Corso di Pianoforte

Tool Cube Studio di Registrazione
A Roma

120 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 1 ora di lezione
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il corso è rivolto sia a coloro che si avvicinano per la prima volta allo studio dello strumento, sia a coloro che vogliono perfezionarsi. Le lezioni sono individuali da 60 minuti e si svolgono una volta a settimana. Il programma è personalizzato in base alle esigenze, formazione ed aspettative dell'allievo.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
Via Duccio di Buoninsegna, 55, 00142, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Tecnica dell'improvvisazione
Armonia
Lettura a prima vista

Professori

Daniele Furlan
Daniele Furlan
Insegnante di Pianoforte

Programma

Lo studio del pianoforte moderno o delle tastiere in generale offre un approccio allo strumento che, diversamente da quello classico trova invece applicazioni immediate in più contesti e generi musicali contemporanei (pop, rock, blues, etc..). Ciò va fatto senza dimenticare le basi che in ogni caso sono in comune con il mondo classico, almeno inizialmente, per poi svincolarsene. Lo studio tecnico va affrontato di pari passo allo studio di un’ armonia funzionale applicata cioè al “fare” musica, per cui oltre a essere in grado di leggere uno spartito sarà necessario quanto prima incoraggiare l’improvvisazione. Un percorso formativo di questo genere, fornisce le basi e gli strumenti necessari sia per suonare individualmente, che per affrontare quello che viene riconosciuto come il vero scopo della musica: il suonare “insieme”.

Le tastiere sono ottimali per immettersi in una band grazie alle loro capacità multi timbriche infatti, nella maggior parte dei casi, questo ruolo può influenzare in maniera determinante il sound complessivo, diventando cruciale.

Si scopriranno quindi nuove possibilità di esecuzione spesso legate alla fisica di alcune sonorità (wurli, organo, synth, pad, etc..), le tecniche di lavoro e di organizzazione della tastiera (split, layer, modificazione/manipolazione dei parametri), l’ascolto e l’analisi di brani di riferimento. L’utilizzo di arranger rende inoltre lo studio dello strumento più stimolante permettendo un approccio per molti aspetti di tipo “compositivo”.

Ulteriori informazioni

Iscrizioni aperte per il nuovo anno accademico della Scuola di Musica. Vi aspettano tantissime novità. AFFRETTATEVI!!!

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto