Danza del Ventre

Centro Artwell
A Napoli

30 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

Descrizione


Rivolto a: tutte coloro che amano divertirsi in movimento.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
Via Terracina 357, 80125, Napoli, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Napoli
Via Terracina, 357, 80125, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Programma

Quella per la danza, in Italia è una vera passione, ma non ci limitiamo ai balli più radicati nella nostra tradizione, siamo spesso molto aperti verso le danze di altre culture, siamo curiosi e questo porta al proliferare di corsi, ad esempio è sempre maggiore la richiesta di lezioni di danza del ventre.

Studiare le danze orientali a Napoli è oggi possibile grazie all’attività delCentro Artwell che propone numerose iniziative e discipline che permettono a chi lo frequenta di ritrovare un suo equilibrio psicofisico e il relativo benessere.

Le strade per raggiungere questo importante obbiettivo possono essere molteplici e tra queste compare anche la danza del ventre.

Questa particolare danza, sempre più nota ed apprezzata anche nel nostro Paese, è originaria del Medio-Oriente e dei paesi arabi, nei quali è eseguita soprattutto, ma non esclusivamente, dalle donne.

Si tratta di una delle più antiche forme di danza al mondo ed è tutt’oggi fortemente radicata in molte culture come quella del Maghreb, di Libano, Libia, Egitto, Irak, Turchia, Algeria e Marocco.

L'origine di questa particolare danza non è certa, ma molto probabilmente collegata a riti di fertilità.

Durante la Campagna d'Egitto di Napoleone, i soldati francesi vennero a contatto con questa danza: provenendo da una società culturalmente molto lontana, il corpo scoperto delle danzatrici veniva percepito come provocatorio e questo portò per molto tempo ad un fraintendimento.

La danza del ventre non è infatti un sorta di lap dance, ma una forma di comunicazione corporea radicata in antiche culture che non la caricavano di nessun significato sessuale, almeno non come intendiamo noi oggi il termine.

In Inghilterra, nazione ancor più puritana della Francia, quando le danze orientali fecero la loro comparsa vennero presto additate come opera del demonio.

Il sinuoso ancheggiare e i movimenti di ventre e bacino delle danzatrici vennero erroneamente considerati come un invito alla prostituzione. Nacque allora il termine "danza del ventre", ormai diffuso ed universalmente riconosciuto, anche se sarebbe più corretto parlare di danze orientali.

La danza orientale esprime femminilità, vitalità e sensualità, per un numero crescente di donne occidentali rappresenta oggi un’ottima attività fisica ed un modo per socializzare, divertirsi, sentirsi più belle e a proprio agio col loro corpo.

La danza orientale è davvero unica nel suo genere, ne esistono diversi stili, che cambiano a seconda del Paese d'origine, ma tutti sono generalmente accumunati da sinuosità e sensualità dei movimenti eseguiti sulla base di musiche ritmate o lente, ma sempre molto coinvolgenti e suggestive.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto