Danza del Ventre

Artidee Laboratorio della Musica e delle Arti
A Roma

45 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • Durata:
    1 Mese
Descrizione

Obiettivo del corso: esibizioni di danza live e private su coreografie . saggi in teatro ed esibizioni ad eventi.
Rivolto a: tutti: donne e uomini. A chiunque è interessato a danzare nel modo seducente e sinuoso di una cultura antica.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Andrea del Castagno 196, 00142, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

non occorrono prerequisiti.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Danza orientale RAKS SHARQI
Alla lettera (raqs) danza (sharqi) orientale
E' la denominazione attribuita in Egitto alla danza delle ballerine professioniste venute all'Est, e da lì diffusa in tutto il medio oriente.

Più comunemente è conosciuta come danza del ventre (belly-dance in lingua inglese), ma è un'arte raffinata e antica, che non nasce per essere uno spettacolo che allieta gli uomini, bensì come una danza delle donne per le donne, che si ricollega ad antichi culti religiosi legati alla "madre terra" che propiziavano e celebravano la fertilità.

Velo & Sagat. Spada. Lumini. Tecnica avanzata e Coreografica.

Corso "Il Sè in movimento", un percorso alla scoperta di Sè e delle nostre possibilità di movimento nel mondo attraverso la danza.

La danza orientale, (in arabo raqs al sharqi, رقص شرقي, danza orientale) comprendente il Baladi, una danza che si trova solo in Egitto e Giordania (رقص بلدي, danza popolare), il Sharqi (ovvero l'orientale), ballato da danzatrice occidentale e anche noto come danza del ventre (anche se questo termine riduttivo è mal visto dalle danzatrici professioniste e non è del tutto corretto perché in realtà è il bacino a muoversi, mentre il ventre ne segue i movimenti) e il Saidi, che si trova solo in Egitto, a sua volta suddiviso in Tahtib, praticato solo da uomini, e Raks Al Assaya.

La danza orientale è tradizionalmente praticata dalle donne, perché esprime interamente la femminilità, la vitalità e la sensualità. La danza del ventre è unica nel suo genere: esistono diversi stili, che cambiano a seconda del Paese d'origine, come la danza col velo. In generale, questa danza è caratterizzata dalla sinuosità e dalla sensualità dei movimenti: è di effetto sia con musiche ritmate che lente. Di solito è praticata da danzatrici professioniste.

La pratica della danza orientale è giunta in Europa e in America grazie ai cabaret degli anni trenta e quaranta: è da questo periodo, ma soprattutto dagli anni novanta, che questa danza è diventata famosa in tutto il mondo.

La danza del ventre è particolarmente adatta al corpo femminile, perché aumenta la flessibilità e la tonicità del seno, delle spalle, delle braccia, del bacino, ma soprattutto della pancia: gli addominali sono coinvolti profondamente nei movimenti, modellando la linea e giovando agli organi interni. Tonifica le cosce, migliora l'agilità delle articolazioni e sembra ritardare l'osteoporosi. Inoltre, la danzatrice orientale ha il diritto di essere in carne - le danzatrici formose sono le più apprezzate - e può mostrare le proprie forme, come una statua di Maillol. Quello che importa non è la rotondità ma la sensualità, la grazia e la sinuosità dei movimenti.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 10

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto