Conservazione e gestione dei Beni culturali

Università degli Studi di Trento
A Trento

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Trento
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Trento
via Belenzani, 12 I, 38100, Trento, Italia
Visualizza mappa

Programma

Gli obiettivi formativi specifici del Corso di laurea consistono nella preparazione di ricercatori, tecnici, manager, funzionari e altre figure professionali con competenze integrate nei settori della storia dell'arte e dell'archeologia. I laureati dovranno pertanto essere esperti nel campo della metodologia della ricerca archeologica e storica, con abilità nei settori della gestione e della conservazione del patrimonio artistico, documentario, musicale e dello spettacolo, con competenze organizzative nell'ambito dei beni culturali. I laureati dovranno quindi coniugare la conoscenza delle metodologie teoriche e pratiche relative ai settori archeologico e storico-artistico (ivi comprese nozioni informatiche e di gestione e valorizzazione di beni artistici, documentari e musicali) con le competenze di progettazione, di promozione e di gestione dei beni culturali nelle singole realtà locali, anche con l'ausilio delle nuove tecnologie multimediali.

Il corso di laurea è interclasse (LM-2, LM-89). Il piano di studi comprende attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze avanzate nei campi dell'analisi, della ricerca, della promozione, comunicazione e gestione dei prodotti culturali, connettendo i vari saperi specialistici (culturali, tecnici e giuridici) all'interno di un sistema coerente di conoscenze teoriche.

Obiettivi formativi qualificanti della classe LM-89 Storia dell'arte

I laureati devono:

- possedere avanzate competenze sia di carattere storico che metodologico ai fini della ricerca e dell'esegesi critica nelle diverse aree e nei diversi settori cronologici relativi allo sviluppo delle arti (architettura, pittura, scultura, arti applicate) dal Medioevo all'Età contemporanea;

- possedere conoscenze teoriche e applicate dei problemi della conservazione, gestione, promozione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico e delle sue istituzioni;

- aver approfondito le problematiche specifiche relative alla storia e alla conservazione di uno specifico settore artistico;

- essere in grado di utilizzare pienamente i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza e in particolare in ordine alla catalogazione e documentazione dei beni storico-artistici e dei relativi contesti;

- essere in grado di utilizzare correntemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Obiettivi formativi qualificanti della classe LM-2 Archeologia

I laureati devono:

- possedere competenze sia nelle nuove metodologie e tecniche dell'archeologia sia nelle tradizionali discipline storiche, filologiche e artistiche.

- possedere avanzate competenze scientifiche, teoriche, metodologiche e operative inerenti al settore dell'archeologia nelle età preistorica e protostorica, antica e medievale, supportate da conoscenza della storia e delle fonti scritte antiche;

- possedere competenze nel settore della gestione, conservazione e restauro del patrimonio archeologico, artistico, documentario e monumentale;

- possedere abilità nell'uso degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza, con particolare riferimento alle operazioni di rilievo dei monumenti e delle aree archeologiche, classificazione dei reperti, elaborazione delle immagini, gestione informatica dei testi scientifici;

- possedere la capacità di usare correntemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Ai fini dell'accesso alla Laurea magistrale in Gestione e conservazione dei beni culturali gli studenti dovranno essere in possesso di titolo di studio idoneo e aver conseguito almeno 60 crediti nelle discipline L-FIL-LET, L-ART, L-ANT, M-STO e, in particolare, almeno 18 crediti nelle discipline L-ART o L-ANT. Lo studente che non sia in possesso dei crediti previsti per l’accesso potrà conseguirli mediante l’iscrizione a corsi singoli di livello triennale.

La verifica della personale preparazione dello studente si svolgerà mediante un colloquio volto ad accertare competenze di base d’ambito informatico e la conoscenze di almeno una delle seguenti lingue straniere: francese, inglese, spagnolo, tedesco.

Il Corso di laurea prevede sbocchi occupazionali, con funzioni di elevata responsabilità, in:

- istituzioni specifiche quali musei e sovrintendenze e in attività professionali di consulenza specialistica per settori dell'industria culturale e dell'educazione alla conoscenza del patrimonio storico-artistico;

- istituzioni preposte alla conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, come Soprintendenze e musei;

- organismi e unità di studio e di ricerca, di conservazione del patrimonio archeologico, artistico, documentario e monumentale presso enti e istituzioni, pubbliche e private (quali Comuni, Province, Regioni, fondazioni);

- società, cooperative e altri gruppi privati in grado di collaborare in tutte le attività, dallo scavo alla fruizione pubblica, con gli enti preposti alla tutela del patrimonio archeologico;

- attività dell'editoria, della pubblicistica e di altri media specializzati in campo archeologico.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto