Corso di Qualifica per Mediatore Interculturale 2017

Centro Studi Sociali "don Silvio De Annuntiis"
A Pineto

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Qualifica professionale
Inizio Pineto
Ore di lezione 450 ore di lezione
Durata Flessible
Inizio lezioni Flessible
stage in azienda
  • Qualifica professionale
  • Pineto
  • 450 ore di lezione
  • Durata:
    Flessible
  • Inizio lezioni:
    Flessible
  • stage in azienda
Descrizione

Il mediatore interculturale è un operatore sociale qualificato che svolge un'attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:
- nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche;
- nella promozione sul territorio della cultura di accoglienza e dell'integrazione socio-economica;
- nella conoscenza e nella pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia, in particolare nell'accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati.
Il Mediatore interculturale collabora con organismi ed istituzioni, pubblici e privati, nel processo di adeguamento delle prestazioni offerte all'utenza immigrata ed opera in tutte le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse, al fine di dissipare i malintesi o i potenziali conflitti dovuti ad un diverso sistema di codici e valori culturali.Il Mediatore interculturale è solitamente un immigrato o comunque una persona che, per esperienze di migrazione o di prolungata residenza all'estero, conosce i codici linguistici e culturali della popolazione migrante di riferimento.

Informazioni importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Flessible
Pineto
Via Tagliamento, 64020, Teramo, Italia
Visualizza mappa
Inizio Flessible
Luogo
Pineto
Via Tagliamento, 64020, Teramo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Le competenze principali in uscita dal percorso formativo del mediatore culturale possono essere così sintetizzate: - assicura e permette una corretta comunicazione e una reciproca comprensione tra operatori dei servizi (servizio sociale, personale medico, insegnanti, ecc.) e utenti stranieri; - si occupa dell’accoglienza dell’utente straniero; - orienta l’utente straniero e lo informa sugli altri servizi esistenti sul territorio; - accompagna l’utente straniero presso altri servizi del territorio; - si occupa della traduzione di documenti e materiali informativi; - collabora alla redazione di materiale informativo, curandone gli aspetti di specificità culturale delle etnie minoritarie; - effettua un’attività di interpretariato culturale (fornisce consulenza sui presupposti culturali e gli stereotipi delle due culture); - chiarisce all’utente straniero i ruoli e le competenze relativamente al personale operante nella struttura/servizio; - dà suggerimenti al servizio per la programmazione delle proprie attività in base alle specifiche esigenze dell’utenza straniera.

· Requisiti

- Età minima 18 anni; - Diploma di scuola superiore o livello culturale equivalente; - Buona conoscenza di una lingua a scelta: inglese, francese, spagnolo, altra lingua di un Paese extracomunitario; - Buona conoscenza della lingua italiana (per chi non abbia tale conoscenza, è possibile accedere al Corso dopo un percorso di apprendimento della lingua italiana) Per i cittadini stranieri: - possesso del permesso di soggiorno o carta di soggiorno e residenza in Abruzzo.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Mediatore culturale
Mediatore interculturale
Comunicazione verbale e non verbale
Relazioni istituzionali
Intermediazione culturale
Intermediazione con enti pubblici
Tecniche di formazione
Orientamento ai servizi;
Legislazione scolastica;
Psicologia sociale e di comunità;

Professori

Squadra Docente
Squadra Docente
Direttore

Programma

Area Tecnico Professionale

Ruolo del Mediatore culturale;

Tecniche di animazione interculturale;

Tecniche di insegnamento della lingua italiana agli stranieri;

Modalità e tecniche dell’accoglienza;

Tecniche per la gestione dei conflitti;

Orientamento ai servizi;

Tecniche di comunicazione sociale;

Metodologia del lavoro di rete;

Programmazione e progettazione degli interventi;

Monitoraggio e valutazione del lavoro sociale;

Tecniche e metodi per l’analisi dei bisogni;

Elementi di etica professionale.

Area Istituzionale E Legislativa

Diritto pubblico e costituzionale;

Politiche e legislazione sociale nazionale e regionale;

Diritto amministrativo e degli enti locali;

Ordinamento sanitario nazionale;

Elementi di diritto del lavoro;

Organizzazione dei servizi sociali e sanitari;

Legislazione scolastica;

Normativa nazionale e regionale sull’immigrazione.

Area Linguistica

Lingua inglese; II° lingua straniera (di uno dei Paesi di provenienza degli immigrati extracomunitari)

Area Socio – Psico – Pedagogica

Psicologia sociale e di comunità;

Psicologia relazionale;

Il lavoro sociale;

Antropologia culturale;

Pedagogia e didattica dell’intercultura;

Elementi di progettazione didattica;

Sociologia delle religioni;

Disagi socio-culturali.

Area Socio Sanitaria

Educazione alla salute;

Tecniche di pronto soccorso;

Assistenza sanitaria agli stranieri in Italia.

Area Statistica E Informatica

Statistica di base;

Elementi di metodologia della ricerca sociale;

Elementi di informatica;

Tecniche della comunicazione multimediale.

Stage

Numero di ore stage previste dalla DGR Abruzzo n. 353 del 13.07.2009

Ulteriori informazioni

 

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto