Corso di Mediazione Comunitaria Sistemica

Centro Studi Eteropoiesi
A Torino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • 320 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Corso di Specializzazione per Operatori Sociali per l'acquisizione del Diploma di Mediatore Comunitario Sistemico. In concreto costituisce l'applicazione del modello sistemico alla soluzione pragmatica dei problemi nell'area del sociale, nell'ambito della scuola, nell'incontro tra persone di culture diverse.
Rivolto a: Persone in possesso di Laurea in Giurisprudenza, Lettere, Medicina, Pedagogia, Psicologia, Scienze dell'educazione, Sociologia, o in possesso di Laurea breve, Assistenti Sociali, Educatori e Insegnanti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario

Torino
CORSO FRANCIA, 98, Torino, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Scienze dell'educazione
Operatori sociali

Programma

Corso di mediazione comunitaria e sociale sistemica

Corso di Specializzazione per Operatori Sociali per l'acquisizione del Diploma di Mediatore Comunitario Sistemico. In concreto costituisce l'applicazione del modello sistemico alla soluzione pragmatica dei problemi nell'area del sociale, nell'ambito della scuola, nell'incontro tra persone di culture diverse.

La mediazione sistemica

E' un processo interattivo finalizzato al raggiungimento degli accordi nelle situazioni di conflitto che s'instaurano in differenti contesti: familiare, comunitario, istituzionale e sociale.

Colloca nel Paradigma Sistemico-Relazionale la sua cornice teorica di riferimento.

Al suo interno è possibile distinguere:

- La Mediazione familiare di separazione e divorzio

- La Mediazione nei conflitti familiari

- La Mediazione sociale e comunitaria (scolastica, penale e nei macrosistemi).

La metodologia della Mediazione Sistemica si ispira ad alcuni principi teorici di base:

- La consapevolezza dell'inevitabilità del conflitto nelle relazioni umane e la conseguente necessità di valorizzarne gli aspetti costruttivi ed evolutivi, al fine di favorire la crescita armonica dei sistemi e dei loro singoli membri.

- L'importanza di ampliare il campo di osservazione a tutti i sistemi coinvolti nella dinamica del conflitto.

- L'esigenza di circoscrivere gli obiettivi dell'intervento di Mediazione al raggiungimento degli accordi, rispettando la complessità degli eventi storici e degli intrecci relazionali.

La Mediazione Comunitaria e Sociale

La Mediazione Comunitaria e Sociale è un percorso di aiuto alle persone intrappolate in conflitti che si sviluppano nell'ambito familiare, scolastico, giudiziario e nel mondo del lavoro, nel quartiere, nel condominio, nelle istituzioni sanitarie e d'accoglienza.

Essa si pone come obiettivo il raggiungimento di un accordo di reciproco interesse tra le parti, favorendo la riapertura dei canali di comunicazione interrotti dalla logica contrappositiva.

Obiettivi dei Corsi di Mediazione Sistemica.

L'apprendimento teorico-pratico del modello sistemico-relazionale costituisce la base dei vari percorsi formativi, al termine dei quali il Mediatore sistemico dovrà essere in grado di:

- Effettuare una lettura sistemica ed articolata del contesto in cui si è manifestato il conflitto.

- Individuare ed attivare le risorse esistenti in modo da potenziare le capacità autoriflessive e creative del sistema e dei suoi singoli membri.

- Favorire la riorganizzazione strutturale del sistema, ricercando le strategie più idonee per gestire il conflitto e valorizzarne gli aspetti evolutivi.

- Favorire il raggiungimento degli accordi tra le parti in conflitto.

Metodologia

I moduli didattici sono strutturati in momenti di approfondimento teorico ed esperienze di apprendimento in gruppo delle principali tecniche di negoziazione e di ricomposizione del conflitto.

Viene sollecitato il confronto con i principali modelli, italiani e stranieri, di Mediazione, guidando gradualmente l'allievo nelle varie fasi del percorso di Mediazione dall'analisi del contesto fino al raggiungimento degli accordi.

A tal fine possono essere utilizzate videoregistrazioni di sedute di Mediazione, condotte dai didatti e possono essere effettuate esercitazioni di osservazione e di lettura delle varie fasi del processo.

Nel gruppo di apprendimento vengono utilizzate metodiche specifiche dell'approccio sistemico, come la simulata, il role-playing e disegno, l'osservazione di video-tapes e l'utilizzo dello specchio unidirezionale, l'esplorazione della storia familiare dell'allievo in formazione, attraverso l'uso del genogramma, del genogramma fotografico, del metalogo e di altre tecniche narrative, verbali e non verbali.

E' previsto un percorso di Supervisione e possono essere organizzate esperienze di tirocinio.

I Seminari di studio, tenuti da esperti nazionali ed internazionali sui più recenti orientamenti nell'ambito della Mediazione, integrano il biennio formativo, offrendo agli allievi l'opportunità di approfondire le tematiche più rilevanti svolte durante i Corsi e di confrontare le caratteristiche e le specificità del modello appreso con approcci e stili d'intervento diversi dai propri.

L'A.I.M.S. organizza, ogni due anni, un Congresso Nazionale al fine di promuovere un aggiornamento costante sulla ricerca condotta nel campo degli interventi di Mediazione.

Struttura dei corsi

I corsi sono biennali, con un impegno formativo di 240 ore complessive, suddivise in:

training specifico (160 ore)

giornate seminariali e congresso biennale organizzato dall'A.I.M.S. (80 ore).

Numero massimo dei partecipanti: 15.

Sono consentite assenze fino ad un massimo del 20% degli incontri di training specifico.

Al termine del biennio verrà rilasciato dall'Istituto di Formazione un attestato di partecipazione al corso di Formazione in Mediazione Familiare Sistemica o Comunitaria e Sociale, riconosciuto dall'A.I.M.S.

Per il Corso di Mediazione Comunitaria e Sociale il programma di Supervisione verrà concordato con i didatti.

Al termine della supervisione, previo il superamento della prova di esame finale e una discussione sui casi di mediazione seguiti in supervisione alla presenza di una commissione dell'A.I.M.S. a carattere nazionale, verrà rilasciato un diploma che attesta la qualifica di MEDIATORE COMUNITARIO E SOCIALE e che consente l'iscrizione all'A.I.M.S. come socio ordinario.

Per accedere ai Corsi il candidato dovrà presentare un curriculum personale e sostenere un colloquio valutativo.

Programmi

1° anno


-Fondamenti del modello sistemico

-Teorie della comunicazione umana

-Psicologia dello sviluppo e delle relazioni umane con storia

-Psicologia sociale

-IIl conflitto: dinamiche psicologiche e relazionali

2° anno

-Analisi dei contesti conflittuali e definizione delle regole e del contratto di mediazione comunitaria e sociale

-Relazioni umane e dinamiche di gruppo

-Modelli organizzativi e tecniche di assessment delle organizzazioni

-Le fasi della mediazione comunitaria e sociale

-Metodologia e tecniche dell'intervento di Mediazione Sociale e Comunitaria

-Legislazione e organizzazione istituzionale

-Tecniche di conduzione dei gruppi

-Storia, teorie e modelli della mediazione comunitaria e sociale

-Aspetti etici e deontologici della Mediazione Sociale e Comunitaria

Destinatari del corso

Persone in possesso di Laurea in Giurisprudenza, Lettere, Medicina, Pedagogia, Psicologia, Scienze dell'educazione, Sociologia, o in possesso di Laurea breve, Assistenti Sociali, Educatori e Insegnanti.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto