Discipline della Ricerca Psicologico-Sociale (Progetto Nettuno)

Università degli Studi di Milano Bicocca
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laurea
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Concorrere a progettare e implementare processi di innovazione organizzativa, con particolare riguardo ai processi di comunicazione e interazione sociale mediati dalle tecnologie della comunicazione.
Rivolto a: Chi desidere acquisire un'adeguata conoscenza delle discipline psicologiche.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
P.zza dell'Ateneo Nuovo 1, 20126, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di Scuola media superiore

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

DISCIPLINE DELLA RICERCA PSICOLOGICO-SOCIALE (PROGETTO NETTUNO)

OPZIONE DIDATTICA DELLA FORMAZIONE A DISTANZA

Il corso di laurea è realizzato in collaborazione con il Consorzio Nettuno. Al progetto hanno partecipato cinque Atenei consorziati con Nettuno (Torino, Milano Bicocca, Trieste, Padova, e Roma “La Sapienza”).
La formula della didattica prevede l’integrazione di cinque momenti:
· la lezione televisiva: espone e tratta i contenuti previsti dal modulo;
· l’interazione via rete: accoglie materiale di supporto di vario: esercitazioni, illustrazioni, esempi, ecc.;
· gli incontri con i tutor: i tutor possono ricevere gli studenti anche nel polo tecnologico di Ateneo ed hanno il compito sia di esperti (per colmare eventuali lacune e incomprensioni), sia di counselor (per favorire l’integrazione dei contenuti dei vari moduli e lo sviluppo, da parte degli allievi, di un progetto di apprendimento maturo);
· gli esami in sede;
· il tirocinio.

OBIETTIVI

I laureati in discipline della ricerca psicologico – sociale devono:
· possedere un'adeguata conoscenza delle discipline psicologiche di base ed essere dotati di adeguata padronanza degli strumenti metodologici e tecnici della ricerca e dell'intervento psicologico sociale;
· possedere una padronanza delle basi conoscitive, dei metodi e delle tecniche proprie dello studio dell'ambiente e del contesto e delle diverse forme di intervento nelle organizzazioni;
· possedere le competenze per costruire questionari e strumenti per la rilevazione di comportamenti, atteggiamenti e intenzioni
comportamentali e per condurre interviste di diversi tipi;
· possedere adeguate competenze per la comunicazione e la gestione delle informazioni, in particolare attraverso tecnologie informatiche e telematiche;
· essere in grado di codificare ed analizzare i dati raccolti applicando strategie di analisi statistica univariata e multivariata, nonché di redigere relazioni preliminari sui risultati ottenuti;
· essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta ed orale, almeno una lingua dell'Unione europea, oltre l'italiano, specialmente nell'ambito delle problematiche psicologico sociali riguardanti il lavoro, la gestione delle risorse umane e l'intervento nelle organizzazioni e nelle istituzioni.

AMBITI OCCUPAZIONALI

Gli sbocchi professionali prevedibili per i laureati in Discipline della ricerca psicologico-sociale si riferiscono prevalentemente ai seguenti ambiti:
· impiego presso le direzioni Risorse umane di Enti pubblici e aziende private;
· impiego o collaborazione negli istituti che conducono ricerche sui consumi, sulla pubblicità e sulle opinioni;
· impiego o collaborazione nelle società e negli Enti pubblici e privati e nelle cooperative che operano nel privato sociale, per le attività di ricerca, di consulenza, di formazione e di sviluppo organizzativo;
· attività di promozione e sviluppo degli interventi di comunità;

CONTENUTI

Il Corso di laurea in discipline della ricerca psicologico – sociale mira a far acquisire le seguenti capacità professionali:
· capacità di lavorare a contatto con altre professionalità;
· capacità di concorrere con altre figure professionali alla progettazione, realizzazione e valutazione di progetti di intervento nelle organizzazioni pubbliche e private, nelle istituzioni sociali e nella comunità;
· capacità di raccogliere, mediante tecniche qualitative e/o quantitative, dati relativi alle pratiche di costruzione e di circolazione delle competenze, dati relativi alle culture organizzative e agli atteggiamenti verso aspetti del funzionamento organizzativo;
· capacità di concorrere a progettare e implementare processi di innovazione organizzativa, con particolare riguardo ai processi di comunicazione e interazione sociale mediati dalle tecnologie della comunicazione.

TIROCINIO

Il tirocinio prevede due possibilità complementari: tirocinio interno (esperienze di tutoraggio verso i nuovi studenti, somministrazioni di strumenti in contesti esterni, analisi di casi, comunque esperienze legate e direttamente connesse all’offerta formativa (e di cui sono direttamente responsabili e supervisori i docenti del corso di Laurea) e tirocinio esterno (periodi di stage e formazione presso strutture esterne (con supervisione di psicologi iscritti all’Albo o docenti del corso di laurea), anche in collegamento con lo svolgimento della tesi di laurea).

PROVA FINALE

Alla prova finale vengono assegnati 6 CFU, corrispondenti ad un carico di lavoro di 150 ore complessive.
L'argomento dell'elaborato della prova finale può consistere nella analisi di un tema specifico oggetto di ricerca bibliografica, oppure in un lavoro empirico di raccolta ed elaborazione dati. Esso può anche riguardare discipline non psicologiche, purchè presenti nel Corso di laurea.
Gli studenti che abbiano maturato almeno 120 CFU, possono richiedere l'ammissione alla prova finale e l'attribuzione del relatore, nei periodi indicati dalla Facoltà all' inizio di ogni anno accademico.