con laboratori teorico-pratici

Corso di aggiornamento professionale in applicazioni pratiche delle principali teorie psicoanalitiche dell'arte

Philosophic Therapy Center
A Nola

50 
Preferisci chiamare subito il centro?

Informazione importanti

  • Laboratorio intensivo
  • Livello avanzato
  • Nola
  • 5 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Philosophic Theraphy Center presenta su emagister.it il corso di Aggiornamento Professionale in Applicazioni Pratiche delle Principali Teorie Psicoanalitiche dell’Arte. Si tratta di un laboratorio teorico-pratico che vuole approfondire i concetti dell’arte elaborati dalla psicoanalisi.

Il laboratorio si articola in una giornata, per un totale di 5 ore di formazione, e si svolge presso la sede di Philosophic Theraphy Center a Nola (NA).

Nel corso del laboratorio si illustrerà l’importanza che i concetti sviluppati dalla psicoanalisi sull’arte, come quelli di Freud, della Klein, di Kris e di Chasseguet-Smirgel, hanno avuto nello sviluppo della disciplina dell’arteterapia.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Nola
Via Abate Minichini 2 Traversa n.12, 80035, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Grazie a questo corso il partecipante acquisirà le conoscenze fondamentali dei concetti psicoanalitici legati alla definizione di arte e come questi hanno forgiato e indirizzato l'arteterapia. In questo modo, conseguirà una comprensione più profonda che beneficerà la sua azione terapeutica.

· A chi è diretto?

Il corso si rivolge a chiunque sian interessato, in particolare a operatori della riabilitazione psichiatrica, fisioterapisti, assistenti sociali, educatori, operatori di comunità e del volontariato, studenti universitari.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Forniamo strumenti di lavoro immediatamente spendibili e utili in ambito ospedaliero, scolastico, della gestione del disagio individuale e/o collettivo e della formazione; costituisce un approccio valido per l’apprendimento dell’arteterapia e, al tempo stesso, un significativo approfondimento per operatori già specializzati nella medesima disciplina; rilascia certificazione di frequenza .

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Dopo aver chiesto informazioni ti contatteremo tramite telefono. Il corso sarà attivato con un numero minimo di 3 partecipanti.Entro il 10 Aprile bisognerà versare la quota di partecipazione di 50 euro in contanti, tramite bonifico bancario o postepay.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Arte
Terapia
Via regia verso l’inconscio
Piacere preliminare
La flessibilità di rimozione
Concetti di lutto
Dolore per la perdita dell’oggetto amato
Nostalgia di un mondo perduto
Regressione al servizio dell’Io”
Atto creativo come “riparazione di sé”

Professori

Nicola Velotti
Nicola Velotti
Arteterapeuta, consulente filosofico e docente.Tutor dei corsi.

Nicola Velotti è psicoanalista, consulente filosofico e arteterapeuta.Specializzato in Psicoterapia Analitica e in Training Autogeno presso l'ARPAD.Già vicedirettore del CISAT, è presidente dell’Associazione “Philosophic Therapy Center”. E’ stato componente dei consigli di amministrazione di varie società e docente presso diversi corsi. È docente del corso di specializzazione per il sostegno in Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione presso l’UNINT.E’ docente di Psicologia dell’arte e Tecniche espressive integrate presso l’ABAN. E’ membro del Consiglio Direttivo dell'APE.

Programma

Gli studi degli psicoanalisti sull’arte rappresentano le premesse fondamentali per la nascita e lo sviluppo dell’arteterapia e grazie a questi contributi l’arteterapia ha avuto un riconoscimento internazionale ed è potuta diventare una precisa metodologia e un preciso strumento di indagine terapeutica.

In questo laboratorio si evidenzierà l’importanza per l’applicazione dell’arteterapia dei concetti dell’arte come:

  • “via regia verso l’inconscio”, il “piacere preliminare” e ”la flessibilità di rimozione” elaborati da Freud;
  • i concetti di lutto, del dolore per la perdita dell’oggetto amato, sperimentati primariamente nella posizione depressiva, i necessari impulsi riparatori e la nostalgia di un mondo perduto elaborati dalla Klein;
  • il concetto di “regressione al servizio dell’Io” di Kris;
  • il concetto dell’atto creativo come “riparazione di sé” della Chasseguet – Smirgel.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto