Conservazione dei beni culturali

Università degli Studi di Udine
A Udine

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Udine
Descrizione

Dipartimento di riferimento del corso di studio: Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale

L’offerta didattica dell'Università di Udine si distingue per i suoi corsi legati allo sviluppo della società e delle nuove professioni. L’ateneo di Udine offre, inoltre, la Scuola Superiore, istituto d’eccellenza per il conseguimento della laurea magistrale, cui accedono per concorso i migliori studenti italiani e stranieri.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Udine
Via Palladio 8, 33100, Udine, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Conservazione dei beni culturali
Beni culturali
Conservazione

Programma

Dipartimento di riferimento del corso di studio: Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale

Obiettivi formativi

Il Corso di Laura triennale in Conservazione dei beni culturali si propone di fornire ai propri laureati:

–  adeguate conoscenze e capacità di comprensione generali nel campo di studi dell’archeologia (in tutte e tre le più consuete articolazioni cronologico/areali: a. preistorico-protostorica e preclassica; b. classica; c. tardoantica e medioevale), dell’archivistica e della biblioteconomia, della storia dell’arte (medioevale, moderna e contemporanea). Tali conoscenze e capacità saranno loro necessarie per affrontare con un alto grado di autonomia gli studi successivi di carattere specialistico che danno accesso alle figure professionali con compiti di responsabilità nei settori indicati (Archeologi, Archivisti, Bibliotecari, Storici dell’arte), presso istituzioni pubbliche e private (Musei, Biblioteche, Archivi, Centri di Ricerca, Fondazioni, Imprese Editoriali, Centri di restauro etc.);

–  la capacità di applicare tali conoscenze e capacità di comprensione a livello professionale, per quanto riguarda la gestione, la conservazione, il restauro, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio storico-archeologico, archivistico-librario, storico-artistico e audiovisivo, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie telematiche e digitali, al fine di consentire l’accesso a quelle attività complementari e di collaborazione di cui vi è crescente richiesta nei settori della conservazione dei beni culturali tanto pubblici quanto privati.

L’offerta formativa del corso prevede perciò attività di base volte a fornire conoscenze generali di carattere storico-scientifico, attività maggiormente caratterizzanti che assicurano competenze tecniche per quanto riguarda soprattutto l’attività di scavo (per il settore archeologico), la raccolta, la catalogazione, la fruizione, la valorizzazione dei beni culturali, e infine numerose discipline specialistiche che completano la formazione con quelle conoscenze pratiche sui beni culturali considerati minori, che spesso sono proprio l’oggetto privilegiato della domanda di collaborazione tecnico-scientifica da parte delle istituzioni dedicate alla conservazione del patrimonio culturale.

Per meglio conseguire i suoi obiettivi formativi il corso si articola nei seguenti curricula, atti a soddisfare specifiche esigenze culturali e professionali:

–   Curriculum ARCHEOLOGICO

–   Curriculum ARCHIVISTICO-LIBRARIO

–   Curriculum STORICO-ARTISTICO

–   Curriculum STUDI ITALO FRANCESI – PROFESSIONI DELLA CULTURA E DEI BENI CULTURALI (laurea bilaterale fra l’Università degli Studi di Udine e l’Université Blaise Pascal di Clermont-Ferrand).

Agli studenti che concluderanno il curriculum di Studi Italo-Francesi, rivolto al settore degli studi storico-artistici, viene rilasciato un titolo congiunto (licence binationale / joint bachelor’s degree) con l’Université Blaise Pascal di Clermont-Ferrand sulla base di un’apposita convenzione tra gli Atenei partners. Tali studenti potranno usufruire, presentando l’apposita domanda, delle borse Erasmus disponibili per il soggiorno presso l'università francese Sbocchi professionali

I ruoli professionali cui il titolo potrà dare sbocco corrispondono ad attività lavorative e professionali in ambito:

– archeologico: attività professionali di collaborazione presso istituzioni quali Soprintendenze e musei; attività di assistenza e supporto nel restauro, nel rilievo di monumenti, nella fotografia archeologica, nel disegno tecnico per l’archeologia, nelle funzioni operative sul cantiere di scavo, nella preparazione di campioni per le analisi chimico-fisiche, nella classificazione e schedatura di reperti o nell’elaborazione informatica dei dati archeologici;

– archivistico-librario: attività inerenti l’archiviazione, la catalogazione e la gestione dati all’interno di archivi storici, contemporanei e di aziende o industrie, di biblioteche e di centri di documentazione, nonché nel settore dell’editoria, del commercio librario e della comunicazione, presso aziende e cooperative che gestiscano la catalogazione, l’organizzazione o l’apertura al pubblico di raccolte documentarie, anche con scopi didattici e di promozione culturale;

– storico-artistico: attività professionali di collaborazione presso istituzioni, quali Soprintendenze, musei, enti locali, oltre a imprese e cooperative di servizi attive nei settori della catalogazione, dell’editoria, dell’organizzazione di mostre e manifestazioni culturali, della pubblicità e della divulgazione, anche mediante strumenti informatici e telematici, del turismo e della valorizzazione dei beni culturali.

Ulteriori opportunità d’impiego possono inoltre individuarsi nella partecipazione ad organismi e unità di studio, di ricerca, di conservazione del patrimonio storico-archeologico, archivistico-librario o storico-artistico e nella relativa attività di divulgazione e promozione in ambito scolastico, editoriale e turistico.

 

Se sei già iscritto al corso di laurea: informazioni su orari, programmi e didattica

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto