Costellazioni Immaginali ("Viaggio" nel Campo Morfico)

Il Benessere Universale
A Cividale del Friuli

70 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Livello base
  • Cividale del friuli
  • 8 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Organizzate dalla cooperativa "Il Benessere Universale" e condotte da Valente Marco le costellazioni Immaginali sono rivolte a tutte quelle persone che desiderano risolvere i propri conflitti personali e sciogliere i blocchi karmici e trans-generazionali che ostacolano la realizzazione dei propri obbiettivi. Il riconoscimento e l'integrazione di queste “Energie” (Antenati o Eidola) favoriscono il disvelarsi del Daimo: la propria missione nella vita.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Cividale del Friuli
Udine, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Essere disposti ad affrontare con umiltà i propri "scheletri nell'armadio" ossia, quei blocchi che inconsapevolmente ostruiscono il libero fluire della nostra vita. Questi nodi trans-generazionali e karmici per loro natura rallentano e ostacolano la realizzazione dei nostri progetti a volte fino a decretarne il fallimento.

Cosa impari in questo corso?

Conoscenza
Libertà personale
Consapevolezza

Programma

L'essenza del metodo delle costellazioni immaginali è identificabile in 5 punti:

1) il tema;

2) la domanda;

3) il mi-tema;

4) il mito e la depersonalizzazione;

5) rito.

1) Il tema è l'argomento che emerge dentro di noi e che ci spinge alla ricerca (es: una relazione conflittuale, una malattia o un desiderio, ecc...).

2) La domanda è fondamentale in quanto, più precisa viene fatta più facilmente il “nodo” che impedisce il naturale fluire dell'energia vitale può venire alla luce per essere sciolto.

3) Il mi-tema è il racconto nei minimi particolari fatto dal costellante attraverso il quale espone il proprio tema. Voce, corpo ed emozioni sono i mezzi che rendono l'esperienza del racconto del mi-tema “vivo e reale”.

4) Il mito è l'immagine archetipica primordiale dalla quale ha origine la storia personale che si ripete come una voce nella valle dell'eco nella vita di ogni giorno. La de-personalizzazione avviene quando la storia dal piano personale viene portata sul piano del mito.

5) Il rito è una pratica fondamentale per segnare il passaggio dallo stato precedente a quello successivo. Mito e rito vanno unificati.

Ulteriori informazioni

Le tre date proposte sono da considerarsi un opportunità per affrontare in modo incisivo una propria tematica che potrebbe evolversi e cambiare ad ogni incontro. Il partecipante potrà scegliere di frequentare anche una singola giornata.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto