La Comunicazione Strategica per i professionisti della Salute

Coach For Change
A Roma
  • Coach For Change
Prezzo Emagister

280 € 200 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario intensivo
  • Roma
  • 16 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Emagister.it presenta il corso La Comunicazione Strategica per i professionisti della Salute, offerto da Coach For Change e rivolto a operatori della salute, medici, chirurghi, assistenti domiciliari, fisioterapisti, osteopati, dietologi, naturopati, nutrizionisti, omeopati, farmacisti, operatori del settore socio-sanitario e a tutti coloro che interagiscono direttamente con i pazienti e/o i familiari.

Il corso, della durata di 16 ore da svolgere in aula, ha come obiettivo quello di fornire la tecniche di comunicazione strategica in ambito di cura e di biochimica, correggendo gli errori più comuni per rendere il paziente partecipe, consapevole e protagonista della scelta.

Il programma del corso tratterà la relazione tra medicio e paziente dal primo approccio fino al l’individuazione della giusta strategia per arrivare all’obiettivo, costruendo le capacità relazionali in base allo stato emotivo e alle finalità. Si imparerà ad evitare gli errori più comuni nella relazione e nella gestione del tempo ma anche a comprendere l’importanza del rituale terapeutico, dell’effetto placeo e dell’unità corpo-mente. Si passerà poi alla gestione delle emozioni, alla prevenzione e alla comunicazione di diagnosi infauste, nonchè a quella tra operatori sanitari e strutture.

Informazione importanti

Prezzo per gli utenti Emagister: La promozione è valida per chi si iscrive entro il 14 novembre. L'iscrizione s'intende perfezionata col pagamento. Nel caso il corso non si tenga per fatti relativi al Centro sarà restituita l'intera quota.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Roma
Via Boezio, 6, 00192, Roma, Italia
Visualizza mappa
Dalle 10.00 alle 19.00 Sia sabato che domenica

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Imparare la Comunicazione Strategica in ambito di cura. Correggere gli errori più comuni. Recuperare la compliance, il paziente che segue le prescrizioni. Il paziente partecipe e protagonista della scelta terapeutica (l'autentico consenso informato). Costruire una relazione che guarisce anche in senso quantistico e gratifichi il professionista. Riscoprire l'unità corpo-mente e l'influenza della comunicazione a livello biochimico. Un paziente soddisfatto sarà anche grato e un medico sereno sarà anche più lucido, competente ed efficace.

· A chi è diretto?

Operatori della salute, medici, chirurghi, assistenti domiciliari, fisioterapisti, osteopati, dietologi, naturopati, nutrizionisti, omeopati, farmacisti, operatori del settore socio-sanitario e a tutti coloro che interagiscono con il paziente e/o i familiari.

· Requisiti

Lavorare nell'ambito della cura a diretto contatto con il paziente e/o i familiari. Studenti di Medina, medicina alternativa.

· Titolo

La Comunicazione Strategica per i Professionisti della Salute.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il corso sarà interattivo garentendo ai partecipanti non solo di conoscere le tecniche della Comunicazione Strategica applicate al paziente ma anche di imparare ad applicarle attraverso simulate etc. Il costo comprende una sessione individuale di coaching per mettere a punto una strategia adatta a ciascun professionista, la sua specifica disciplina e la sua particolare clientela. La sessione si svolgerà presso lo Studio della Dr.ssa Tiziana Colozza in via Boezio,6 Roma, oppure via Skype per i non residenti. Oltre alle dispense i partecipanti riceveranno l'ebook "Il tocco, il rimedio, la parola: La comunicazione tra medico e paziente come strumento terapeutico" Roberta Milanese e Simona Milanese.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Appena riceveremo la tua richiesta sarai contattato direttamente dal docente del corso che ti indicherà le modalità d'iscrizione e risponderà a tutti i tuoi quesiti.

· Qual è la modalità delle lezioni?

Le lezioni frontali saranno sempre interattive e intervallate da simulate e role playing in modo da garantire un reale apprendimento nell'ambito del corso stesso. I partecipanti sono invitati a proporre casi concreti, quelli pervenuti almeno 2 settimane prima l'inizio del corso saranno trattati sicuramente, gli altri solo se ci sarà tempo.

Cosa impari in questo corso?

Strategie di comunicazione
Tecniche di comunicazione
Comunicazione diretta
Comunicazione efficace
Comunicazione esterna
Gestione dell'Informazione e della comunicazione
Psicologia della comunicazione
Biochimica clinica
Gestione del tempo
Diagnosi psicologica
Prevenzione

Professori

TIZIANA COLOZZA
TIZIANA COLOZZA
postgraduate Problem Solving e Coaching Strategico Giorgio Nardone

Postgraguate in Problem Solving e Coaching Strategico col Prof. Giorgio Nardone. NeuroEnnegramCoach, ha studiato Enneagramma in Spagna dove continua a formarsi. Laurea magistrale in Giurisprudenza La Sapienza Roma. Esperienza ventennale come Avvocato del Foro di Roma. Si è occupata di Formazione continua per gli Avvocati, per l'Ordine di Roma e per Società Private. I suoi corsi sono stati accreditati dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma, hanno ottenuto il Patrocinio Ordine Avvocati Milano, Unicef, Telefono Azzurro, Società di Psicologia Giuridica.

Programma

La relazione tra il professionista della salute e il paziente è particolarmente delicata in quanto tratta contenuti molto personali e arriva fino al contatto fisico.
Visto il contesto, spesso tra sconosciuti, è realmente importante che il professionista sia capace di instaurare una relazione di apertura e fiducia. Non bastano le competenze tecnico-scientifiche, occorrono specifiche competenze relazionali e di comunicazione.

Il corso sopperisce alle carenze formative attuali. Inoltre, una comunicazione efficace è essenziale per recuperare la compliance del paziente. Grazie alla divulgazione scientifica soprattutto via internet, il paziente odierno è particolarmente informato e spesso critico. Oggi il paziente vuole essere partecipe delle scelte terapeutiche, cosa che gli viene garantita dal cd consenso informato. Spesso questo strumento, previsto dalla legge, viene ridotto a mera pratica burocratica, lasciando il paziente semplice oggetto del trattamento terapeutico.

Sul punto è intervenuta perfino l'OMS affermando l'importanza della compliance del paziente, arrivando a dire che, molte volte, questa supera in efficacia la stessa terapia.

Scopo del corso è che il professionista acquisisca reali capacità di comunicazione strategica funzionali al proprio ruolo.

La storia della medicina ci ricorda come le abilità relazionali-comunicative hanno un'effettiva forza terapeutica. Un tempo le conoscenze tecnico-scientifiche erano molto scarse e quel che contava era la capacità di ascolto, l'empatia, la perspicacia e una ritualità quasi sciamanica. Ebbene, a dispetto della scienza medica ufficiale, molto spesso le persone guarivano. Finalmente questo processo di guarigione e' ampiamente dimostrato dalla fisica quantistica applicata alla salute e dall'Epigenetica.

D'altra parte, oggi è proprio la scienza a ricordarci l'importanza terapeutica dell'unità corpo-mente. La fisica quantistica pone l'accento sulla "coscienza" (consapevolezza di sè come essere cosciente) come creatrice della realtà soggettiva.
Se il paziente non avesse una intrinseca forza di autoguarigione nessun trattamento sarebbe realmente efficace. Ciò è comprovato da quanti "decidono" di non guarire. Non esistono malattie inguaribili bensì uomini inguaribili (Paracelso).

Infine, la comunicazione strategica è utile al medico stesso. I dati ufficiali parlano di ca il 50% dei medici colpiti da burnout, proprio a causa di una professione stressante con scarsa soddisfazione professionale e relazionale.

Se l'errore medico viene spesso accettato con fatalismo, lo stesso non accade con la carenza di informazione (si pensi agli effetti collaterali), di empatia e comprensione soprattutto quando si tratta di donne, bambini, anziani, disabili.

Quindi il corso è orienato ai principi dell'etica biomedica moderna che pone l'accento sull'autodeterminazione del paziente e sul suo benessere generale. Principi che si basano su una comunicazione funzionale che soddisfi le esigenze dei due lati della cura: il paziente e il medico. Si tratta di imparare a costruire terapie condivise, umane, funzionali ed efficaci da una parte e dall'altra restituire al medico il ruolo e il rispetto che ha avuto per quasi 2 millenni.

TEMI TRATTATI:

  • La relazione col paziente. Dalla sala d'attesa all'anamnesi, all'esame obiettivo. La narrazione per andare al di là dei sintomi dichiarati.
  • Costruire capacità relazionali essendo consapevoli del proprio vissuto, del proprio stato emotivo, delle proprie finalità e del proprio dialogo interno.
  • Gli errori più comuni nella relazione col paziente.
  • La gestione del tempo. Avere fin dall'inizio un quadro preciso ed affidabile fa risparmiare tempo e riduce gli errori durante il percorso.
  • L'importanza del rituale terapeutico. Effetto placebo e l'unità corpo-mente. Epigenetica e fisica quantistica applicata alla medicina.
  • Ottenere la compliance del paziente.
  • L'ascolto attivo, gestire le emozioni del paziente e le sue resistenze.
  • Costruire l'accordo sulla strategia terapeutica. Comunicare costi e benefici delle varie alternative terapeutiche.
  • La prevenzione con un approccio olistico e gli stili di vita (fumo, alimentazione, esercizio fisico, training autogeno e meditazione).
  • Comunicare diagnosi infauste.
  • La comincazione tra operatori sanitari e la struttura.
  • Casi particolari. Donne, bambini, anziani, disabili.
  • Come gestire l'errore medico.
  • Il ruolo "onniscente" del clinico. La prevenzione, l'ipocondria, decidere sulla propria salute.
  • I vantaggi per il professionista. Prevenire il burnout e costruire relazioni funzionali per avere un cliente partecipe, soddisfatto e, dunque, grato.


Ulteriori informazioni

Il Corso sopperisce alle evidenti carenze dei corsi universitari e conferisce ai professionisti della salute specifiche abilità comunicative nella relazione medico-paziente. La Comunicazione efficace è indispensabile per recuperare la compliance del paziente (sul tema OMS) , per istaurare una relazione capace di influire sull'unità corpo-mente e implementare la guarigione, per ottenere un reale consenso informato, per influire sulle abitudini di vita del paziente, etc. Le Medical Humanities hanno messo in rilievo come il progresso tecnologico e farmaceutico abbiano impoverito la relazione umana col paziente, parcellizzato nei suoi organi o, perfino, identificato con la patologia. Dall'altra parte la Fisica Quantistica applicata alla Medicina e l'Epigenetica hanno riportato l'attenzione sull'unità corpo-mente e reso necessario il saper comunicare in modo terapeutico, come facevano gli sciamani o il vecchio medico condotto. Si tratta di scoperte scientifiche rivoluzionarie e che non possono più essere taciute, visto che ormai stanno raggiungendo il grande pubblico.