Come Migliorare la Comunicazione nei Disturbi dello Spettro Autistico

S.E.F Editing
A Salerno

380 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Salerno
  • 20 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: N.Infantili, Logopedista,Psicologo, Fisioterapista, Tnpee, Ed.Professionale, T.occupazionale,Audiologo,Foniatra, Studente, Insegnante Genitore.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Salerno
Via Vic. Giovi S. Nicola , Salerno, Italia
Visualizza mappa

Professori

Matilde Salerno
Matilde Salerno
Docente di scuola media referente del G.I.H.I. di Salerno

MICHELA FIGINI MYERS
MICHELA FIGINI MYERS
DOCENTE

Programma

Titolo “SISTEMA PECS- COME MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO”

Finalità

Sviluppato nel 1985 da Andy Bondy, Ph.D. e Lori Frost, M.S.,CCC/SLP, il PECS (Picture Exchange Communication System - Sistema di comunicazione per scambio di simboli) è un metodo di comunicazione alternativa e aumentativa per individui con disordini della comunicazione e del linguaggio, tra cui individui con disordini dello spettro autistico e disabilità correlate. Inizialmente utilizzato al Delaware Autistic Program (Delaware, USA), il PECS è attualmente riconosciuto a livello internazionale principalmente per l’enfasi posta sulla presa di iniziativa nell’atto comunicativo.

Il protocollo delPECS parte con l’insegnare all’individuo a scambiare un’immagine di un oggetto o attività desiderato/a con un “partner comunicativo” (l’interlocutore), che immediatamente fornisce l’item richiesto. Il sistema continua poi con l’insegnamento della discriminazione tra varie immagini e della costruzione di frasi con immagini. Nelle fasi più avanzate, gli studenti apprendono a rispondere a domande e a commentare sull’ambiente circostante.

Il protocollo delPECS è basato sull’opera di Skinner Verbal Behavior (Il comportamento verbale), e operanti verbali funzionali vengono insegnati allo studente utilizzando strategie di prompt e di rinforzo che porteranno alla comunicazione indipendente e spontanea. Non vengono utilizzati prompt vocali per evitare dipendenza da tali prompt e arrivare rapidamente alla spontaneità. Le strategie didattiche utilizzate sono interamente basate su principi dell’ABA (Applied Behavior Analysis), che vanno dall’uso di rinforzi motivanti per lo studente a strategie efficaci per la correzione di errori, a formati di lezione vari (discreti, sequenziali) legati al tipo di abilità che viene insegnata nelle varie fasi del protocollo.

Il PECS è stato e viene utilizzato con successo con individui con una gran varietà di difficoltà comunicative, cognitive e motorie. Alcuni individui che utilizzano il PECS sviluppano eventualmente anche il linguaggio, altri passano a sistemi di comunicazione con output vocale. Gli studi di ricerca che supportano l’efficacia delPECS continuano ad aumentare, con ricerche provenienti da numerosi paesi del mondo.

LE SEI FASI DEL PECS

PRIMA FASE

Come comunicare

Lo studente apprende a scambiare un’immagine singola per item di interesse.

SECONDA FASE

Distanza e insistenza

Sempre utilizzando immagini singole, lo studente apprende a generalizzare questa nuova abilità comunicativa utilizzandola in ambienti vari, con persone diverse e a distanza variata dall’interlocutore. Lo studente apprende inoltre a persistere negli scambi comunicativi anche nei casi in cui l’interlocutore sia distratto o a una certa distanza.

TERZA FASE

Discriminazione

Lo studente apprende a selezionare un’immagine tra due o più immagini di item graditi. Le immagini vengono collocate all’interno di un libro di comunicazione (tipo quaderno ad anelli). Si insegna allo studente a portare con sè questo libro e ad aprirlo per individuare le immagini di ciò che desidera.

QUARTA FASE

Costruzione di frasi

Lo studente apprende a costruire semplici frasi su una striscia di plastica rimovibile, utilizzando un simbolo per “Voglio”, seguito dal simbolo dell’item che vuole richiedere.

ATTRIBUTI ED ESPANSIONE DEL LINGUAGGIO

Lo studente impara ad espandere le frasi utilizzate aggiungendo aggettivi, verbi e preposizioni.

QUINTA FASE

Richiesta in risposta a domande

Lo studente apprende a utilizzare il PECS per rispondere alla domanda “ Cosa vuoi?” ( e simili )

SESTA FASE

Commenti

Lo studente impara a commentare in risposta a domande tipo “ Che cosa vedi? “, “ Cosa senti? “, “ Che cos’e’?”, utilizzando simboli per verbi di inizio frase ( “ Vedo “, “ Sento “, “ E’ “, ecc. )

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : bonifico bancario

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto