Corso di scrittura creativa "Scrivere un racconto che piacerebbe al New Yorker"

Istituto Quinta Dimensione
A Roma

190 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Roma
  • 2 ore di lezione
  • Durata:
    8 Settimane
Descrizione

Dire New Yorker non significa soltanto pensare a John Cheever, Raymond Carver, Richard Yates, John Updike e a tanti altri maestri della short story che sulle pagine di quella prestigiosa rivista hanno pubblicato (e in molti casi esordito). Significa anche e soprattutto intendere uno stile compositivo ben preciso che si può riassumere nella massima: "In un racconto breve togliere è meglio che aggiungere". Ma che cos'è davvero un racconto? E quali evoluzioni ha subito nel corso dei secoli? E che differenze ci sono tra racconto e romanzo? Con l'aiuto delle pagine dei maestri, un percorso all'interno di una modalità che resta una delle misure classiche della letteratura.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
via Crescenzio 99/d, 00193, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il corso è finalizzato all’acquisizione teorica degli strumenti necessari per comporre una short story e alla stesura pratica di un elaborato da parte di ciascun allievo.

Cosa impari in questo corso?

Composizione short story
Stesura pratica di un elaborato

Professori

Luca Ricci
Luca Ricci
Scrittore

Luca Ricci è nato a Pisa nel 1974 e vive a Roma. Ha scritto Il piede nel letto (Alacran 2005, Premio Cocito Montà d’Alba), L’amore e altre forme d’odio (Einaudi 2006, Premio Chiara), La persecuzione del rigorista (Einaudi 2008), Come scrivere un best seller in 57 giorni (Laterza 2009), Mabel dice sì (Einaudi 2012), Ferragosto addio! (Quanti Einaudi 2013), Fantasmi dell’aldiquà (La scuola di Pitagora 2014). Andrea Cortellessa nell’antologia La terra della prosa (L’Orma editore 2014) lo ha definito “il più consumato virtuoso della tecnica del racconto in Italia”.

Programma

Dire New Yorker non significa soltanto pensare a John Cheever, Raymond Carver, Richard Yates, John Updike e a tanti altri maestri della short story che sulle pagine di quella prestigiosa rivista hanno pubblicato (e in molti casi esordito). Significa anche e soprattutto intendere uno stile compositivo ben preciso che si può riassumere nella massima: "In un racconto breve togliere è meglio che aggiungere". Ma che cos'è davvero un racconto? E quali evoluzioni ha subito nel corso dei secoli? E che differenze ci sono tra racconto e romanzo? Con l'aiuto delle pagine dei maestri, un percorso all'interno di una modalità che resta una delle misure classiche della letteratura.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto