Credito anomalo

inFinance
A Milano
Sconto iscrizione anticipata

500 € 390 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 16 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
  • Quando:
    23/06/2017
Descrizione

Il Corso è progettato sulle esigenze di chi opera nel mondo del credito e gestisce, o si troverà a dover gestire, credito anomalo.

Tali soggetti hanno, infatti, una duplice necessità:

da un lato, quella di competenze profonde e specifiche in materia di prevenzione del deterioramento del credito, nonché di comprensione delle dinamiche aziendali che lo determinano;
dall'altro, di una conoscenza approfondita degli strumenti e delle conseguenze delle procedure concorsuali previste dalla normativa italiana. Scarsa considerazione di tali effetti nelle fasi di deterioramento può, infatti, portare ad importanti conseguenze per l'istituto di credito quali: l'inopponibilità di garanzie acquisite, azioni revocatorie ed azioni relative all'interruzione abusiva ed alla concessione preferenziale del credito.

Il taglio delle lezioni è fortemente operativo e interattivo.

Le lezioni si caratterizzano per l’ampio spazio dato allo svolgimento di case studies tratti da casi reali, che i docenti portano in aula dalla propria esperienza professionale.

Informazione importanti

Earlybird: agevolazione del 22% entro il 22 dicembre 2016

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
23 giugno 2017
Milano
Vicolo San Giovanni sul Muro 5, Milano, Italia
Visualizza mappa
venerdì e sabato, dalle 10.00 alle 13.15 e dalle 14.00 alle 18.45

Domande più frequenti

· A chi è diretto?

Operatori del settore bancario a vari livelli, professionisti del settore erogazione garanzie.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Cash flow
Debt
Disaster recovery
Creedito
Mercati creditizi
Finanza
Credit management
Gestione dei crediti
Indebitamento finanziario
Finanza aziendale

Professori

Faculty inFinance
Faculty inFinance
analisti, manager, consulenti

Programma

Le origini della crisi. La prevenzione e la precoce diagnosi quale fattore determinante.
  • Cogliere la crisi attraverso i fondamenti dell’analisi creditizia e finanziaria
    • La genesi “comportamentale” della crisi: come ragiona l’imprenditore in difficoltà.
    • Il risultato finanziario dell’impresa
    • Il free cash flow from operations quale obiettivo aziendale.
    • Debt Service Coverage Ratio
    • Le anomalie a livello andamentale del rapporto creditizo.
    • Analisi delle fonti informative esterne: centrale rischi e dossier Cerved quali fonti di informazione. Le nuove definizioni di debito ristrutturato (forbearance) ed insolvenza probabile.
  • La genesi della crisi, il mancato rispetto delle Regole del Debito
    • Cash Flow Matching
    • Duration Matching
    • Asset & Liability Matching
    • Quality Matching
  • Recall: Capire i flussi di cassa per prevenire la crisi.
  • Il business plan dell’impresa in crisi: focus on le logiche di debt sustainability
    • Lo studio critico dei prospetti di bilancio proforma nei business plans: problemi applicativi
    • Controllo della sostenibilità economico finanziario del progetto industriale: stress testing.
  • I problemi di debt reprofiling
    • Le cause esogene: lo split payement ed i reverse charge quali cause di tensione finanziaria.
    • Le fasi della ristrutturazione del debito in azienda.
    • Problemi giuridici legati alle forme tecniche di indebitamento.
    • Le rinegoziazioni ed i covenants: gestione del rapporto con gli istituti di credito.
    • Case History.
L’intervento nella crisi conclamata: disaster recovery
  • Asset quality review e le nuove definizioni del credito non performing. Il processo di deterioramento del credito indipendente dalle garanzie.
  • La gestione proattiva del credito deteriorato:
    • Dagli interventi in aula alla cessione degli NPL (non performing loans) attraverso i nuovi schemi di bad bank a garanzia statale.
  • Il turnaround: i gradi della gestione della crisi.
    • Le tecniche di gestione del risanamento.
    • Le possibilità consentite dal sistema giuridico italiano per la gestione stragiudiziale.
    • I classici schemi societari: dalla creazione della NewCo agli aspetti giuridici dell’affitto d’azienda e del contratto estimatorio.
Le fasi giudiziali della crisi d'impresa
  • Le tecniche di gestione del risanamento
    • Le possibilità consentite dal sistema giuridico italiano per la gestione giudiziale della crisi.
  • La gestione della crisi di sovraindebitamento: il nuovo istituto giuridico a disposizione dei soggetti non fallibili.
  • Piani attestati di risanamento ex art. 67 comma III lettera d) L.F.
    • L’impatto della riforma 2012-2013.
    • Esempi di piani attestati.
  • Accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis L.F.
    • Il confronto con gli accordi stragiudiziali.
    • Le novità in tema di finanza interinale.
  • Il nuovo accordo con gli intermediari finanziari ex art. 182 septies L.F.
  • I nuovi accordi di moratoria.
  • Il “nuovo” concordato preventivo (Decreto Sviluppo 2012 e legge 132 del 06.08.15).
    • Le novità di connotazione fra concordati in continuità e liquidatori.
    • I problemi della continuità aziendale.
    • La gestione delle azioni esecutive.
  • La normativa fallimentare:
    • Le novità della legge 06 agosto 2015
    • Focus sull’azione revocatoria di pagamenti e garanzie.
    • I reati del fallito e della banca.
    • La concessione e l’interruzione abusiva del credito.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto