Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione Nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico della Prevenzione Nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro)

Università degli Studi di Parma
A Parma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Parma
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Parma
via università, 12, 43100, Parma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici I laureati nella classe sono, ai sensi della legge 10 agosto 2000, n°. 251, articolo 4, comma 1, gli operatori delle professioni tecniche della prevenzione che svolgono con autonomia tecnico-professionale attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di radioprotezione, igiene ambientale e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro. I contenuti concettuali sono quelli della Fisica Applicata (FIS/07), dell'Igiene Applicata (MED/42), della Medicina del Lavoro (MED/44) e dell'Impiantistica Industriale ING-IND/17, applicati al campo della "Sanità Pubblica" facendo riferimento ad un aspetto sanitario rivolto alla prevenzione primaria dei rischi per la salute della totalità degli abitanti di un certo territorio, visti nell'ambito complessivo della loro vita al chiuso e all'aperto, comprendendo le attività lavorative e non lavorative. Da questo punto di vista l'attenzione va quindi rivolta sia ai metodi concettuali e sperimentali per tenere sotto controllo tutti i possibili agenti di rischio sanitario sia alle relative normative vigenti. I laureati nella classe sono dotati di un'adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici sui quali si focalizza il loro intervento preventivo e/o rimediativo, sia la massima collaborazione con altre figure di laureato specialista, oltre che con gli altri laureati della stessa classe o di altre classi dell'area tecnico-sanitaria. Devono inoltre saper utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica e pratica che include anche l'acquisizione di competenze comportamentali, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro. Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della fomazione professionale, riveste l'attività formativa pratica e di tirocini, coordinata da un docente appartenente al più elevato livello formativo previsto per ciascun profilo professionale e corrispondente alle norme definite a livello europeo ove esistenti. Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99) Per essere ammessi al corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Caratteristiche della prova finale L'esame finale comprende: a) la discussione di una tesi, costituita da una dissertazione di natura teorico-applicativa; b) una prova teorica - sperimentale nella quale lo studente deve dimostrare di saper gestire evenienze professionali. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Lo sbocco occupazionale di questa figura sarà, principalmente, in Enti Pubblici e in Industrie che per adempiere ai D.Lgs.626/94, 230/95, 241/2000 debbano istituire, come richiesto dal D.Lgs.626/94, art.8), il ?Servizio di Prevenzione e Protezione? per il controllo del rischio (indoor e outdoor) e che quindi hanno bisogno in servizio a tempo pieno di personale qualificato con una formazione professionale di questo tipo. Ditte piccole lo richiederebbero solo saltuariamente e si può configurare quindi anche un ruolo in Società di servizio Private. Attività di base Scienze biomediche CFU 12 BIO/09: FISIOLOGIABIO/10: BIOCHIMICABIO/13: BIOLOGIA APPLICATABIO/16: ANATOMIA UMANABIO/17: ISTOLOGIAMED/04: PATOLOGIA GENERALE Scienze propedeutiche CFU 24 CHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICAFIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)INF/01: INFORMATICAMAT/04: MATEMATICHE COMPLEMENTARIMED/01: STATISTICA MEDICATotale CFU 36 Attività caratterizzanti Scienze dell'assistenza sanitaria CFU 4 SPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVISPS/10: SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO Scienze della prevenzione e dei servizi sanitari CFU 18 MED/42: IGIENE GENERALE E APPLICATAMED/43: MEDICINA LEGALEMED/44: MEDICINA DEL LAVORO Scienze della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro CFU 25 AGR/15: SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARICHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALIING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE ING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI MED/42: IGIENE GENERALE E APPLICATA Scienze medico-chirurgiche CFU 6 MED/05: PATOLOGIA CLINICAMED/09: MEDICINA INTERNATotale CFU 53 Attività affini o integrative Scienze del management sanitario CFU 4 IUS/07: DIRITTO DEL LAVORO Scienze interdisciplinari CFU 5 ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Scienze interdisciplinari cliniche CFU 9 MED/15: MALATTIE DEL SANGUEMED/44: MEDICINA DEL LAVORO Scienze umane e psicopedagogiche CFU 2 M-PSI/01: PSICOLOGIA GENERALETotale CFU 20 Attività specifiche della sede CFU 25 FIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)ING-IND/17: IMPIANTI INDUSTRIALI MECCANICITotale CFU 25 Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 9Per la prova finaleCFU 7 Prova finale CFU 7 Lingua straniera CFU 4Altre (art. 10, comma 1, lettera f ) Tirocini CFU 23 Altro CFU 3 Totale CFU 26Totale CFU 46 Totale Crediti CFU Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro) 180 Docenti di riferimento BERGAMASCHI Enrico BETTATI Stefano CROCI Simonetta GIULIANI Nicola GIUSIANO Francesco ORTALLI Ida PASQUARELLA Cesira Isabella Maria PEDRAZZI Giuseppe RIZZO Roberto SIGNORELLI Carlo Previsione e programmazione della domanda Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999) si (n. posti 30) Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999) no Università: Università degli Studi di Parma Classe: SNT/4-Classe delle lauree in professioni sanitarie della prevenzione Facoltà di riferimento del corso: MEDICINA E CHIRURGIA Sede del corso: PARMA Data di attivazione:

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto