Counselling Centrato sulla Persona

ISTITUTO DELL’APPROCCIO CENTRATO SULLA PERSONA - SEDE DI NAPOLI, CENTRO STUDI “ANNA GAGLIARDI”
A Napoli

4001-5000
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Napoli
  • 450 ore di lezione
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: Acquisizione di abilità/competenze relazionali e comunicative nella relazione d'aiuto centrata sulla persona.
Rivolto a: Coloro che intendono fornire consulenza in ambito professionale. Destinatari privilegiati di questo percorso sono le persone che, all'interno delle loro attività lavorative, desiderano approfondire e sviluppare competenze comunicative nella relazione d'aiuto: medici, psicologi, insegnanti, educatori professionali, formatori, operatori di comunità, consulenti di sviluppo organizzativo e gestione delle risorse umane, avvocati, assistenti sociali, infermieri, operatori socio-sanitari.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
C.so Umberto I - 293, 80138, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

L'accesso al corsi è limitato a coloro che abbiano conseguito almeno il diploma di scuola media superiore. La domanda di ammissione dovrà essere corredata da un curriculum formativo e professionale. I candidati dovranno sostenere un colloquio di selezione. Condizioni di frequenza: non potranno essere effettuate assenze superiori al 15% del monte ore annuo.

Cosa impari in questo corso?

Comunicazione efficace
Counselling
Empatia

Professori

Antonio Castiello
Antonio Castiello
Laurea

Daniela Consales
Daniela Consales
Laurea

Maria Rosaria Lena
Maria Rosaria Lena
Laurea

Salvatore Ferrara
Salvatore Ferrara
Laurea

Programma

Il percorso formativo in Counselling Centrato sulla Persona è costituito da due corsi, base e avanzato, per un totale di tre annualità. Il corso base è rivolto a coloro che operano o intendono operare nel campo delle professioni di aiuto o che svolgono professioni che implicano una componente significativa di relazione di aiuto e che intendono svolgere attività di counselling all’interno della loro professione. Il corso avanzato è rivolto a coloro che, avendo completato il corso base, intendono svolgere la professione di Counsellor.

L’acquisizione delle competenze necessarie a svolgere efficacemente l'attività di counselling è facilitata da un modello formativo che propone una forma di apprendimento attivo che impegna i partecipanti nella sperimentazione immediata dei concetti e delle abilità apprese attraverso la valorizzazione dell’esperienza personale e il lavoro in gruppo.

A tal fine il programma affianca, allo svolgimento della componente teorica/metodologica, un percorso di apprendimento esperienziale congruente con il modello di formazione professionale che caratterizza questo approccio.

Il progetto formativo è disegnato in modo da integrare l’acquisizione di conoscenze e competenze su tre piani:

  • esperienziale
  • teorico/metodologico
  • della crescita personale.

Fondamento del modello formativo è la costituzione di una comunità di apprendimento orientata a promuovere la partecipazione degli allievi sui piani cognitivo, affettivo ed emozionale. Docenti e allievi partecipano attivamente alla costruzione della comunità, finalizzata alla creazione e al mantenimento di un clima facilitante, premessa indispensabile del processo di apprendimento.

Il CORSO DI FORMAZIONE IN COUNSELLING CENTRATO SULLA PERSONA - PRIMO LIVELLO è indirizzato a sviluppare le competenze teoriche e applicative necessarie a svolgere attività di consulenza nell'ambito operativo di competenza. Il suo obiettivo formativo è l'acquisizione di abilità/competenze relazionali e comunicative nella relazione d'aiuto centrata sulla persona.

In linea con l'orientamento della Unione Europea, dell’EAC (European Association for Counselling) e, in Italia, con le direttive del CNCP - Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti (del quale lo IACP è membro e co-fondatore), il corso consente di ottenere il Diploma di Counsellor (primo livello). Il conseguimento del diploma è condizione indispensabile per accedere al corso di Counselling di secondo livello, il quale consente di ottenere il Diploma di Counsellor Professionista.

Accedono a questo corso coloro che operano nel campo delle professioni di aiuto o svolgono professioni/attività che implicano una componente significativa di relazione di aiuto, e che intendono fornire consulenza all’interno della loro attività lavorativa o del loro ambito operativo. L'accesso al corso, limitato a coloro che abbiano conseguito almeno il diploma di scuola media superiore, è regolato da una specifica procedura di ammissione che comprende un colloquio indirizzato a valutare l'idoneità del candidato. Il colloquio è gratuito e non comporta impegno di iscrizione. E' parte integrante dell'iter formativo una procedura di valutazione.

009900;"> Obiettivi del corso

L'assunto su cui si basa il progetto del corso e la definizione dei suoi obiettivi è che l’efficacia della prestazione professionale, in aree di attività che implicano la relazione di persone con persone, è correlata al livello di congruenza che la persona è in grado di esprimere indipendentemente dalla prestazione professionale nonché alla qualità della relazione che è in grado di instaurare e di mantenere. Tale assunto risponde alle caratteristiche di una relazione di aiuto come enunciate da Carl Rogers e definite nel paradigma dell’Approccio Centrato sulla Persona.

In base a tale premessa il corso intende sviluppare o migliorare le competenze relazionali e comunicative indispensabili a gestire in modo efficace una relazione di aiuto. Tali competenze si inquadrano in due aree che il modello formativo del corso provvede a sviluppare in modo coerente:

Area della crescita professionale. Questa area costituisce l’obiettivo primario del corso ed include:

  • Capacità di instaurare e mantenere un efficace contatto psicologico in una relazione di aiuto mediante l’ascolto e il rimando empatico; facilitare un gruppo di formazione, di discussione o di lavoro e di leggerne il processo; gestire in maniera efficace la relazione con il cliente, anche in situazione di conflitto o di crisi
  • Capacità di effettuare interventi di consulenza nell’area operativa di competenza; gestire in modo efficace il setting di consulenza e di formazione e di formulare il contratto relativo; individuare e rispettare i confini dell’intervento di consulenza/formazione e di utilizzare un adeguato supporto di rete
  • Capacità di applicare l’Approccio Centrato sulla Persona nei vari contesti.

Area della crescita personale. Questa area mira a sviluppare le competenze personali necessarie a supportare le competenze professionali e pertanto non può essere considerata come obiettivo indipendente; essa include:

  • Consapevolezza di sé, autostima e assertività
  • Capacità di accettazione, fiducia, rispetto e stima di sé e degli altri; integrazione cognitiva dell’esperienza
  • Capacità di comunicare in modo adeguato i propri sentimenti e vissuti; di interagire e comunicare efficacemente all’interno di un gruppo; di apprendere dall’esperienza personale e di gruppo.009900;">

009900;">CONTENUTI

Introduzione all’Approccio Centrato sulla Persona

  • Fondamenti di psicologia
  • Fondamenti dell’Approccio Centrato sulla Persona (la fiducia nell’individuo, la tendenza attualizzante, il processo di integrazione dell’esperienza, la visione della natura umana); le caratteristiche della relazione d’aiuto nell’Approccio Centrato sulla Persona: l’accettazione, l’empatia, la congruenza.

Teoria delle relazioni interpersonali e dei gruppi

  • Teoria delle relazioni umane: relazione funzionale e disfunzionale. Teoria delle relazioni familiari, teoria dell’educazione e dell’apprendimento, teoria della leadership
  • La teoria dei gruppi. La facilitazione di un gruppo. Il processo del gruppo. Le strutture comunicative di gruppo. Cooperazione e competizione fra e dentro i gruppi. Teoria e metodologia di gestione dei conflitti
  • L’impiego dei gruppi nei vari contesti. Il gruppo di lavoro e il gruppo di supporto. I gruppi d’incontro.

Teoria e metodologia della consulenza

  • La funzione della consulenza e i confini dell’intervento di consulenza. Le caratteristiche del processo e la gestione del cambiamento in una relazione di consulenza
  • Le fasi di un intervento di consulenza. L’analisi della domanda. La definizione degli obiettivi e il processo decisionale nel counselling. Le strategie per la determinazione di soluzioni efficaci. Il problem-solving e gli aspetti operativi della consulenza
  • La consulenza applicata ai contesti operativi di provenienza. Il setting e il contratto di consulenza
  • Etica e deontologia professionale
  • Il rapporto col cliente nella consulenza. La lettura e la valutazione del processo. L’intervento in caso di crisi.

La Promozione della Salute

  • Il binomio salute-malattia: il modello bio-psico-sociale
  • Lo stress, l’esaurimento emozionale, il coping, l’autoefficacia
  • Settori di applicazione e tecniche di intervento della Promozione della Salute.

Applicazioni del Counselling Centrato sulla Persona

  • Le applicazioni nel mondo della famiglia, della scuola e della formazione, in ambito socio-sanitario, nelle comunità, nelle organizzazioni, nella ricerca e nella progettazione
  • La consulenza nei vari contesti operativi.

Attività pratiche

  • Laboratori sull’ascolto empatico
  • Laboratori sull’autoespressione efficace
  • Laboratori sul confronto
  • Laboratori sulla gestione e la facilitazione dei conflitti e sulla negoziazione
  • Laboratori sulla consulenza applicata ai vari contesti
  • Laboratori sul contratto di consulenza e sul contratto di formazione
  • Laboratori sulla analisi della domanda
  • Laboratori sull’autovalutazione
  • Esercitazioni di chiarificazione dei sentimenti e di integrazione delle emozioni
  • Esercitazioni di autoconsapevolezza
  • Gruppi d’incontro
  • Integrazione cognitiva dei gruppi d’incontro.

009900;">Il modello formativo

Finalità di questo modello formativo, sviluppato dallo IACP al fine di rispondere al paradigma di riferimento, è la creazione di una comunità di apprendimento in grado di promuovere una partecipazione globale degli allievi sul piano cognitivo, affettivo ed emozionale, e orientata allo sviluppo armonico delle competenze e delle abilità sui piani personale e professionale.

Attraverso tale modello formativo il processo di apprendimento viene facilitato mediante modalità che coinvolgono gli allievi a partecipare attivamente ad un programma di formazione centrato sull’apprendimento. La comunità di apprendimento, intesa come l’insieme degli allievi in collaborazione con docenti, supervisori e tutor, realizza un progetto formativo che di fatto costituisce il percorso stesso di formazione del corso.

La comunità è sollecitata ad impiegare come strumenti del processo formativo la verifica e l’integrazione degli obiettivi di formazione, dei momenti di cambiamento, degli eventuali ostacoli incontrati e delle soluzioni adottate per superarli. Nel rispetto dei ruoli e delle diverse responsabilità, tutti i componenti la comunità (formatori ed allievi) sono sollecitati ad impegnarsi nel creare un clima che faciliti l’apprendimento, a chiarirne le finalità e gli obiettivi, a monitorare il processo di realizzazione e a verificarne l’efficacia. Per tale motivo è garantito il livello di competenza e qualificazione professionale dei docenti nonché la loro capacità di padroneggiare la metodologia impiegata.

I livelli del percorso formativo

Il percorso formativo si sviluppa su tre livelli paralleli che si sviluppano longitudinalmente lungo l’arco di tutto il corso e sono sempre contemporaneamente presenti all’interno di ogni incontro:

- livello applicativo
- livello teorico
- livello della crescita personale

Il livello applicativo risponde ai seguenti obiettivi generali:

  • contestualizzare nella specifica situazione le abilità che di volta in volta sono oggetto del momento formativo
  • verificare il livello della prestazione, ossia il grado di incompetenza/competenza in quelle abilità
  • promuovere l’apprendimento con il metodo prove ed errori
  • integrare, valutare e condividere l’esperienza all’interno della comunità di apprendimento attraverso il lavoro di gruppo

Il livello teorico risponde ai seguenti obiettivi generali:

  • generalizzare l'esperienza acquisita in modo da tradurla in competenze formalmente definite e pertanto utilizzabili nei vari contesti professionali e nelle varie situazioni
  • identificare i campi e i limiti di applicazione delle abilità apprese e gestirne l’impiego in modo funzionale
  • acquisire la conoscenza delle premesse scientifiche e delle basi metodologiche degli argomenti trattati sufficiente a sostenerli e illustrarli nell’ambito professionale di appartenenza.

Il livello della crescita personale risponde ai seguenti obiettivi generali:

  • elaborare e condividere vissuti emozionali contestuali e apprendere ad effettuare tale elaborazione in ambiti e secondo modalità funzionali
  • elaborare e condividere i vissuti emozionali emersi durante le altre fasi del processo di apprendimento, all’interno di spazi delimitati
  • leggere “in tempo reale” la dinamica di un gruppo di cui si è partecipanti attivi

Il livello teorico e il livello applicativo sono svolti in modo da costituire attività didattica coordinate di tipo teorico/applicativo. Il livello della crescita personale è sviluppato attraverso attività specifiche separate.

Il processo di apprendimento

Il processo di apprendimento è suddiviso in due aree:

- area dello sviluppo delle competenze professionali
- area dello sviluppo delle competenze personali

Le attività proprie dell'area delle competenze professionali sono orientate a promuovere la dimensione della crescita professionale mediante l’acquisizione di tre tipologie di competenze:

  • abilità/competenze indirizzate alla gestione efficace della relazione
  • abilità/competenze indirizzate specificamente a promuovere il cambiamento
  • abilità/competenze che consentono di garantire un’efficace prestazione professionale.

Le attività proprie dell'area delle competenze personali sono orientate a promuovere la dimensione della crescita personale mediante

  • aumento della consapevolezza attraverso la corretta gestione delle emozioni, la lettura, il confronto e la verifica dei costrutti e dei sistemi valoriali
  • sviluppo delle capacità di gestione e risoluzione dei problemi, delle capacità di comunicazione, di confronto e di condivisione dei vissuti
  • sviluppo della capacità di ascolto e di rimando empatico, di autorivelazione, di assertività, di gestione dei conflitti personali.

Sistemi di valutazione, monitoraggio e controllo

Il processo formativo è monitorato mediante numerosi strumenti:

  • osservazione diretta dello staff
  • colloqui individuali
  • discussioni e confronti in gruppo
  • laboratori di consulenza con supervisione dello staff
  • sessioni di esame “in itinere”
  • sessioni di autovalutazione
  • stesura e discussione di tesi
  • questionari di gradimento del corso.

009900;">Certificazioni e riconoscimenti

IL CORSO SI AVVALE DELLA Consulenza Scientifica dell'Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Scienze dell'Educazione, Centro Studi Interculturali (prof. Agostino Portera).

L’Istituto dell'Approccio Centrato sulla Persona è incluso nell’elenco dei soggetti accreditati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I corsi di Counselling Centrato sulla Persona sono pertanto riconosciuti dall’amministrazione scolastica ai fini della formazione del personale della scuola.

Il regolare completamento del corso consente di acquisire il diploma di Counsellor Centrato sulla Persona e abilita all’iscrizione al registro nazionale del 009900;">CNCP - COORDINAMENTO NAZIONALE COUNSELLOR PROFESSIONISTI con la qualifica di Counsellor - Primo Livello.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto