Cucina - Cuoco Professionale

Versilia Format - agenzia di formazione
A Pietrasanta

2.800 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Qualifica professionale
  • Pietrasanta
  • 900 ore di lezione
  • Durata:
    8 Mesi
  • Stage / Tirocinio
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso prepara l'allievo a cucinare e a gestire una cucina in maniera professionale. E' previsto un importante periodo di stage professionale all'interno di strutture alberghiere e ristorative tra le più quotate in Versilia, in Italia ed in Europa. Tra le preparazioni: antipasti: caldi, freddi, magri, grassi, le insalate composte– creme, vellutate, zuppe, minestroni– La pasta fresca– Crespelle, gnocchi– Le fritture– Le salse– Le spezie e le erbe aromatiche– Metodi di cottura e molto altro.
Rivolto a: n.25 persone che hanno assolto l'obbligo scolastico. Si raccomanda la partecipazione soltanto a persone seriamente motivate ad intraprendere le professioni di cuoco, addetto al catering o gastronomo. In caso di domande superiori al numero previsto per questo target, è prevista la selezione per l'individuazione deipartecipanti finali al corso. Criteri di selezione: profilo attitudinale dei candidati; conoscenze pregresse; motivazione e disponibilità dei candidati a conseguire la qualifica. In questo corso sono impartite le conoscenze su: Cenni sulla normativa dei trasporti e peculiarità dei trasporti di alimenti. Conservazione e stoccaggio delle materie prime; Immagazzinare le materie secondo criteri di utilizzo e nel rispetto della normativa vigente; Organizzazione ambienti e spazi in funzione delle modalità di stoccaggio e impiego delle merci; Impostare metodi e tempi di monitoraggio delle materie e della loro conservazione; Effettuare adeguate operazione di conservazione degli alimenti; Stoccaggio e criteri di rotazione delle merci.Organizzazione del lavoro in cucina; La brigata e le funzioni di ogni componente; Ruoli, responsabilità e comportamento in cucina; Disposizione tecnica del reparto cucina (lay out).

Informazione importanti

FSE:Corso finanziato FSE (Fondo Sociale Europeo)

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pietrasanta
VIA OSTERIETTA, 134 , 55045, Lucca, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il cuoco è una figura che, in possesso delle dovute competenze sia oggettive che soggettive, si occupa della produzione dei pasti all'interno di imprese ristorative, di qualsiasi tipologia ed a qualsiasi livello il servizio venga effettuato. Realizza, in tal senso, il menù in base alle caratteristiche qualitative e quantitative della clientela, allo stile dell'azienda, ai criteri di costo prefissati ed alla situazione del magazzino. Effettua opportune verifiche merceologiche sugli alimenti di partenza e garantisce la qualità dei cibi attraverso corretti processi di manipolazione, cottura e conservazione degli stessi. In particolari condizioni ambientali, programma e gestisce le scorte e gli approvvigionamenti delle materie prime da elaborare, anche in rapporto alle tipologie del servizio reso e alla casistica dell'utenza stessa. Si tratta di corsi di qualifica professionale riconosciuti dalla Regione Toscana, dalla Legge n. 845/78 e dalla Comunità Europea. Questa distinzione è determinante per avere una misura vera e tangibile del valore di un corso. Purtroppo sono molte le scuole che si vantano di essere riconosciute come tali ma che invece non risultano accreditate; ce ne sono altre che invece sono accreditate ma offrono corsi che non lo sono. Tutto questo genera molta confusione intorno al tema della formazione e possono fuorviare la scelta finale di un aspirante cuoco.

· Requisiti

Possesso della scuola dell'obbligo, disponibilità, impegno, passione per la cucina. Tre sono i criteri di selezione: individuazione del profilo attitudinale dei candidati, analisi delle conoscenze pregresse, valutazione delle reali motivazioni e disponibilità dei candidati a conseguire la qualifica proposta e intraprendere un percorso lavorativo nel settore di riferimento. L'obiettivo è quello di individuare una classe di allievi capaci di raggiungere il più alto successo formativo.

· Titolo

CORSO PROFESSIONALE Qualifica Europea II livello di cuoco "Addetto all'approvvigionamento della cucina, conservazione e trattamento delle materie prime e alla preparazione dei pasti". Il corso è a numero chiuso. Il corso è riconosciuto dalla provincia di Lucca, dalla Regione Toscana e dalla Comunità Europea.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il valore aggiunto di questo corso è rappresentato dall'approccio individualizzato. Ciascun allievo sarà seguito personalmente in modo da poterlo indirizzare, nella fase di stage, presso aziende che rispecchiano i suoi interessi professionali. Versilia Format offre entrambi i corsi, cuoco e pasticcere, muniti della necessaria certificazione di riconoscimento e di qualità. Si tratta di corsi della durata complessiva di n.900 ore, composti da 450 ore di lezione (per un totale di n.90 lezioni tra teoria e laboratorio) e n.450 ore di stage professionale (per una durata complessiva che può variare dai 3 ai 4 mesi a seconda dell’orario prescelto) che potrà essere svolto sia presso gli esercizi partner dell’agenzia, che sono più di 200, sia presso nuove aziende individuate ad hoc anche nei pressi dell’indirizzo di residenza degli allievi.

Opinioni

V

01/11/2012
Il meglio Il lato migliore del corso è sicuramente lo stage che si ha la possibilità di fare. Naturalmente bisogna avere fortuna o intuito a scegliere un posto dove c'è effettivamente la possibilità di imparare bene (e magari di ricevere, finito il periodo di stage, un'offerta di lavoro).

Da migliorare Il corso è molto costoso e io lo consiglio soprattutto a persone ancora in età di apprendistato. Superato l'esame, io non ho trovato lavoro, perché tutte le offerte alle quali ho risposto chiedevano l'età di apprendistato o l'esperienza pluriennale (requisiti che io non ho). Sulla locandina del corso era scritto "ogni anno, le offerte di lavoro del settore vengono proposte agli allievi in uscita dai corsi dell’agenzia. Grazie a questa collaborazione, anche nell’ultima edizione del corso, circa il 95% degli allievi formati hanno trovato un impiego continuativo". Così non è stato (almeno nel mio caso).

Consiglieresti questo corso? Sí.
A

01/10/2012
Il meglio Si tratta di un corso di 900 ore, molto intenso e impegnativo. La frequenza è quotidiana, 5 giorni su 7, tutte le mattine e due pomeriggi c'è il rientro. Rilascia la qualifica riconosciuta dalla Regione Toscana. I docenti sono tutti professionisti di lungo corso, uno era anche stellato Michelin. Ho partecipato all'edizione scorsa, credo di avere imparato molto, c'è stata anche una serie di interventi su pasticceria e enologia, in più rispetto al programma standard e senza aggiunta di prezzo, che sembra caro ma rispetto a quello che ho trovato in giro l'ho trovato più che onesto, soprattutto perché le ore di corso sono state veramente tante e abbiamo lavorato anche su carni e pesci di pregio. Avevo l'esame a maggio ma per Pasqua, prima di finire il corso, avevo già trovato lavoro per sei mesi di stagione e contratto firmato. Tra l'altro riconfermato quest'anno. Mi è piaciuto che non fosse un corso semplicemente fine a se stesso ma che abbia coinvolto gli albergatori della Versilia, gli stabilimenti balneari, i ristoranti e i comuni. Ma non è semplice, anzi il lavoro di cuoco è un lavoro assai duro. Alcuni miei compagni hanno avuto la possibilità di cambiare lo stage più di una volta, perché la seconda parte del corso la facciamo in azienda. Il tutor della scuola, che si è occupato di noi e del nostro inserimento in azienda è paziente e disponibile, ci ha aiutato tanto. Insomma, io ero con la terza media e ora ho un diploma di qualifica, avevo perso il lavoro da due anni e ora mi è cambiata la vita. Speriamo continui così.

Da migliorare In generale è andato tutto bene. Quello che mi è piaciuto di meno è che c'è la frequenza obbligatoria e che se superi un tot di assenze, che mi sembrano il 30% non ti ammettono all'esame finale. Allora, io che ero pendolare, ho vissuto male questa cosa. Però è andata bene.

Consiglieresti questo corso? Sí.
S

15/02/2012
Il meglio Amo cucinare. A parte l'aspetto didattico, che è stato molto buono, sono stato messo in contatto con un albergo di Viareggio che mi ha assunto subito dopo aver acquisito la qualifica. La stessa cosa, in aziende non solo della Versilia, è accaduta a tutti, proprio tutti, i miei compagni di corso (tranne un ragazzo che si è dovuto ritirare dal corso).

Consiglieresti questo corso? Sí.
G

15/02/2012
Il meglio Il corso è molto impegnativo, la frequenza è di 5 mattine e 2 pomeriggi a settimana. La cucina è molto grande e ben attrezzata. I docenti sono veri chef di primo piano. Io mi son trovato bene, mi sono trasferito a Pietrasanta, ho speso qualche euro in più del previsto ma alla fine ho trovato lavoro. Con il lavoro ho pagato le rette della scuola. Ora non sono più disoccupato. I ragazzi dell'agenzia formativa sono diponibili. La scuola è un po' rigida, ti preparano come se tu dovessi andare a lavorare in un 5 stelle. Io lavoro in un posto normale dove tutte quelle cose sul bon ton non sono richieste ma il proprietario è contento se ogni tanto gli faccio vedere come si lavora nei posti di lusso. Al mio corso c'erano persone che venivano anche da molto lontano, strano che dalle loro parti non facciano corsi per cuochi. Io comunque sono contento e mi fa solo rabbia di non averci pensato prima. Spero che la mia opinione sia utile. Ciao. Gianni Corsi

Consiglieresti questo corso? Sí.
E

15/02/2012
Il meglio Il corso è buono. Ero commessa in un negozio di abbigliamento ma ho sempre avuto la passione per la cucina ed ero decisa a cambiare lavoro appena ne avessi avuto l'occasione. Ho frequentato il corso facendo molti sacrifici poiché la frequenza è tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Poi inizia lo stage in alternanza ed è stancante. Mi sono licenziata dal mio lavoro e mi sono trasferita. Ho trovato una camera a 250 euro al mese e la sera facevo la cameriera in un ristorante di Viareggio per avere qualche soldo da spendere durante il corso. Questo è successo lo scorso settembre e oggi lavoro nella cucina di un albergo. Lo stesso dove ho fatto lo stage. Sono contenta e in cucina mi dicono che mi hanno insegnato bene e che farò strada. La scuola lascia molta libertà di scelta e se il posto dello stage non ti piace te lo fanno cambiare senza tante storie. Però c'è l'obbligo di frequenza e devi frequentare tante lezioni. Per pagare il corso ho dovuto chiedere di dividere il pagamento in 5 rate e mi hanno detto sì così ce l'ho fatta. Gli insegnanti sono bravi ma delle volte sono anche troppo severi. Capisco che sennò è difficile imparare. Il corso lo consiglio ma solo a chi piace fare questo lavoro perché sennò è difficile convivere con gli altri compagni di classe. La cucina è grande e ti fanno lavorare sul serio. La parte divertente è che ogni piatto che cucini alla fine lo devi assaggiare, così ti ritrovi il pranzo fatto. Ci sono lettere di ex allievi che in pochissimi anni sono diventati chef famosi. Anch'io tra qualche anno voglio scrivere una lettera così. Speriamo bene. Ho scritto queste cose perché si deve sapere che ci sono le opportunità di cambiare in meglio la nostra vita e molti non lo sanno e continuano a fare ciò che non gli piace.

Consiglieresti questo corso? Sí.

Cosa impari in questo corso?

Cucina italiana
Cucina
Pasticceria
Cuoco professionale

Professori

Angelo Gatta
Angelo Gatta
Chef

Chef di grande fama e docente con grandi doti comunicative. Il suo metodo d'insegnamento di basa sullo studio delle ricette più classiche della cucina italiana, sulla preparazione tecnica e sulla disciplina. Lo chef Gatta è stato maestro dei prestigiosi corsi per chef di bordo della compagnia Costa Crociere.

Fernando Lorenzetti
Fernando Lorenzetti
Chef

Lo chef Lorenzetti è proprietario di un rinomato ristorante, segnalato ma molteplici guide enogastronomiche e presidio slow-food territoriale. Lorenzetti è uno chef all'avanguardia che applica tecniche di cottura e conservazione tema di studi ed approfondimenti a livello internazionale.

Leo Freda
Leo Freda
Maestro Pasticcere

Pasticcere di fama internazionale legato alla pasticceria innovativa. Importante il suo contributo nell'apertura e conduzione di parecchie pasticcerie in Italia e all'estero. I suoi metodi di lavorazione utilizzano le più alte tecnologie.

Programma

Corso riconosciuto dall'Ente Regione e valido in tutta la UE.


Il cuoco è una figura che, in possesso delle dovute competenze sia oggettive che soggettive, si occupa della produzione dei pasti all'interno di imprese ristorative, di qualsiasi tipologia ed a qualsiasi livello il servizio venga effettuato.

Realizza, in tal senso, il menù in base alle caratteristiche qualitative e quantitative della clientela, allo stile dell'azienda, ai criteri di costo prefissati ed alla situazione del magazzino.

Effettua opportune verifiche merceologiche sugli alimenti di partenza e garantisce la qualità dei cibi attraverso corretti processi di manipolazione, cottura e conservazione degli stessi. In particolari condizioni ambientali, programma e gestisce le scorte e gli approvvigionamenti delle materie prime da elaborare, anche in rapporto alle tipologie del servizio reso e alla casistica dell'utenza stessa.

IL CORSO HA UNA FORTE COMPONENTE PRATICA, LA SEDE DELL'AGENZIA E' MUNITA DI UN LABORATORIO ATTREZZATO DI CUCINA DI 120mq

Obiettivo Generale: formazione della figura professionale di addetto all'approvvigionamento della cucina, conservazione e trattamento delle materie prime per la preparazione dei pasti, che abbia conoscenza delle normative per gestire l’impresa e sappia supportare la proprietà nelle attività di gestione, organizzazione e sviluppo, nonché nelle attività di promozione. Aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza.


Obiettivi specifici:
sostenere l’accesso e la partecipazione delle donne al mercato del lavoro, nonché favorirne l’ingresso nel mercato del Lavoro, sensibilizzando della cultura delle pari opportunità; sviluppare un’azione coerente con gli indirizzi di altri programmi condotti a livello locale e rilevanti per lo sviluppo locale stesso; favorire l’inserimento lavorativo del capitale umano rappresentato da una popolazione attiva qualificata (diploma/laurea)– in genere – incrementare i tassi occupazionali; creare una figura professionale innovativa che grazie alle competenze acquisite mediante una tipologia di attività integrata sia in grado di collaborare con le strutture turistico-ricettive; favorire la professionalità nel settore turistico con particolare riferimento alle esigenze di genere, impegnate nei processi di qualificazione e innovazione aziendale, così come auspicato dagli Enti territoriali (Regione, Provincia, Comuni) e programmato nei rispettivi Programmi e Piani di Sviluppo; formare una figura professionale dotata di competenze ed abilità tecniche rispondenti al bisogno rilevato sul territorio per la promozione e lo sviluppo del mercato turistico enogastronomico; valorizzare l’aspetto della qualità della promozione e della comunicazione fondamentale nel processo di valorizzazione del territorio; sviluppare una gestione efficiente attraverso la messa in rete delle risorse e delle competenze possedute e messe a disposizione dai partners, così come dell’esperienza maturata in attività simili condotte precedentemente.

Come in tutti i corsi "riconosciuti", al termine del corso è prevista la prova d’esame per l’ottenimento della qualifica, alla quale si accede in base alla valutazione delle prove intermedie di fine modulo effettuate durante lo svolgimento dell’attività formativa, mediante le quali viene accertato, di volta in volta, l’effettivo conseguimento delle conoscenze e capacità necessarie.

Contenuti formativi: Criteri di scelta ed acquisizione delle materie prime– Criteri di valutazione dei prodotti presenti sul mercato– Tecniche di scelta in funzione del prodotto/servizio da realizzare– Individuazione dei quantitativi necessari rispetto al prodotti/servizio da realizzare e durata delle materie– Definizione e validazione degli ordini– Procedure e tempistica per riordini e approvvigionamento– Criteri di valutazione dei prodotti all'arrivo e procedure di restituzione– Ispezione delle etichettature e stato degli imballaggi– Cenni sulla normativa dei trasporti e peculiarità dei trasporti di alimentiConservazione e stoccaggio delle materie prime– Immagazzinare le materie secondo criteri di utilizzo e nel rispetto della normativa vigente– Organizzazione ambienti e spazi in funzione delle modalità di stoccaggio e impiego delle merci– Impostare metodi e tempi di monitoraggio delle materie e della loro conservazione– Effettuare adeguate operazione di conservazione degli alimenti– Stoccaggio e criteri di rotazione delle merci.Organizzazione del lavoro in cucina– La brigata e le funzioni di ogni componente– Ruoli, responsabilità e comportamento in cucina– Disposizione tecnica del reparto cucina (lay out)– Cognizioni ed etica professionale– Organizzazione del posto mobile di lavoro– Le diverse strutture ristorative e le caratteristiche dal punto di vista organizzativo e del servizio– Monitoraggio ed ottimizzazione dei processi ed organizzazione del gruppo di lavoroUtensili ed attrezzature in cucina– Utensili ed attrezzature di consueto utilizzo in cucina– Caratteristiche e criteri di scelta– Tecniche e metodi di impiego in sicurezza– Procedure di manutenzione secondo i criteri di sicurezza ed igieneCultura generale in ambito culinario– Cenni storici sull’evoluzione della cultura culinaria: materie, metodi e tecniche– La cucina, la tradizione e le tipicità locali– Slow food, biotecnologia e biodiversità– Cibo, cultura e linguaggio– Le denominazioni, – Fondi di base in cucina, apparecchi di complemento, roux, salamoie, marinate, court-buillons, burricomposti– I vari tipi di farce, chenelle, panata, mousseline, etc.– Gli antipasti: caldi, freddi, magri, grassi, le insalate da antipasto e composte– I consommés, minestre chiare, creme, vellutate, zuppe, minestroni– La pasta fresca all’italiana, specialità a base di pasta secca– Crespelle, gnocchi, specialità a base di riso– Piatti a base di uova e modi di preparazione delle uova– Le fritture– Le salse: brune di base, al pomodoro, bianche di base, brune composte, bianche composte, salse fini, salsefredde, emulsionate, etc.– Le spezie e le erbe aromatiche– Metodi di cottura e caratteristiche organolettiche dei cibi (poché, sottovuoto, in vaso, grigliato, al salto, alvapore, sbianchita, microonde, al sale, in crosta, marinate, etc…)– I fondi di cottura: fumé e bisqué– Criteri di scelta degli ingredienti: caratteristiche, deperibilità, resa, servizio da realizzare– Sporzionamento ed impiattamento e molto altro ancora....

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : Possibilità di pagamento in n.3 rate. Nel costo è compreso un set di coltelli professionali Wusthof del valore commerciale di € 200,00.
Osservazioni: Le lezioni prevedono numerose esercitazioni di cucina da svolgersi all'interno del plesso formativo. Alla fine di ciascuna esercitazione gli allievi sono invitati a degustare i piatti che essi stessi hanno cucinato, per imparare a riconoscere tecniche e sapori prodotti. La figura in uscita dal corso ha una percentuale di'inserimento lavorativo superiore al 90% a due mesi dalla fine del corso.
Stage: E' previsto uno stage professionale presso strutture turistiche-alberghiere della Versilia e del resto d'Italia. Lo stage rappresenta un momento importante del processo di formazione, in questo caso avrà una durata di 450 ore e sarà attivato, a scelta dell'allievo, in un'attività aziendale proposta dall'agenzia, o, in alternativa, presso altra attività che, per ragioni logistiche o di preferenza, sarà direttamente nominata dall'allievo.
Validazioni: Tutor del corso
Alunni per classe: 25
Persona di contatto: Stefano Giusti