Comunicazione e Gestione Dei Conflitti

Associazione culturale Sconfinando
A Roma

275 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 24 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso intende abilitare i partecipanti all'uso delle Skill education, intense quale capacità comunicative e relazionali utili a ridurre i fattori di stress ed i conflitti che ne derivano. Per la sua peculiare modalità formativa è particolarmente adatto a coloro che intendono promuovere un nuovo modo di entrare in relazione con l'altro , sia nella sfera privata che in quella socio-professionale.
Rivolto a: Educatori, Insegnanti, Dirigenti, Quadri, Psicologi, Assistenti sociali, Counsellor, e chiunque desideri apprendere nuova modalità di gestione delle relazioni interpersonali.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Paestum 1, 00174, Roma, Italia
Visualizza mappa

Professori

Fabio Olivieri
Fabio Olivieri
Educatore, formatore in metodologie autobiografiche

Mario Meringolo
Mario Meringolo
Docente presso lo I.A.C.P

Formatore presso l'istituto dell'approccio centrato sulla persona, fondato da Carl Rogers, Charles Devonshire e Alberto Zucconi

Programma

Descrizione


Comunicazione efficace e Gestione dei conflitti
è un corso di formazione indirizzato a manager e quadri intermedi finalizzato all’acquisizione di quelle competenze necessarie per gestire in modo efficace i conflitti che comunemente caratterizzano le relazioni interne ad una azienda. Si prefigge di sviluppare o migliorare la sensibilità e le competenze necessarie per affrontare con successo i complessi e molteplici aspetti della vita relazionale e comunicativa che inevitabilmente si intrecciano con la vita lavorativa.

Il corso è basato sul principio secondo il quale i conflitti sono inevitabili, sono uno stato della relazione. Non altrimenti inevitabili sono le conseguenze distruttive di essi. Al contrario, è utile considerare che da conflitti ben gestiti è possibile derivare risultati produttivi e innovativi che consentono spesso alle organizzazioni di guadagnare vantaggio competitivo. Spesso, inoltre, i conflitti sono il sintomo, non la causa, di disfunzionalità nascoste che possono avere conseguenze nocive e spesso irrimediabili qualora esse non siano individuate e risolte per tempo. Noi tutti abbiamo provato lo stress derivante da conflitti non risolti con i nostri colleghi di lavoro. I conflitti ignorati o malamente risolti non spariscono – anzi fanno sì che le persone provino rancore, evitandosi l’un l’altro.

Questo corso aiuta non solo a comprendere la natura dei conflitti e a gestirli. Consente anche di ampliare quell'area delle relazioni interpersonali che, se liberata dai problemi generati da una comunicazione inefficace, può realmente trasformarsi in area produttiva, basata su un principio di partecipazione collaborativa inteso come rispetto dei bisogni di tutti e definito spesso come "approccio vinci-vinci" alla risoluzione dei problemi. Il concetto che è alla base del metodo proposto è infatti che non esistono conflitti basati su bisogni contrastanti ma solo su soluzioni inadeguate che conducono una delle parti coinvolte a sentirsi non riconosciuta, non apprezzata, e di conseguenza delusa, deprivata, demotivata e spesso umiliata. Le conseguenze sono gravi per il buon funzionamento del sistema delle relazioni e delle comunicazioni interne e si traduce in stress, riduzione della produttività, dell'efficacia e spesso ha come effetto danni misurabili come aumento di assenteismo, di malattie e di turnover non previsto.


Obiettivi

Obiettivi generali

Lo scopo principale del corso Comunicazione efficace e gestione dei conflitti è quello di sviluppare ed affinare la competenza relazionale dei partecipanti di ogni ordine e grado. Vuole formare “persone efficaci” nella comunicazione e relazione, intendendo per efficacia la capacità di esercitare una effettiva, concreta influenza sull’altro senza far ricorso all’uso del potere.

Obiettivi specifici

Gli obiettivi del corso possono essere chiaramente compresi se si fa riferimento alle seguenti competenze relazionali che i partecipanti hanno l’opportunità di apprendere e che costituiscono di fatto il contenuto del corso:

  • Osservare e descrivere oggettivamente il comportamento, proprio e degli altri,evitando l’uso di etichette, valutazioni e giudizi personali fuorvianti.
  • Identificare le aree problematiche ed apprendere ad attribuire correttamente, in situazioni conflittuali, la competenza dei problemi a noi o agli altri al fine di individuare una via di soluzione.

  • Apprendere nuove e più efficaci modalità di ascolto e comprensione empatica al fine di avviare in modo utile una relazione di aiuto.
  • Confrontarsi positivamente e produttivamente con gli altri, specialmente nelle situazioni in cui gli altri hanno comportamenti per noi “inaccettabili”, esprimendo in modo chiaro e congruente fatti, pensieri e sentimenti.
  • Esprimere liberamente le proprie emozioni e le proprie opinioni senza ferire o ingannare l’altro.
  • Saper integrare le capacità di ascolto e di confronto precedentemente apprese.
  • Apprendere come e quando impiegare metodi “democratici” nella risoluzione dei conflitti, al fine di individuare soluzioni comuni che rispondano ai bisogni di tutte le parti in causa.
  • Offrire opzioni efficaci a risolvere le collisioni di valori.

Metodologia

I partecipanti al corso apprenderanno:

  • a riconoscere che il conflitto è inevitabile, immancabile – persino salutare: l’esistenza del conflitto non è il problema, ma piuttosto la sua risoluzione.
  • a identificare i conflitti sul posto di lavoro.
  • ad ascoltare i punti di vista dell’altro per comprenderli meglio e migliorare le relazioni di lavoro.
  • ad esprimere apertamente e sinceramente bisogni e problemi senza essere per questo biasimati, criticati o additati.
  • ad impiegare un metodo sperimentato (il Metodo III o metodo senza perdenti) per risolvere i conflitti in modo tale da identificare con chiarezza i bisogni (non le soluzioni specifiche) e trovare soluzioni nuove e più creative attraverso la partecipazione del gruppo.
  • a mediare controversie tra i colleghi di lavoro.

L'apprendimento è facilitato da lezioni interattive, esercitazioni guidate, dimostrazioni, role-play supervisionati e discussioni di gruppo


Risultati attesi

  • riduzione del tempo speso a riferire dei disaccordi e dei conflitti tra colleghi, dedicandone, invece, una quantità maggiore al lavoro produttivo.
  • riduzione dello stress poiché problemi e conflitti vengono affrontati e risolti anziché ignorati o evitati.
  • maggiore apertura della comunicazione e migliori relazioni interne, perché i lavoratori si sentono più a loro agio nell’esprimere i propri disagi e nel gestire nel rispetto reciproco le conseguenze delle diversità di opinioni, valori, aspettative.

Contenuti e modalità di svolgimento

  • I metodi “vinci-perdi” per trattare i conflitti
  • Identificare gli effetti del potere
  • I meccanismi di coping: lotta, fuga e sottomissione
  • Gli ostacoli alla comunicazione
  • L’Ascolto Attivo
  • Comunicare in prima persona
  • Il confronto efficace
  • Distinguere i bisogni dalle soluzioni
  • Il metodo in 6 fasi per la risoluzione dei conflitti senza perdenti
  • Problematiche psico-sociali correlate allo stress: principali patologie legate allo stress da lavoro correlato
  • Lo stress: eustress e distress. Lo stress da lavoro correlato dallo stress quotidiano: fattori esterni e interni nel lavoratore. Le soglie soggettive di adattamente allo stress da lavoro correlato
  • L’importanza di un ambiente di lavoro orientato alla Promozione della Salute e del benessere per l’individuo


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto