La Dimensione Relazionale del Dolore

Itff - Istituto di Terapia Familiare di Firenze
A Firenze

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Firenze
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Firenze
VIA MASACCIO, 175, Firenze, Italia
Visualizza mappa

Programma

“Il luogo del dolore non è l’anima individuale, dove si soffre da soli e in silenzio, ma quel filo invisibile che lega l’individuo alla famiglia, al mondo e alla storia.

Il dolore isola e connette al tempo stesso, comunque costringe a comunicare, modificando la dinamica e l’organizzazione intrinseca del contesto relazionale in cui si struttura.

Dove c’è dolore, sia nella forma del silenzio e del rifiuto, che in quella della parola e dell’apertura, c’è relazione e domanda di senso”.

G.R.

Durante la prima parte del seminario verranno esposte alcune linee guida per la costruzione della relazione di aiuto nel contesto sanitario, secondo un approccio sistemico integrato, che tenga conto delle interrelazioni esistenti tra l’esperienza di malattia vissuta dal paziente, le dinamiche relazionali che si strutturano nel suo sistema familiare e lo stile di funzionamento adottato dall’equipe curante.

Verrà presentato in particolare un modello di intervento che, coerentemente con i principi teorici della mediazione e del counselling ad orientamento sistemico-relazionale, si propone di affrontare in maniera creativa i conflitti che si sviluppano durante le diverse fasi del processo di cura tra il paziente, i suoi familiari e gli operatori sanitari.

Nella seconda parte, dedicata alla discussione di situazioni cliniche, attraverso l’uso di filmati e videoregistrazioni, verrà dato particolare spazio all’analisi delle risonanze emotive dei professionisti della relazione di aiuto che entrano in contatto con l’esperienza del dolore e della perdita.

Breve curriculum del relatore.

Giuseppe Ruggiero è psichiatra e psicoterapeuta.

Già Direttore per un decennio dell’Istituto di Terapia Familiare di Napoli, dal 2003 dirige l’Istituto di Medicina e Psicologia Sistemica di Napoli (IMePS), sede della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Sistemico-Relazionale.

E’ Socio Ordinario Didatta e Tesoriere della SITF; Socio Ordinario Didatta della SIPPR; Socio EFTA; Socio Ordinario Didatta e Membro del Consiglio Direttivo dell’AIMS; Socio Fondatore e Segretario del CNCP; Membro della Sezione Campana della SIPO (Società Italiana di Psicooncologia); Docente invitato presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma. Conduce inoltre con continuità seminari di studio presso diverse Scuole di Psicoterapia nazionali.

È autore di diverse pubblicazioni scientifiche, tra cui si segnalano per il seminario:

1) Ruggiero G., “ Tutto il dolore che non riuscimmo a dire: storie di famiglie che si ammalano di cancro, dal volume a cura di Cigoli V. e Mariotti M., “Il medico, la famiglia e la comunità”, Franco Angeli, Milano, 2002.

2) Ruggiero G., “Memorie di Famiglia: psicodinamica delle relazioni familiari nella sindrome di Alzheimer”, dal volume di Pellegrino F., “La malattia di Alzheimer: comunicare la diagnosi”, Percorsi Editoriali di Carocci, Roma, 2001.

3) Ruggiero G., “Crisi e conflitti di famiglia. Il medico come mediatore sistemico”, dal volume di Pellegrino F., “Gestire la crisi emotiva. Una guida pratica per il medico di famiglia”, Mediserve, Napoli, 2004.

4) Ruggiero G., “Gli universi del soma. La malattia oncologica come narrazione familiare”, dal volume di Mariotti M., Bossoli F., Frison R. “Manuale di psicoterapia sistemica e relazionale”, Edizioni Sapere, Padova, 2004.

5) Ruggiero G.: “Il counselling in ambito sanitario”, in corso di stampa.

6) Ruggiero G. : “Quella giusta tensione tra gli opposti: come si diventa mediatore” , in Mediazione Familiare Sistemica n. 2 , 2004 (Rivista dell’AIMS)

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto