Corso di Grafologia - Metodo Europeo

Arigraf Milano - Istituto di Grafologia Francese
A Milano

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Inizio Milano
Ore di lezione 54h
  • Corso
  • Milano
  • 54h
Descrizione

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Luigi Settembrini, 50, 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Milano
Via Luigi Settembrini, 50, 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

Struttura del corso

Il corso ha durata triennale. Le lezioni hanno luogo da ottobre a luglio, per un totale di 125 ore annuali suddivise in 12 lezioni teoriche di 4 ore e mezza (54 ore totali) 8 esercitazioni pratiche di 4 ore e mezza (36 ore totali) 8 lezioni di 4 ore di approfondimento grafologico (moduli obbligatori) un compito finale di 4 ore e inoltre 68 ore annuali di moduli facoltativi.
Moduli di approfondimento grafologico obbligatori e facoltativi

Modalità di frequenza

Lezioni mensili (4 ore e mezza due volte al mese, sabato e/o domenica)
lezioni settimanali a richiesta e con un minimo di 10 persone
Numero chiuso (max. 20 persone per corso)

Programma del primo anno

Storia della scrittura
Grafologia: storia e fondamenti:
- J. H. Michon e la teoria dei "segni fissi"
- Crepieux Jamin : il concetto di armonia e di adattamento
- M. Pulver e la simbologia dello spazio
- L. Klages : il concetto di ritmo
- Padre Girolamo Moretti e la scuola italiana
Neurofisiologia del gesto grafico: la funzione delle emozioni e dello stress
La costruzione della personalità
- Le principali teorie sull'età dello sviluppo:
J. Piaget, J. S. Bruner, L. Vygotskij, D. W. Winnicott, J. Bowlby, A.Freud, F.

E. Eriksoh
L'evoluzione della scrittura:
- Lo stadio dello scarabocchio e la magia della traccia
- Dallo scarabocchio alla scrittura
- Il modello scolastico
- L'alfabeto, il modello attuale
- L'apprendimento della scrittura
Psicologia generale
Approccio globale della scrittura, l'ambiente grafico
l'interazione dinamica tra compensazioni, contraddizioni e motivazioni.
Nozioni di base: il concetto di regolarità, disuguaglianza, discordanza, spontaneità, semplicità.
La gestione del foglio: lo spazio come territorio e comunicazione.
La firma, atto di identità personale, sociale, familiare e socioculturale
La dimensione della scrittura: la dinamica tra il sé e l'altro
Gli strumenti grafici ed il loro uso: W. Hegar e la teoria del tratto.
La forma
- L'espressione di sé
- La dinamica tra angolo e curva
Il movimento: la dinamica tra controllo e liberazione
La teoria di H. de Gobineau e di R. Perron
Gerarchizzazione ed associazione degli elementi costitutivi della scrittura
La continuità la relazione tra pensiero ed azione, l'interazione tra legato e staccato che organizza l'attività grafica.
La direzione del rigo: l'espressione dello stato d'animo, il controllo emotivo, la dinamica tra progressione e regressione.
Gli assi della scrittura: orizzontalità e verticalità
La condotta del tracciato: la flessibilità e la resistenza, l'adattabilità o il disadattamento
La teoria della tensione secondo R. Pophal
Roda Wieser ed il ritmo di base.
I tratti minori e i piccoli segni

Programma del secondo anno


La teoria di S. Freud e corrispondenze grafologiche:
- I modelli della mente
- Le istanze della personalità: l'Es, il Superio, l'Io
- Lo sviluppo della personalità: lo stadio orale, anale fallico, il conflitto edipico, l'ambivalenza.
- Il narcisismo
I meccanismi di difesa di Anna Freud
A. Adler e il sentimento di inferiorità
Teoria di C. G. Jung e corrispondenze grafologiche: il concetto di archetipo e di inconscio collettivo, la Persona, Animus ed Anima, l'Ombra; i Tipi psicologici: il Pensiero, il Sentimento, la Sensazione, l'Intuizione; il ruolo della funzione inferiore.
La teoria di Ippocrate e sue corrispondenze grafologiche
La grafologia dell'età dello sviluppo:
- I modelli scolastici europei
-La teoria di Arjuriaguerra
- Le fasi precalligrafica, calligrafica, postcalligrafica
- I disturbi della scrittura, la disgrafia, la dislessia, il mancinismo
- Il bambino "cattivo"
- Dinamica di classe
- Stili educativi
- La grafia degli adolescenti: considerazioni generali sull'adolescenza; la riuscita scolastica, l'identità dell'adolescente, la funzione del gruppo e le dinamiche di gruppo; sindromi grafiche delle scritture degli adolescenti; il disagio adolescenziale; l'adolescente e il suo corpo: anoressia e bulimia; la devianza; l'orientamento scolastico.
Le scritture attuali dei giovani professionisti tra immaturità, creatività e compensazione.

Programma del terzo anno

Elementi di psicopatologia:
- La personalità
- I disturbi di personalità: la nevrosi e la psicosi
- La depressione
- La personalità paranoicale
- La personalità ossessiva
- La personalità isteroide
- La personalità schizoide
- La schizofrenia
Applicazione della grafologia in campo professionale:
- L'azienda, l'organigramma aziendale, le figure professionali e le professioni emergenti.
- Forme di intelligenza, il dinamismo intellettuale, le attitudini, la qualità di giudizio, orientamento di interessi.
- L'autostima
- Il senso di responsabilità, l'affidabilità
- La capacità di comunicare
- La gestione delle risorse e la leadership
- Stili manageriali nevrotici
- La funzionalità di un'equipe di lavoro
- Autonomia ed influenzabilità
- Motivazione e scelta professionale
- Il ruolo dell'ansia e le componenti infantili
- Orientamento e selezione professionale
.

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto