande che spostano l’attenzione del Coachee su se stesso. Ogni decisione deve scaturire, in ultima istanza, dal Coachee. Il Coaching non è un colloquio improvvisato né un pacchetto preconfezionato. E’ invece un rapporto che, dopo avere stabilito gli obiettivi , si costruisce sulla fiducia tramite l’ascolto attivo, il rispetto, l’attenzione. Fino alla fine dell’incontro, con gli ultimi passi: la sintesi e la pianificazione.

Docente
Luciano Ruggeri,Trainer esperto in Comunicazione Assertiva
Unisce l’esperienza maturata sul campo ad una competenza e professionalità acquisita in oltre 20 anni di consulenza e formazione nell’area delle Risorse Umane.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto