Convegno I Neuroni Specchio

I.I.P.R.
A Mestre

80 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Per professionisti
  • Mestre
  • 9 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: Insegnanti, educatori, personale medico e sanitario, professionisti, terapeuti, psicologi ecc.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mestre
Via Veronese 3/a, 30174, Venezia, Italia
Visualizza mappa

Professori

Cinzia Mion
Cinzia Mion
Dott.ssa

Psicologa, formatrice alla Psicomotricità, già dirigente scolastica e membro di commissioni ministeriali P.O., punto di riferimento della psicopedagogia moderna e del mondo della scuola, autrice di numerosi articoli nelle più importanti riviste scientifiche nazionali del settore, coautrice di diverse pubblicazioni.

Emanuela Manfredi Manfredi
Emanuela Manfredi Manfredi
Dott.ssa

Formata alla relazione psicomotoria da Andre Lapierre, Dottore di ricerca in scienze pediatriche-sviluppo del neonato, Psicoterapeuta psicoanalitica del bambino, dell’adolescente e della coppia (ASNE-SIPSIA). Vive e lavora a Roma.

Gallese Vittorio
Gallese Vittorio
Prof.

Professore ordinario di Fisiologia presso l’Università di Parma. Fa parte con G. Rizzolati, L. Fogassi, L. Fadiga, del gruppo di ricerca famoso in tutto il mondo per avere scoperto i neuroni specchio. Ha svolto ricerca e insegnato presso l’Università di Tokio e la Berkeley University in California. Ha pubblicato sulle più importanti riviste scientifiche nazionali e internazionali. E’ coautore di diversi libri.

Luisa Formenti
Luisa Formenti
Dott.ssa

Insegnante, Psicomotricista, Psicodrammatista, laureata in Pedagogia presso l’Università di Bologna. E’ coordinatrice della Sezione Interregionale ANUPI Emilia Romagna e Marche. Si occupa da trent’anni di integrazione, prevenzione del disagio e promozione del benessere all’interno della realtà scolastica, integrando l’approccio psicomotorio con i metodi dello psicodramma classico moreniano.

Vecchiato Mauro
Vecchiato Mauro
Dott.

Psicologo e psicoterapeuta; Docente all'Università di Padova; Psicomotricista, lavora come formatore alla Psicomotricità Relazionale in Italia, Spagna e Brasile; Autore dei libri: "La Terapia Psicomotoria" Idelson Editore 1998; “Terapia Psicomotora” Editora UMB Universidade Federal Brasilia 2003; “Psicomotricidade Relacional” Editora Artes Medicas – Porto Alegre – Brasile 1989. “Il gioco psicomotorio” , Armando Armando Editore, Roma 2007

Programma

LE NEUROSCIENZE

Uno dei contributi più importanti e recenti delle neuroscienze al dibattito scientifico di tutto il mondo è la teoria dei NEURONI SPECCHIO.

La loro scoperta e divulgazione è opera di una equipe di neuro scienziati dell’Università di Parma di cui il Prof. VITTORIO GALLESE fa parte.

Negli anni 90 hanno individuato un sistema di neuroni di tipo motorio che si attiva sia quando si compie un’azione, sia quando la si osserva compiuta da altri. Il soggetto “rispecchia” il comportamento o un’espressione emotiva dell’osservato come se a compiere l’azione fosse stato lui stesso pur in assenza di un suo movimento specifico conseguente.

Le successive sperimentazione hanno rafforzato l’idea che i neuroni specchio siano alla base dei meccanismi di riconoscimento e comprensione della realtà e l’intenzione-simulazione del comportamento altrui siano esperienze fondamentali dei processi di apprendimento, comunicazione e socialità.

LA PSICOMOTRICITA’ RELAZIONALE

Il termine PSICOMOTRICITA’ RELAZIONALE viene coniato dal Professore francese Andre Lapierre nel 1982 per definire la sua corrente di pensiero e sottolineare l’importanza delle relazioni psicomotorie nel processo maturativo del bambino.

Questa psicomotricità trova ampia divulgazione ed applicazione sia in ambito educativo che terapeutico in particolare grazie alla ricerca del Dott. MAURO VECCHIATO sul GIOCO PSICOMOTORIO che mette in evidenza come lo sviluppo del bambino sia favorito, non solo dalla relazione con l’adulto, ma in particolar modo dalle esperienze di gioco senso motorio, simbolico e di socializzazione condiviso con i coetanei.

Una concezione psicodinamica che si richiama al concetto di INTERSOGGETTIVITA’ di D. STERN e di GIOCO di D. WINNICOT che promuove lo sviluppo ontogenetico del bambino anche attraverso archetipi del corpo riconducibili allo sviluppi filogenetico.

IL CONVEGNO

Da quando i neuroni specchio sono stati scoperti si è aperto un grande dibattito scientifico per le tante implicazioni possibili sia in ambito educativo che terapeutico.

Il convegno vedrà il contributo per l’intera giornata del Prof. VITTORIO GALLESE dell’Università di Parma che presenterà gli ultimi risultati della sua ricerca, di psicomotricisti e psicoanalisti dell’età evolutiva che presenteranno i loro lavori in ambito educativo e terapeutico.

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo :

Bonifico Bancario