Consulente Tecnico in Infortunistica Stradale

Silvestrini Service
A Piazza Garibaldi

1.700 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Piazza garibaldi
  • 100 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Perito in infortunistica stradale è colui che viene chiamato a studiare un infortunio stradale a causa di un incidente, la cui valutazione implica la ricostruzione delle dinamiche degli eventi accidentali. In una causa di incidente stradale, spetta al Perito in infortunistica stradale di rilevare attraverso gli esami, le analisi, la determinazione dei punti critici del sinistro nonché dalle prove meccaniche sulla deformazione dei materiali, la valutazione economica del danno.
Rivolto a: Il corso di formazione in Perito in infortunistica stradale è rivolto a tutti coloro, già nel campo e/o che vogliono intraprendere una nuova attività, di avvicinarsi a questa professione attualissima.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Piazza Garibaldi
Piazza Garibaldi, 80100, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola media inferiore

Programma

Il Perito in infortunistica stradale è colui che viene chiamato a studiare un infortunio stradale a causa di un incidente, la cui valutazione implica la ricostruzione delle dinamiche degli eventi accidentali.

In una causa di incidente stradale, spetta al Perito in infortunistica stradale di rilevare attraverso gli esami, le analisi, la determinazione dei punti critici del sinistro nonché dalle prove meccaniche sulla deformazione dei materiali, la valutazione economica del danno.

Il corso di formazione in Perito in infortunistica stradale è rivolto a tutti coloro, già nel campo e/o che vogliono intraprendere una nuova attività, di avvicinarsi a questa professione attualissima.

Il requisito minimo per l’accesso al corso di formazione è il possesso del diploma di I livello (scuola media inferiore).

Percorso formativo

Il candidato viene messo in condizione di conoscere le seguenti nozioni:

La responsabilità per la circolazione dei veicoli

I riferimenti normativi. La circolazione stradale. Aree private ed aree aperte al pubblico. Le fasi della circolazione. Il divieto di fermata e sosta. Il conducente e la sua responsabilità. Il comportamento del conducente nei confronti di un pedone. Il secondo comma dell’art. 2054 c.c. La prova liberatoria. L’esame della condotta. La velocità dei veicoli sulla carreggiata. La circolazione per file parallele. La corsia di emergenza. L’invasione di corsia. La precedenza. Lo stop. La svolta. Il sorpasso. La distanza di sicurezza. Il tamponamento. L’incrocio tra veicoli. La retromarcia. L’inversione di marcia. L’invasione dell’opposta corsia: l’urto frontale. La segnalazione delle manovre. La condotta in presenza di bambini. Guida ed uso di bevande alcoliche e/o uso di stupefacenti. La segnalazione del veicolo sulla carreggiata. I veicoli militari. L’uso delle cinture di sicurezza. I segnali stradali. I passaggi a livello. Il terzo comma dell’art. 2054 c.c. Furto del veicolo e prova liberatoria. L’affidamento dei veicoli a terzi. L’esercitazione alla guida – i requisiti della guida – la patente. Prova liberatoria e mancanza di abilitazione alla guida. I documenti dell’autoveicolo.

Il nuovo codice delle assicurazioni e la procedura risarcitoria

Il D.Lgs. 07.09.2005 n° 209 (codice delle assicurazioni). La procedura ordinaria. La denuncia del sinistro. La richiesta di risarcimento. Lo “spatium deliberandi” e la formalizzazione dell’offerta. La proponibilità della domanda. Il diritto di accesso agli atti. Il superamento del massimale. La fase giudiziale. La prescrizione. Il risarcimento diretto. La legge delega (ambito di applicabilità, la procedura, la richiesta di risarcimento). L’assistenza tecnica ed informatica. La convenzione CARD. Il risarcimento del terzo trasportato. La circolazione “proibente domino”. Il Fondo di Garanzia per le vittime della strada. Il veicolo immatricolato all’estero.

La quantificazione dei danni

Le norme di riferimento. La valutazione equitativa. Il danno patrimoniale (il danno da fermo tecnico, il danno patrimoniale da perdita della capacità lavorativa, i soggetti privi di reddito, danno patrimoniale e uccisione del congiunto, danno patrimoniale e codice delle assicurazioni). Il danno biologico (il danno biologico dinamico, il danno psichico, l’invalidità, il ruolo del medico legale, la liquidazione del danno biologico, il procedimento di liquidazione, danno biologico e indennizzo Inail, il danno differenziale). Il danno esistenziale (definizione). Il danno morale (la prova del danno morale, la liquidazione del danno morale).

Profili penali

La notizia di reato e querela. L’attività della P.G. – Polizia Giudiziaria - (l’indagato, la citazione a giudizio innanzi al Giudice di Pace). L’attività di indagine del P.M. – Pubblico Ministero (gli accertamenti tecnici non ripetibili). La competenza del Giudice di Pace. Gli illeciti penali nel nuovo codice della strada (guida sotto l’influenza dell’alcool, guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti).

Gli illeciti amministrativi

Gli illeciti amministrativi e le relative sanzioni pecuniarie (la velocità, la precedenza, il sorpasso, la distanza di sicurezza, i cambiamenti di direzione, l’arresto, la fermata e la sosta, i pedoni). Le sanzioni amministrative accessorie (il sequestro e la confisca, il fermo amministrativo, la rimozione o il blocco del veicolo, il ritiro dei documenti di circolazione, della targa e della patente di guida, la sospensione della carta di circolazione, la sospensione della patente, la revoca della patente). Il principio di solidarietà. La contestazione e la verbalizzazione. La mancata contestazione immediata e la notifica. Il ricorso al Prefetto. Il ricorso al Giudice di Pace.

I veicoli

Definizione e classificazione. Sagoma limite. Pesi massimi. Traino di un veicolo. Destinazione ed uso dei veicoli (uso privato ed uso pubblico). Dispositivi di prescrizione (dispositivi di frenatura, dispositivi di segnalazione visiva, dispositivi di segnalazione acustica, dispositivi per la percezione di segnalazioni acustiche, dispositivi di illuminazione, dispositivi vari, controllo tecnico dei veicoli). La patente a punti. La responsabilità per lo scoppio dei pneumatici (l’indagine per la ricerca delle responsabilità).

La patologia dei sinistri stradali ed il suo rapporto con la condotta di guida

Sinistro stradale in rettifilo. Sinistro stradale in curva. Sinistro stradale in corrispondenza degli incroci stradali. Sinistro stradale nei sorpassi. Tamponamento, sgambetto e taglio della strada. Sinistro stradale in manovra di retromarcia. Riepilogo delle principali trasgressioni alle norme sulla circolazione stradale dalle quali può derivare un sinistro. Citazioni di alcuni casi particolari di responsabilità desunti dalla Giurisprudenza (abbagliamento, velocità, precedenza, pedone incerto, circolazione in curva ed in zone di scarsa visibilità, fondo stradale bagnato, crocevia, segnale di stop, la precedenza di fatto, incrocio a T, immissione in aree private, cambiamento di direzione, sorpasso, obbligo di cooperazione del sorpassato, invasione dell’altrui mezzeria, distanza dalla carreggiata, scontro senza collisione, retromarcia, invasione dell’opposta carreggiata, tamponamento, caso fortuito, stato di necessità, pedoni bambini, pedoni adulti, cinture di sicurezza, trasporto di cortesia).

Sbocchi lavorativi

Libera professione, con apertura di uno studio di consulenza in infortunistica stradale.

Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU) presso il Tribunale e/o Giudice di Pace di competenza territoriale.

Attestazione

Al termine del corso l’allievo sosterrà l’esame (nella stessa sede dove ha frequentato il corso di formazione), l’esame consisterà in una prova scritta (quiz di circa 50 quesiti e prova pratica su un’ipotetica perizia automobilistica) ed una prova orale.

L’attestato di qualifica rilasciato consente l’iscrizione al “Collegio dei Periti Esperti Consulenti della Regione Campania” giuridicamente riconosciuto.

Tale iscrizione è consentita anche a coloro che risiedono ed operano in territori dove manca analogo organismo professionale.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto