Corso di Massaggio Thailandese

Centroriente
A Torino

550 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Torino
  • 30 ore di lezione
  • Durata:
    5 Giorni
Descrizione

Obiettivo del corso: Applicazione del massaggio thailandese in ambito preventivo (centri benessere) e/o curativo (centri fisioterapici, studi medici).
Rivolto a: Fisioterapisti, massoterapisti, medici e infermieri professionali che desiderino integrare la loro conoscenza con la medicina tradizionale cinese e a chiunque voglia intraprendere un percorso formativo in tale ambito per diventare operatore di massaggio thailandese.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
Corso Cadore, 27/E 10153 Torino, 10153, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Massaggio thai
Operatore Olistico

Professori

Umberto Bernacci
Umberto Bernacci
Direttore Associazione Italiana di Massaggio Tradizionale Thailandese

Programma

Inizio nuovo corso: 23 Ottobre 2010, PRESENTAZIONE: mercoledì 6 ottobre, ore 20.30

Il corso, per la tipologia stessa del massaggio, è quasi totalmente pratico ed è esattamente identico a quelli che vengono tenuti a Bangkok presso la Scuola del Wat Po, sede dell’Università di Medicina Tradizionale Thailandese.

  • 1 ora circa di presentazione della tecnica, le origini, la storia, l’etica nel massaggio e la Scuola ufficiale del Wat Po di Bangkok.
  • 1 ora circa su come iniziare il massaggio, la tecniche base di digitopressione e del palming, come portare le corrette pressioni ed evitare ogni rischio al ricevente e spiegazione dell’uso della tecnica su piedi e gambe (posizione prona).
  • 3 ore circa di applicazione e pratica delle tecniche da parte degli studenti sull’insegnante e tra compagni di corso.
  • 3 ore circa di spiegazione e pratica delle tecniche su braccia, addome e gambe in posizione prona, su entrambi i lati per schiena, collo e gambe.
  • 3 ore circa di spiegazione e pratica di tutte le tecniche relative a gambe (posizione supina), schiena, collo, testa e dell’uso delle tecniche di stretching e delle leve.
  • 1 ora circa per la spiegazione e la pratica delle tecniche per la testa
  • 8 ore circa di ripasso e verifica di tutte le tecniche apprese con applicazione delle stesse a rotazione sull’insegnante e tra gli studenti
  • 6 ore di pratica del massaggio a rotazione di ogni studente su tutti i compagni e sull’insegnante
  • 4 ore circa di scambi di tutto il massaggio completo e di routine sull’insegnante per la correzione degli eventuali errori ancora presenti nell’applicazione delle tecniche stesse.

Occorre, innanzi tutto, sapere che il massaggio thailandese si pratica preferibilmente su materassi di cotone (tipo futon giapponese) o, comunque, su superfici che siano omogenee e comode sia per il massaggiatore che per il massaggiato (tappetini da ginnastica, materassi di gommapiuma, ecc.).
Colui o colei che riceve il massaggio indossa sempre una tuta o, in ogni caso, abiti comodi e ampi (meglio se di cotone) che, a volte, vengono forniti dal massaggiatore.
Dal momento che esso, se fatto integralmente, dura circa 2 ore è meglio stare comodi!
I massaggiatori seri in Thailandia sono di solito inflessibili: il massaggio inizia dai piedi e termina alla radice dei capelli e viene eseguito prendendosi il tempo che occorre.
A questo proposito raccontiamo la storia di un amico che, tempo fa, si recò in un'ottima sala massaggio a Washington Square, a Bangkok e, disponendo di solo 1ora e ½ prima di ripartire, lo disse al massaggiatore.
Questi rispose che non ci sarebbe stato nessun problema e cominciò a trattarlo.
Fu un eccellente massaggio che terminò al collo, lasciando stupito il cliente, il quale sapeva benissimo che non era stato completato: ' Perché hai smesso?' domandò al massaggiatore.
E lui, altrettanto stupito: 'Mi hai chiesto solo un'ora e mezza!?'.
In Occidente, invece, spesso le persone hanno difficoltà a concedersi 2 ore per se stesse, cosa che porterebbe enormi benefici in termini di prevenzione e benessere, quindi il massaggiatore è 'costretto' a lavorare solo alcune parti del corpo.
In ogni caso un massaggio etico è l'obiettivo che ogni operatore dovrebbe porsi.
Il TTM (Massaggio Thailandese Tradizionale) sui Sen (meridiani) non utilizza oli e creme, in quanto essi renderebbero impossibile effettuare la digitopressione.
Durante la pratica il massaggiatore utilizza diverse parti del corpo:
• pollice, dita, palmo della mano, avambraccio, gomito, ginocchio, pianta del piede.
Le modalità con cui viene effettuato il massaggio, invece, sono:
• Pressioni normali, circolari, a rotazione, sovrapposte e alternate che devono necessariamente essere effettuate con una modalità precisa.
• Stretching, (stiramento) con cui si inducono delle posizioni molto simili a quelle dello yoga.
• Compressioni (aprire il canale del vento) in alcuni punti particolari del corpo.

Costo: € 550

Inizio nuovo corso: 4 febbraio 2016


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto