Corso di Formazione Teorica e Pratica per Addetti al Pronto Soccorso Aziendale

C.F.O.P.
A Andria

150 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Andria
  • 8 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso consiste in tre lezioni pomeridiane di per un totale di 16 ore nel quale si seguirà il programma stabilito dal Decreto del Ministero della Salute n. 388 del 15 luglio 2003; le lezioni verranno introdotte (primo pomeriggio di 4 ore) dal un esperto medico del lavoro e verranno completate (altri due pomeriggi di 6 ore cadauno) da un medico esperto nella medicina d’urgenza; l’attività corsual.
Rivolto a: utte le aziende che devono rispettare il D. Lgs. 626 del 19 settembre 1994 devono anche nominare almeno un addetto al pronto soccorso aziendale che deve obbligatoriamente frequentare un corso apposito (ai sensi dell’Art. 3 del Decreto del Ministero della Salute n. 388 del 15 luglio 2003); tale formazione deve essere ripetuta con cadenza triennale almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico; in caso di mancato adeguamento alla normativa, la legge prevede sanzioni amministrative.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Andria
Via B. Buozzi 3a-b, 70031, Barletta-Andria-Trani, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Possono partecipare i DATORI DI LAVORO e i LAVORATORI di aziende con lavoratori

Programma

CORSO DI FORMAZIONE TEORICA E PRATICA PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE

1. CHI PUO’ PARTECIPARE:

Possono partecipare i DATORI DI LAVORO e i LAVORATORI (dipendenti e soci lavoratori) di aziende con lavoratori (le stesse che sono sottoposte agli obblighi previsti dal D. Lgs. 626 del 19 settembre 1994);

2. PERCHE’: tutte le aziende che devono rispettare il D. Lgs. 626 del 19 settembre 1994 devono anche nominare almeno un addetto al pronto soccorso aziendale che deve obbligatoriamente frequentare un corso apposito (ai sensi dell’Art. 3 del Decreto del Ministero della Salute n. 388 del 15 luglio 2003); tale formazione deve essere ripetuta con cadenza triennale almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico; in caso di mancato adeguamento alla normativa, la legge prevede sanzioni amministrative (da € 516,00 ad € 4.131,00) e sanzioni penali che arrivano alla reclusione fino a sei mesi;

3. ATTIVITA’ CORSUALE: il corso consiste in tre lezioni pomeridiane di per un totale di 16 ore nel quale si seguirà il programma stabilito dal Decreto del Ministero della Salute n. 388 del 15 luglio 2003; le lezioni verranno introdotte (primo pomeriggio di 4 ore) dal un esperto medico del lavoro e verranno completate (altri due pomeriggi di 6 ore cadauno) da un medico esperto nella medicina d’urgenza; l’attività corsuale prevede anche esercitazioni pratiche di rianimazione cardiorespiratoria;

4. COSA RICEVERANNO I FREQUENTANTI: al termine delle lezioni regolarmente frequentate (durante le quali si riceveranno le dispense) e dopo il superamento di un test di valutazione dell’apprendimento i corsisti riceveranno:

· l’attestato di frequenza al corso;

· la preparazione della raccomandata (nei casi in cui è obbligatoria) alla A.U.S.L. di competenza, ai sensi dell’Art. 1, comma 2°, del Decreto del Ministero della Salute n. 388 del 15 luglio 2003;

5. COSA BISOGNA FARE PER ISCRIVERSI: presentarsi presso la scuola di Formazione Professionale ed iscriversi, consegnando copia di un documento d’identità del frequentante e copia di una recente visura alla C.C.I.A.A. (o, in alternativa, copia dell’ultima variazione I.V.A.) dell’azienda partecipante;

PROGRAMMA

I LEZIONE

Il quadro normativo in materia di sicurezza dei lavoratori e la responsabilità civile e penale. L’informazione e la formazione dei formatori. I rapporti con i rappresentanti dei lavoratori.

II LEZIONE

La valutazione dei rischi; i principali tipi di rischio e le relative misure tecniche, organizzative, e procedurali di sicurezza. I dispositivi di protezione individuale.

III LEZIONE

Appalti, lavoro autonomo e sicurezza. La prevenzione sanitaria. La tutela assicurativa, le statistiche ed il registro degli infortuni.

IV LEZIONE

La prevenzione incendi ed i piani di emergenza. Gli organi di vigilanza e di controllo nei rapporti con le aziende.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 10

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto