Discipline Etno-Antropologiche

Università degli Studi di Roma La Sapienza
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
  • Quando:
    Da definire
  • Crediti:
Descrizione

Gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea Magistrale in Discipline Etno-Antropologiche fanno riferimento a vari ambiti di intervento professionale: i servizi pubblici e sociali; i servizi sanitari in un quadro di pluralismo culturale e di pluralismo terapeutico; le istituzioni educative, i servizi di formazione delle risorse umane, con particolare riferimento ai processi di integrazione e di mediazione culturale, in un quadro di interculturalità; le istituzioni museali e di ricerca che operano nel campo dei beni culturali; la cooperazione internazionale allo sviluppo; le pubbliche amministrazioni e le istituzioni sia pubbliche che private; nonché, infine, l'area dell'analisi, prevenzione e soluzione dei conflitti in cui sia richiesta una competenza di mediazione interculturale. Il percorso formativo del corso di laurea magistrale prevede: • attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze di alto livello nei vari campi dell'antropologia culturale, dell'etnologia e della demologia, della storia e dell'analisi dei processi di mutamento dei sistemi culturali, socioeconomici e politici, connettendo i vari saperi specialistici all'interno di un sistema coerente di conoscenze teoriche; • attività dedicate all'acquisizione di conoscenze avanzate nei campi della teoria etnoantropologica e sociologica, nonché dei metodi e delle tecniche propri delle discipline demoetnoantropologiche nel loro complesso; • una quota di attività dedicate all'acquisizione di conoscenze adeguate nel campo delle scienze sociali e umane, nonché in quelle economico-statistiche e giuridico - politologiche; alla modellizzazione e all'analisi comparata di fenomeni sociali e culturali; • una quota di attività formative finalizzate all'acquisizione di conoscenze avanzate alla predisposizione e conduzione di progetti nei campi: 1. della comunicazione interculturale e della ricerca sociale, socio-educativa e socio-sanitaria in contesti di pluralismo culturale nei...

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Roma
Piazzale Aldo Moro, 5, 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

autonomia di giudizio: 1. nella valutazione degli aspetti qualitativi e quantitativi dei fenomeni e dei processi sociali e culturali, nonché di mutamento sociale e culturale; 2. nella correlazione di tali fenomeni e processi dal livello dei microcontesti delle comunità locali e dei gruppi, al livello dei macrocontesti areali, nazionali, macroregionali e internazionali; 3. nelle decisioni in merito ai parametri culturali da adottare nell'identificazione, formulazione, progettazione, gestione, monitoraggio e valutazione di programmi di ricerca e di intervento nei contesti menzionati...

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Servizi
Gestione
Cooperazione internazionale
Ricerca sociale
Scienze sociali
Beni culturali
Comunicazione interculturale
Prevenzione
Mediazione culturale
Antropologia

Programma

Gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea Magistrale in Discipline Etno-Antropologiche fanno riferimento a vari ambiti di intervento professionale: i servizi pubblici e sociali; i servizi sanitari in un quadro di pluralismo culturale e di pluralismo terapeutico; le istituzioni educative, i servizi di formazione delle risorse umane, con particolare riferimento ai processi di integrazione e di mediazione culturale, in un quadro di interculturalità; le istituzioni museali e di ricerca che operano nel campo dei beni culturali; la cooperazione internazionale allo sviluppo; le pubbliche amministrazioni e le istituzioni sia pubbliche che private; nonché, infine, l'area dell'analisi, prevenzione e soluzione dei conflitti in cui sia richiesta una competenza di mediazione interculturale.
Il percorso formativo del corso di laurea magistrale prevede:
• attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze di alto livello nei vari campi dell'antropologia culturale, dell'etnologia e della demologia, della storia e dell'analisi dei processi di mutamento dei sistemi culturali, socioeconomici e politici, connettendo i vari saperi specialistici all'interno di un sistema coerente di conoscenze teoriche;
• attività dedicate all'acquisizione di conoscenze avanzate nei campi della teoria etnoantropologica e sociologica, nonché dei metodi e delle tecniche propri delle discipline demoetnoantropologiche nel loro complesso;
• una quota di attività dedicate all'acquisizione di conoscenze adeguate nel campo delle scienze sociali e umane, nonché in quelle economico-statistiche e giuridico - politologiche; alla modellizzazione e all'analisi comparata di fenomeni sociali e culturali;
• una quota di attività formative finalizzate all'acquisizione di conoscenze avanzate alla predisposizione e conduzione di progetti nei campi: 1. della comunicazione interculturale e della ricerca sociale, socio-educativa e socio-sanitaria in contesti di pluralismo culturale nei servizi pubblici, nella scuola e nella produzione; 2. della cooperazione internazionale allo sviluppo; 3. dell'analisi e gestione di processi di governance e governamentalità in istituzioni e nelle pubbliche amministrazioni; 4. della salvaguardia e valorizzazione dei patrimoni culturali, soprattutto i beni demo-etno-antropologici materiali ed immateriali;
•soggiorni di ricerca sul terreno, nonché soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali, finalizzati alla produzione della tesi di laurea magistrale. I crediti di tali soggiorni ed attività vengono acquisiti con il superamento della prova finale.
• Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
Gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea magistrale in discipline etno-antropologiche sono tarati sulle profonde trasformazioni sociali, economiche e culturali che caratterizzano le società nel mondo contemporaneo. Questi grandi processi di cambiamento:
• modificano strutture e comportamenti familiari, produttivi e politici;
• determinano nuovi rapporti nel mercato del lavoro, nuove forme di convivenza civile e crescenti flussi di mobilità e di forme migratorie;
• influenzano profondamente le tradizionali visioni del mondo e le costellazioni di idee relative ai piani religioso e simbolico;
• pongono nuovi problemi di comprensione e gestione sul piano delle relazioni sociali, economico-produttive e della formazione delle risorse umane;
• creano nuove necessità di gestione dei processi di governance e governamentalità, nonché dei servizi pubblici, sociali e sanitari;
• determinano nuove e più adeguate esigenze di recupero, salvaguardia e valorizzazione di patrimoni culturali;
• impongono una sempre più qualificata cooperazione internazionale e nuove professionalità per adeguarla alla crescente capacità delle comunità locali di gestire i propri processi di sviluppo.
A queste esigenze, il corso di laurea magistrale in discipline etno-antropologiche risponde attraverso un piano di formazione specialistica di professionalità espressamente addestrate dal punto di vista teorico e della pratica sia della ricerca che della gestione di operazioni e programmi. Esso compone in un progetto formativo unitario le competenze necessarie per l'analisi e la comprensione di fenomeni sociali che richiedono una elevata competenza teorica e metodologica nelle discipline etno-antropologiche e nelle discipline storico-sociali indispensabili per affrontare lo studio dei fenomeni che investono la trasformazione culturale della società e la gestione dei processi socio-culturali. L'integrazione tra il metodo etnografico, le altre metodiche dell'analisi culturale e della ricerca sociale, e le conoscenze acquisite nei diversi campi delle scienze storico-sociali mira a formare un laureato magistrale con una preparazione ad ampio raggio, in grado di adattarsi con la necessaria flessibilità alle richieste del mercato del lavoro. Lo studente ha la possibilità di scegliere tra diversi percorsi di approfondimento: 1. le tematiche scientifiche e gestionali nei servizi sociali, sanitari, educativi, di formazione delle risorse umane in un quadro di interculturalità; 2. le tematiche scientifiche e gestionali dei processi politico-istituzionali e burocratici di governance e governamentalità nella società e, in particolare, nelle pubbliche amministrazioni; 3. le tematiche scientifiche e gestionali dei patrimoni culturali; 4. le tematiche scientifiche e gestionali dei processi di sviluppo nel quadro della cooperazione internazionale. In questi quattro percorsi l'accento è comunque posto sulle opportunità offerte sia dal metodo etnografico per la comprensione e l'interpretazione dei comportamenti sociali, delle rappresentazioni collettive, dei contenuti semantici e simbolici dei prodotti umani, sia dalle altre metodiche dell'analisi culturale e della ricerca sociale per la gestione di programmi di ricerca e operativi e per una elevata padronanza dei metodi, dei mezzi e dei sistemi di comunicazione. In conclusione, il percorso formativo prevede dodici (12) prove d'esame secondo il seguente schema:

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto