Corso di Giornalismo Internazionale

Institute for Global Studies
A Roma

3.300 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 300 ore di lezione
  • Durata:
    7 Mesi
Descrizione

Il Corso di Giornalismo Internazionale, giunto alla sua decima edizione, è un programma di formazione e tecnica giornalistica di eccezionale natura e contenuto, unico nel suo genere e dedicato a tutti i giornalisti – o aspiranti tali – che intendono svolgere questa professione all’estero e nei teatri di crisi.

Organizzato in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa, il Corso è articolato in quattro fasi: percorso d’aula, formazione sul campo e addestramento alla sicurezza, formazione all’estero e missione giornalistica in Teatro Operativo (Libano, Afghanistan o Kosovo).

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via XX Settembre 2, 00187, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il X° Corso di Giornalismo Internazionale è stato completamente rinnovato dall’edizione del 2016, ed è oggi strutturato su sette moduli formativi dedicati ad altrettante tematiche di interesse del giornalismo internazionale e della preparazione per i giornalisti in teatri di crisi.

· A chi è diretto?

Giornalisti, aspiranti giornalisti, addetti comunicazione, uffici stampa, addetti pubblica informazione, blogger e social media specialist.

· Requisiti

Conoscenza lingua inglese.

· Titolo

Corso di Giornalismo Internazionale

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Formazione sul Campo e in Teatro Operativo In Italia Durante la frequenza del Corso, gli studenti partecipano ad attività di formazione pratiche e sul campo con le Forze Armate. Queste attività hanno lo scopo di insegnare tecniche e conoscenze per affrontare situazioni potenzialmente pericolose durante la permanenza nei teatri d’operazione o nei contesti critici in cui il giornalista potrebbe trovarsi a dover operare. In modo particolare la formazione si concentra su tre principali assi: rischi e minacce, mezzi e dotazioni, gestione delle emergenze. Vengono in tal modo studiate e approfondite le minacce relative alle varie tipologie di ordigni esplosivi ed alle procedure di gestione in caso di rinvenimento; sono illustrate le tecniche di condotta dei mezzi nelle aree operative, le problematiche inerenti i mezzi navali ed aerei, incluse le emergenze e le relative procedure. In Teatro Operativo all’Estero Ogni anno, compatibilmente con la disponibilità delle Forze Armate, gli studenti del Corso trascorrono un periodo in un vero Teatro Operativo, partecipando ad attività di formazione sul campo e vivendo all’interno delle strutture militari una vera e propria attività “embedded”. Afghanistan, Libano e Kosovo sono le mete dove solitamente gli studenti hanno la possibilità di trascorrere il periodo di formazione operativo sul campo, sebbene di anno in anno le condizioni possano mutare a seconda delle esigenze operative della Difesa o di eventi particolari in loco.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Invio del curriculum e compilazione della domanda di ammissione.

Cosa impari in questo corso?

Giornalismo internazionale
Giornalismo embedded
Giornalismo in aree di crisi
Combat camera
Giornalismo di guerra

Professori

Alberto Negri
Alberto Negri
Inviato del Sole 24 Ore

Gianpaolo Cadalanu
Gianpaolo Cadalanu
Inviato di Repubblica

Gino Falleri
Gino Falleri
Vicepresidente Ordine dei Giornalisti del Lazio

Karim Mezran
Karim Mezran
Docente di Relazioni Internazionali

Luca Anconelli
Luca Anconelli
Tenente di Vascello della Marina Militare

Programma

X edizione del Corso di Giornalismo Internazionale

Roma, novembre 2016 – aprile 2017

Terminano il 15 ottobre 2016 le iscrizioni alla decima edizione del Corso di Giornalismo Internazionale, organizzato dall’Institute for Global Studies in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa.

Il Corso di Giornalismo Internazionale è il primo programma specificamente dedicato a coloro che intendono acquisire una formazione specialistica in giornalismo, unitamente ad una preparazione operativa di base per lo svolgimento delle attività in area di crisi

Sei mesi di formazione intensiva in aula e sul campo, accompagnata da esercitazioni e sessioni di addestramento con reparti speciali delle Forze Armate, visite presso installazioni e strutture civili e militari, esperienza sui mezzi, sui velivoli e sulle imbarcazioni in dotazione alle forze terrestri, aeree e navali italiane.

Sei mesi a stretto contatto con le principali dinamiche di crisi internazionale, con gli operatori di settore e con i professionisti dell’informazione sul campo e gli embedded in area di operazione.

Il Programma

I partecipanti svolgono un intenso programma da novembre ad aprile, strutturato su un corso di giornalismo di base e uno avanzato, unitamente ad una costante preparazione nel laboratorio di scrittura, di comunicazione e di redazione. Il corso si completa con una approfondita formazione nelle materie di interesse militare e strategico, oltre a quelle della ricerca e dell’analisi in politica internazionale e di sicurezza, fornendo in tal modo allo studente una panoramica completa e precisa della professione giornalistica.


Durata e Frequenza

Il Corso di Giornalismo Internazionale, per l’edizione del 2016, inizierà la prima settimana di novembre e terminerà entro fine del marzo del 2017. L’attività di Formazione sul Campo in Teatro Operativo viene invece organizzata in concomitanza con le finestre d’impiego rese disponibili dallo Stato Maggiore della Difesa, e potrebbe quindi slittare anche oltre la data del termine delle lezioni.

Le lezioni si tengono il mercoledì e il giovedì dalle 17:00 alle 19:00. L’ultimo giovedì del mese è abbinata una lezione di “International Journalism”, che si svolgerà dalle 16:00 alle 17:00, e sarà poi seguita dalla lezione ordinaria.

Le visite di Formazione e Addestramento in Italia si svolgono solitamente nell’ultima fase del Corso, e le date vengono comunicate con largo anticipo dalla direzione del Corso.Il Viaggio di Formazione all’Estero si terrà nel mese di marzo a Bruxelles, in Belgio, e prevede la permanenza dal lunedì al venerdì.Il Viaggio di Formazione e Addestramento in Teatro Operativo si tiene solitamente al termine del Master, e i frequentatori potrebbero anche essere suddivisi in più gruppi a seconda delle esigenze operative dello Stato Maggiore della Difesa.

La sede del Corso è presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate d’Italia, Palazzo Savorgnan di Brazzà, in Via XX Settembre 2, a Roma.

Gli Organizzatori

L’Institute for Global Studies è l’organizzatore del Corso. IGS è un centro di ricerca, analisi e formazione con sede a Roma e Bruxelles, le cui attività comprendono l’organizzazione di Master, corsi di alta formazione, seminari ad hoc per funzionari dell’Amministrazione Pubblica e dirigenti di grandi aziende.

L’attività primaria di IGS è quella di ricerca e analisi, nei settori delle relazioni internazionali, delle politiche di sicurezza e delle dinamiche sociali del Medio Oriente e dell’Africa.

IGS ha anche una sua casa editrice, IGS Libri, attiva nella pubblicazione di testi scientifici ed accademici, e nella gestione di alcune riviste telematiche nel settore delle Relazioni Internazionali.

Lo Stato Maggiore della Difesa collabora nell’offerta didattica del Corso. Lo SMD rappresenta l’organo tecnico operativo di raccordo delle quattro Forze Armate italiane al servizio del Ministro della Difesa, ed è retto dal Capo di Stato Maggiore della Difesa.

Fanno parte dello Stato Maggiore della Difesa ufficiali e sottufficiali appositamente selezionati dalle Forze Armate di appartenenza, con un curriculum di formazione (militare e civile, a livello post-universitario per gli ufficiali) e di esperienza (sia in ambito operativo che presso gli stati maggiori di forza armata) tale da consentire loro di operare anche in contesti internazionali.

Formazione sul Campo e in Teatro Operativo

Sul Campo in Italia

Durante la frequenza del Corso, gli studenti partecipano ad attività di formazione pratiche e sul campo con le Forze Armate. Queste attività hanno lo scopo di insegnare tecniche e conoscenze per affrontare situazioni potenzialmente pericolose durante la permanenza nei teatri d’operazione o nei contesti critici in cui il giornalista potrebbe trovarsi a dover operare.

In modo particolare la formazione si concentra su tre principali assi: rischi e minacce, mezzi e dotazioni, gestione delle emergenze. Vengono in tal modo studiate e approfondite le minacce relative alle varie tipologie di ordigni esplosivi ed alle procedure di gestione in caso di rinvenimento; sono illustrate le tecniche di condotta dei mezzi nelle aree operative, le problematiche inerenti i mezzi navali ed aerei, incluse le emergenze e le relative procedure.

Esercito, Aeronautica, Marina e Carabinieri provvedono poi ad impartire una pratica conoscenza dei rispettivi mezzi, dotazioni e procedure di impiego, svolgendo attività didattiche sul terreno, in volo e per mare. In particolar modo gli studenti del Corso familiarizzeranno con le dotazioni ed i mezzi in uso nei teatri operativi, che presumibilmente impiegheranno poi nei teatri dove svolgeranno la successiva attività giornalistica.

Con i reparti dell’Esercito gli studenti parteciperanno poi ad una speciale attività di formazione finalizzata alla gestione dello stress nelle situazioni critiche. Tale addestramento, particolarmente dinamico e realistico, prevede una fase teorica e una pratica presso le infrastrutture dei raparti.

Con l’Arma dei Carabinieri gli studenti apprenderanno le tecniche di gestione delle scorte, della protezione dei giornalisti e delle autorità, nonchè quelle inerenti la gestione dei check-point nelle aree di conflitto.

Con la Marina Militare verrà svolto un programma ad hoc per apprendere le natura delle missioni navali e delle modalità di partecipazione dei giornalisti a bordo delle unità. Completerà il programma un’ampia panoramica relativa all’impiego, l’addestramento ed i mezzi utilizzati dalla Marina.

Con l’Aeronautica Militare gli studenti avranno modo di conoscere e familiarizzare con i principali mezzi aerei in dotazione al nostro paese, apprendendo le particolari procedure richieste per l’imbarco e per la gestione delle eventuali emergenze in teatro operativo. Una speciale sessione è dedicata all’utilizzo degli elicotteri e degli aerei ed alle procedure da osservare durante l’imbarco ed una volta in volo.I partecipanti effettueranno un volo addestrativo al fine di familiarizzare in modo reale con i mezzi di possibile impiego.

In Teatro Operativo all’Estero

Ogni anno, compatibilmente con la disponibilità delle Forze Armate, gli studenti del Corso trascorrono un periodo in un vero Teatro Operativo, partecipando ad attività di formazione sul campo e vivendo all’interno delle strutture militari una vera e propria attività “embedded”.

Afghanistan, Libano e Kosovo sono le mete dove solitamente gli studenti hanno la possibilità di trascorrere il periodo di formazione operativo sul campo, sebbene di anno in anno le condizioni possano mutare a seconda delle esigenze operative della Difesa o di eventi particolari in loco.

Le attività in teatro operativo prevedono la preventiva conoscenza delle modalità di partecipazione all’interno delle strutture militari, e sono quindi solitamente organizzate nella fase finale del Corso.

Gli studenti che si recano in Teatro Operativo devono impegnarsi al rispetto e all’osservanza di tutte le misure comportamentali e di sicurezza, e svolgere il programma didattico assegnato.

La durata media della permanenza all’estero è solitamente di circa una settimana. Tutti i trasferimenti vengono fatti con mezzi aerei e terrestri militari, e si alloggia presso le strutture militari italiane.

L’esperienza in Teatro Operativo costituisce uno dei più importanti e significativi elementi del processo di formazione del Corso, e viene quindi di anno in anno elaborata ed assegnata una specifica mission didattica di natura giornalistica per il partecipante.

Costo di Partecipazione

Non sono richiesti titoli di studio per la partecipazione al Corso di Giornalismo Internazionale, e possono partecipare anche coloro che non sono iscritti all’Albo dei Giornalisti.Per iscriversi al Corso è necessario inviare il proprio CV e compilare la scheda di iscrizione, siglandola e provvedendo al saldo secondo le tabelle indicate.

Il costo di partecipazione al Corso Giornalismo Internazionale è di € 3.300 (IVA inclusa), e comprende un totale di 150 ore circa di formazione in aula o sul campo, e 150 ore di studio individuale. All’atto dell’iscrizione è necessario versare un acconto di € 1.500, mentre il saldo deve essere versato entro il giorno di inizio del Master. La quota di iscrizione è rimborsabile sino a 30 giorni prima dell’inizio del Corso, e in nessun caso successivamente a tale data.Qualora il Corso non dovesse essere attivato per iniziativa dell’Institute for Global Studies, l’intera quota verrà prontamente rimborsata.

Il programma è aperto alla frequenza di un numero massimo di 30 partecipanti, di cui 15 provenienti dai Reparti delle Forze Armate.L’ammissione al Corso di Giornalismo Internazionale è subordinata alla valutazione del curriculum vitae del candidato, e al successivo colloquio di valutazione motivazionale.È condizione necessaria per la partecipazione al Corso la conoscenza scritta e parlata della lingua inglese. Alcune delle lezioni sono infatti tenute esclusivamente in lingua inglese.

Il costo di partecipazione al Corso di Giornalismo Internazionale comprende:• Lezioni in aula e materiali didattici• Viaggio di Istruzione Internazionale a Bruxelles, incluse le spese di viaggio aereo (da Roma) e di alloggio*• Viaggio di Formazione e Addestramento in Italia, incluse le spese di viaggio (bus messo a disposizione degli organizzatori)**• Viaggio di Formazione e Addestramento all’Estero, incluse le spese di viaggio (aereo con mezzo civile o militare).

Non sono invece comprese:• Le spese di vitto, a meno che non sia espressamente specificato• I trasporti da e per Roma durante il Corso• I trasporti da e per Roma all’atto della partenza per i Viaggi all’Estero• Bevande ed extra• Tutto ciò che non è espressamente menzionato

* La direzione del Corso abbina nelle stanze partecipanti del medesimo sesso, dando previamente informazione al partecipante e mettendo i due occupanti in contatto prima della partenza. Eventuali preferenze per la condivisione delle stanze devono essere comunicate con congruo anticipo. Coloro interessati ad usufruire di una camera singola, devono comunicare tale esigenza con congruo anticipo, e corrispondere una quota extra di € 450,00. Nel Viaggio di Istruzione all’Estero non sono comprese le spese del vitto.

** Nel Viaggio di Formazione e Addestramento in Italia non sono comprese in alcuni giorni le spese di alloggio – estremamente modeste – nelle sedi di svolgimento dell’attività, e quelle di vitto.