Corso di preparazione alla Qualifica di Assistente Familiare

Assistente Familiare (Badante) Ricon. Reg. Lazio

Percorsi S.a.s.
A Roma

2.100 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Roma
  • 300 ore di lezione
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Questo corso si propone la finalità di formare operatori che lavorare nell’ambito dell’assistenza a domicilio a carattere privato, prendendosi cura di persone non autosufficienti, anziane, disabili o con patologie invalidanti. La formazione, inoltre, può rappresentare un punto di partenza per inserirsi nel settore dei servizi socio-assistenziali.

Il corso si svolgerà a Roma, con una durata totale di 300 ore di lezione al termine delle quali si realizzerà il tirocinio formativo. I partecipanti saranno sottoposti a una verifica sull’apprendimento per il rilascio dell’Attestato di Qualifica riconosciuto dalla Regione Lazio, dalla valenza nazionale.

Il programma mira a fornire ai partecipanti delle competenze di carattere pratico-operativo che appartengono a 5 aree di riferimento: competenze comunicativo relazionali, competenze assistenziali e dell’ambito dei servizi sociali, competenze nell’ambito della cura e accompagnamento dell’assistito, competenze dell’ambito dell’alimentazione, competenze gestionali e in ambito di sicurezza.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
via Luigi Tosti 35 a/b, 00179, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Licenza di Scuola Media Inferiore (scuola dell’obbligo); maggiore età; per i cittadini extracomunitari è necessario essere in regola con le norme vigenti in materia di immigrazione, un titolo di studio equivalente e una sufficiente conoscenza della lingua italiana

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Comunicazione
Abilità relazionali
Gerstione degli ambienti
Preparazione cibi
Somministrazione cibi
Cura e gestione degli ambienti

Professori

Restituta Cocchia
Restituta Cocchia
Psicologa Psicodiagnosta e Psicoterapeuta

La Sapienza Laurea Psicologia “Indirizzo Clinico e di Comunità; CNR (Roma) – (Area: Psicologia Generale) Reparto Sistemi Neurali e Vita Artificiale ;Ospedale Cristo Re – Roma Psicosomatica e Profilassi al Parto Attestato “Scuola di Formazione”; Policlinico Universitario Agostino Gemelli Istituto Terapeutico Romano, Roma Specializzazione quadriennale post-universitaria in Psicoterapia indirizzo Psicoterapia di Gruppo, Psicodiagnosi, Giochi di Psicodramma

Programma

ASSISTENTE FAMILIARE (Badante)

Colloquio Motivazionale

Numero massimo di partecipanti: 17

Numero minimo di partecipanti: 5

Il Corso

Il Corso di Assistente Familiare ha l’obiettivo di creare una figura professionale, un operatore, con caratteristiche pratico-operative che si prende cura della persona non autosufficiente, sia essa anziana, disabile o portatrice di patologie invalidanti, anche a sostegno dei familiari, contribuendo a sostenere e promuoverne l’autonomia e il benessere psicofisico in funzione dei bisogni e del suo contesto di riferimento.

Quando viene delegato da un familiare, l’assistente può svolgere anche quelle prestazioni che competono al familiare, come somministrare farmaci prescritti dal medico, piccole medicazioni, gestione di soldi per conto dell’anziano e simili.
L’assistente familiare svolge le sue prestazioni nella casa della persona accudita, a ore o in regime di convivenza.

È un profilo con compiti esecutivi, il cui obiettivo consiste nel migliorare la qualità della vita e il clima relazionale nell’ambiente in cui vivono i pazienti.

Relazionarsi dinamicamente con l’assistito e con la famiglia assumendo atteggiamenti coerenti con i principi di etica professionale. Orientarsi nel contesto sociale ed istituzionale, in relazione all’assistenza privata domiciliare. Capacità di fornire cura ed assistenza nel rispetto dei bisogni e della condizione psicofisica dell’assistito. Assistere la persona nella preparazione e nell’assunzione dei cibi. Curare l’igiene degli ambienti adottando comportamenti atti a prevenire la trasmissione di malattie e gli incidenti domestici. Normativa antinfortunistica e di sicurezza sul lavoro.

Programma del Corso:

L’assistente familiare può svolgere:

  • lavoro alle dipendenze di famiglie con anziani, disabili, malati temporanei o cronici, persone che sono, anche temporaneamente, impedite nello svolgimento nelle attività quotidiane di gestione della casa e della persona;
  • lavoro autonomo o contratto di collaborazione domestica alle dipendenze di una o più famiglie, in regime di convivenza o per prestazioni orarie.

Nello specifico l’assistente familiare opera nelle seguenti aree di attività:

1. area della comunicazione e della relazione;

2. area dei servizi sociali e di assistenza;

3. area della cura e dell’accompagnamento della persona;

4. area dell’alimentazione;

5. area della gestione degli ambienti e della sicurezza.

Competenze

N. ore

Comunicazione e relazione

36

Servizi sociali e assistenza

25

Cura e accompagnamento della persona

36

Alimentazione

35

Gestione degli ambienti e sicurezza sul lavoro

40

Stage / Tirocinio Formativo

Incontri di Supervisione Tirocinio Formativo 8

120

TOTALE

300

Competenze tecnico-professionali

L’assistente familiare è in grado di:

  • sapersi orientare nel contesto sociale, sanitario, culturale e ricreativo di appartenenza dell’utente e della famiglia, in relazione ai bisogni espressi
  • effettuare acquisti, disbrigo di altre pratiche burocratiche
  • applicare correttamente le pratiche per l’alzata
  • applicare correttamente le tecniche per supportare il movimento e la deambulazione di utenti di diverso grado di inabilità
  • applicare le tecniche per l’assunzione di posture corrette
  • realizzare semplici pratiche di mobilizzazione e mantenimento delle capacità motorie
  • applicare le procedure tecniche di prevenzione dei rischi professionali
  • supportare l’utente nelle pratiche di igiene personale e nell’abbigliamento
  • osservare le specifiche dietologiche di base per l’alimentazione degli anziani e quelle collegate alle loro principali patologie
  • applicare le tecniche per supportare l’utente nell’assunzione dei cibi sulla base dei diversi gradi di autosufficienza
  • supportare il personale sanitario nell’applicazione dei presidi finalizzati all’alimentazione per via enterale
  • utilizzare modalità, materiali e strumenti per una corretta sanificazione e sanitizzazione degli ambienti
  • utilizzare modalità, materiali e strumenti per una corretta disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione di eventuali strumenti e presidi sanitari presenti a domicilio

L’assistente familiare è in grado di:

  • relazionarsi costantemente ai fini di sviluppare l’autonomia, superare resistenze, rassicurare, ottenere collaborazione
  • utilizzare strategie di comunicazione differenziate in rapporto al destinatario (utente, famiglia e figure di riferimento), al messaggio, allo scopo della comunicazione
  • decodificare correttamente i messaggi verbali e non verbali, riconoscendone il contenuto comunicativo
  • ascoltare
  • riconoscere e valutare, nei diversi contesti, gli effetti delle strategie di comunicazione sia personali sia adottate dagli altri.

Sulla base degli obiettivi del progetto, è stata individuata una metodologia didattica centrata su alcune scelte fondamentali:

1) Alternanza tra momenti di apprendimento teorico (lezioni in aula), a momenti di apprendimento tecnico pratico (esercitazioni in laboratorio) e momenti di sperimentazione diretta in contesti operativi aziendali (stage aziendale);

2) Gestione interattiva del gruppo classe che, anche organizzativamente, offra anticipazioni di clima lavorativo;

3) Utilizzo di docenti provenienti prevalentemente dall’Azienda del settore.

Frequenza:

Sono ammessi alla prova di verifica finale soltanto coloro che hanno frequentato almeno l’80% delle ore di lezioni previste dal Corso.

Verifica Finale

Al termine del corso si procederà alla verifica dell’apprendimento sia della parte pratica che della parte teorica attraverso prove distinte, al superamento delle quali verrà rilasciato un Attestato di Qualifica di 1° Livello Riconosciuto su tutto il territorio nazionale.

Attestato: viene rilasciata una Qualifica di Primo Livello Riconosciuta dalla Regione Lazio (valido su tutto il territorio nazionale art. 14 della L. 845 del 21 Dicembre 1978) e dalla Comunità Europea. Questa Qualifica dà la possibilità di iscriversi presso i registri comunali degli Assistenti Familiari.