Critica della città industriale e urbanismo

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione A partire dalla fine del XVIII secolo si sviluppano i nuovi modi di vita del capitalismo industriale. Questo nuovo scenario socioeconomico e tecnologico produrrà una grande trasformazione con effetti rilevanti tanto per l’architettura (per esempio nei nuovi materiali) quanto per la nuova cultura territoriale e urbana. L’ampliamento dei nuovi centri e l’estensione senza limiti della città costituirà il nucleo del dibattito teorico tra la Scuola di Chicago e i sostenitori della Città Giardino, con i diversi paradigmi tra concentrazione e dispersione per affrontare gli effetti dell’urbanizzazione diffusa (lo sprawl). È proprio da questo contesto della cultura industriale che ancora discende gran parte del paesaggio urbano odierno, come si rileva dal sistema del “tracciato urbano” o dalla concezione della “linearità” e dei “reticoli illimitati” capaci di estendere per quanto necessario la geografia urbana.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

A partire dalla fine del XVIII secolo si sviluppano i nuovi modi di vita del capitalismo industriale. Questo nuovo scenario socioeconomico e tecnologico produrrà una grande trasformazione con effetti rilevanti tanto per l’architettura (per esempio nei nuovi materiali) quanto per la nuova cultura territoriale e urbana. L’ampliamento dei nuovi centri e l’estensione senza limiti della città costituirà il nucleo del dibattito teorico tra la Scuola di Chicago e i sostenitori della Città Giardino, con i diversi paradigmi tra concentrazione e dispersione per affrontare gli effetti dell’urbanizzazione diffusa (lo sprawl). È proprio da questo contesto della cultura industriale che ancora discende gran parte del paesaggio urbano odierno, come si rileva dal sistema del “tracciato urbano” o dalla concezione della “linearità” e dei “reticoli illimitati” capaci di estendere per quanto necessario la geografia urbana.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto