Culture digitali e della comunicazione

Università degli Studi di Napoli
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Napoli
Descrizione

L'Università degli Studi di Napoli presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
C.so Umberto I, 000, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

  • Classe di Laurea: L-40 Sociologia
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Sociologia
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Sociali
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: prof.ssa Enrica Amaturo
  • Sito Web: www.sociologia.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Sociologia
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Monte di Pietà, 1 - 80138 - Napoli
    • Telefono: 081-2535886
    • Fax: 0812535800
    • e-mail: sociologia.orienta@unina.it
    • Referente: prof. ssa Amalia Caputo
  • Obiettivi specifici:

    Il corso di laurea ha come obiettivi di carattere trasversale la valorizzazione dell'approccio interdisciplinare nell'analisi della comunicazione digitale attraverso l'insegnamento di discipline in ambito sociologico, politico, storico e antropologico e la trasmissione di abilità pratiche volta ad aumentare l'occupabilità dei laureati attraverso l'adozione di approcci didattici interattivi e a forte valenza operativa.

    Il percorso di studio offerto dal CdS si articola in due aree di apprendimento di analisi della comunicazione digitale:

    • a) l'area dei concetti e delle teorie delle scienze sociali;
    • b) l'area delle specificità nel settore delle culture digitali


    Le due aree offrono ai laureati triennali in Culture digitali e della comunicazione gli strumenti necessari, in termini di conoscenze e capacità, per svolgere attività professionali negli ambiti applicativi della comunicazione digitale in enti pubblici e privati.

    La progettazione formativa realizzata nell'ambito delle due aree di apprendimento appena indicate ha l'obiettivo di sviluppare nei laureati nel corso di laurea in Culture digitali e della comunicazione:

    • una adeguata conoscenza della strumentazione di base delle scienze sociali;
    • una adeguata conoscenza della teoria e dei concetti di base della sociologia della comunicazione;
    • una adeguata padronanza del metodo della ricerca sociologica e delle tecniche proprie del settore della comunicazione, sia qualitative che quantitative;


    Coerentemente con gli obiettivi formativi specifici appena indicati, il curriculum dei laureati in Culture digitali e della comunicazione comprende attività finalizzate ad acquisire:

    • le conoscenze fondamentali nei vari campi della sociologia della comunicazione e delle culture digitali. Forniscono tali conoscenze gli insegnamenti di: Sociologia, Comunicazione e processi culturali, Sociologia dell'industria culturale, Psicologia sociale delle comunicazioni di massa, Sociologia della cultura digitale, Antropologia della comunicazione;
    • i metodi propri della sociologia della comunicazione nel suo complesso; Forniscono tali competenze gli insegnamenti di: Metodologia della ricerca sociale, Metodi di ricerca antropologica;
    • le conoscenze di base nel campo delle altre scienze sociali e in quelli economico-statistico, giuridico e politologico; Forniscono tali competenze gli insegnamenti di: Scienza politica, Storia contemporanea, Storia della filosofia, Semiotica, Analisi del linguaggio politico;
    • una quota di attività formative orientate all'apprendimento di capacità operative nel settore lavorativo della comunicazione digitale; Forniscono tali competenze gli insegnamenti di: Elementi di informatica e web, Diritto dei mezzi di comunicazione, L'agire economico in rete, Laboratorio audiovisuale, Fonti in rete, Marketing e nuovi media, Organizzazione d'impresa in rete, Laboratorio di web design.


    Obiettivo del CdS in Culture Digitali e della Comunicazione è di formare laureati capaci di applicare le conoscenze acquisite nel settore professionale della comunicazione digitale. Alla luce degli obiettivi finali suggeriti dai descrittori di Dublino, i laureati in Culture digitali e della comunicazione saranno in grado di svolgere attività professionali nell'ambito della comunicazione attraverso gli strumenti digitali, di problemi di organizzazione del lavoro e di impresa in rete nonché di operatori in ruoli definiti nelle amministrazioni pubbliche e private.

    Ai fini indicati il percorso formativo dei laureati in Culture digitali e della comunicazione permette un'esplorazione a tutto campo dei saperi comunicativi indagando sugli aspetti propri della Internet Culture: da quelli storici a quelli economici, a quelli politici e antropologici. Le forme, le tecniche e gli strumenti della comunicazione digitale vengono studiati allo scopo di applicarli nei contesti professionali della comunicazione, della progettazione multimediale e delle tecniche audiovisive.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea in Culture Digitali e della Comunicazione (L-40) ha durata triennale (180 CFU) ed è a numero programmato.

    Obiettivi formativi

    Il Corso di Laurea in Culture Digitali e della Comunicazione si articola in una serie di attività formative che mirano a far acquisire ai laureati un insieme solido e coerente di conoscenze delle discipline sociologiche e delle scienze sociali, nonché degli strumenti e delle tecniche della comunicazione, in particolare di quella digitale. Obiettivo esplicito del corso è, inoltre, di far sviluppare adeguate competenze per l'utilizzo degli strumenti per la comunicazione e la gestione delle informazioni nel settore delle nuove tecnologie. I laureati svilupperanno capacità di comprensione nel campo di studi specialistico delle culture digitali.L'obiettivo sarà dunque un livello di conoscenze che, caratterizzato dall'uso delle nuove tecnologie applicate ai processi di apprendimento, includa anche lo studio e l'analisi di alcuni temi di frontiera nell'ambito delle sociologie dell'innovazione tecnologica e della comunicazione, dei meccanismi di funzionamento e dei processi di riforma dei sistemi politici ed amministrativi; delle nuove tecniche di ricerca sociale in rete, delle metodologie e tecniche di e-learning.

    Il curriculum dei laureati in Culture Digitali e della Comunicazione comprende una quota di attività formative orientate all'apprendimento di capacità operative in uno specifico settore lavorativo, prevedendo anche una ampia gamma di tirocini formativi.

    Sbocchi occupazionali

    I percorso di studi in Culture Digitali e della Comunicazione permette ai laureati di svolgere attività professionali nel settore pubblico, privato e del privato sociale nell'area dell'analisi e pianificazione della comunicazione, delle relazioni pubbliche, dell'orientamento e formazione attraverso le ICT, del marketing e della pubblicità, del web design, della scrittura creativa.
    Il Corso di Studi fornisce il complesso delle competenze teoriche e pratiche necessarie a svolgere le seguenti attività professionali:

    • analisi dei fenomeni della comunicazione e dell'informazione;
    • raccolta, conservazione e trasmissione dei dati;
    • analisi dei dati, con particolare riferimento ai processi comunicativi, agli ambienti dei media digitali ed al marketing;
    • relazioni pubbliche;
    • comunicazione istituzionale e d'impresa;
    • comunicazione pubblicitaria e marketing;
    • progettazione e formazione per l'e-learning;
    • web design.
  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Requisito di ammissione al Corso di Laurea è, come previsto dalla normativa vigente, il possesso di un diploma di scuola media superiore o altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto equipollente.
    Il Consiglio di Dipartimento in relazione alle risorse disponibili, può proporre, anno per anno, un numero programmato di immatricolazioni (ai sensi dell'art. 2 della L. 2 agosto 1999, n. 264). A tal fine sarà effettuata una selezione in ingresso, mediante una prova, che si svolgerà nel mese di settembre, con quesiti volti alla verifica delle conoscenze di base individuate come necessarie per la frequenza del Corso di Laurea.
    La prova di accesso tende a valutare se chi intende immatricolarsi abbia acquisito:

    • la capacità di analisi, valutazione critica e produzione di materiale scritto;
    • la capacità di sintesi di informazioni, analisi e spiegazione delle relazioni fra gli elementi, riconoscimento di significati, uso di terminologie adeguate;
    • la conoscenza degli elementi di base delle scienze sociali, con particolare riferimento alla sociologia e alle dottrine sociali moderne;
    • la conoscenza delle principali correnti del pensiero contemporaneo, con particolare riferimento alle scienze umane e sociali;
    • la conoscenza dei principali eventi che hanno caratterizzato la società moderna e contemporanea, con particolare riferimento alla nascita dei mass media e della cultura di massa;
    • la conoscenza a livello elementare dei principi di base di informatica;
    • la conoscenza a livello scolastico della lingua inglese; possesso del lessico tale da permettere la comprensione di un testo scritto di cultura generale o di attualità.

    In caso non sia effettuata la prova di selezione, al fine di accertare tali competenze verrà comunque predisposto un test, eventualmente accessibile via web, atto a quantificare il livello delle competenze in ingresso.
    Tale test è obbligatorio e potrà segnalare eventuali lacune nella formazione pregressa. In tal caso verranno indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso.
    La verifica sul soddisfacimento dei debiti entro il primo anno di corso avverrà mediante una prova scritta, eventualmente accessibile via web, effettuabile in più appelli. Tale prova potrà anche essere abbinata ad una o più attività formative del primo anno di corso.
    Lo studente non potrà comunque sostenere esami prima di avere svolto il test e assolto agli eventuali obblighi formativi aggiuntivi.
    Il Dipartimento al fine di agevolare l'orientamento e la scelta degli studenti e per migliorare l'organizzazione della didattica fisserà per lo svolgimento del test una data con congruo anticipo rispetto alla scadenza dell'immatricolazione. Il Dipartimento si riserva di istituire eventuali sessioni di recupero.

    Le modalità previste per colmare eventuali lacune consistono nello svolgimento di colloqui individuali mirati a rafforzare le conoscenze di base e nella successiva assegnazione di un tutor.

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento del titolo di studio prevede la presentazione e la discussione orale di un elaborato di prova finale su un tema a scelta dello studente e concernente un argomento relativo ai settori disciplinari di base, caratterizzanti e affini del CdS.
    Ogni studente è seguito da un tutor individuato in base a un accordo diretto con un docente del Corso di studi oppure proposto dalla Commissione Prove Finali e Tesi sulla base delle preferenze espresse dallo studente e delle esigenze di una equilibrata distribuzione del carico didattico tra i docenti.
    Il tutor definisce con il candidato il progetto di elaborato di prova finale, ne indirizza la progettazione e ne approva la stesura finale.
    L'elaborato di prova finale, corrispondente a 6 CFU, può assumere la forma di:

    • a) un elaborato scritto;
    • b) un progetto di ricerca;
    • c) una produzione multimediale;
    • d) una presentazione per schemi accompagnata da un abstract esteso;
    • e) elaborazione e commento di tabelle di dati statistici.

    La lunghezza degli elaborati in forma scritta deve essere commisurata ad un impegno corrispondente a 6 CFU mentre è il tutor a definire i limiti quantitativi per le forme di elaborato di prova finale di cui alle lettere c), d).

    La discussione della prova finale ha luogo dinanzi ad una Commissione per la discussione della prova finale, alla quale partecipa il tutor, nominata dalla Direzione del Dipartimento, che propone l'attribuzione di un punteggio da 0 a 6 punti per l'elaborato da sommare al voto medio ottenuto negli esami di profitto (espresso in centodecimi). Tale proposta viene sottoposta alla Commissione di laurea che, valutata la carriera e l'elaborato, esprime e proclama il risultato.
    La lode può essere assegnata su richiesta scritta del tutor e con l'approvazione unanime della Commissione di laurea allo studente che abbia raggiunto una votazione di 110/110.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca della Facoltà di Sociologia: Vico Monte di Pietà, 1 Napoli
    • Centro Interdipartimentale di Ricerca Audiovisuale per lo Studio della Cultura Popolare: Vico Monte della Pietà, 1
    • Laboratorio Didattico-Informatico e Laboratorio Multimediale Storia Orale
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly

    Torna su

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto