Disegno Industriale

Università degli Studi di Roma La Sapienza
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

L'acquisizione degli elementi culturali, metodologici, scientifici e tecnico-strumentali che sono alla base della cultura del progetto costituisce obiettivo fondamentale per la formazione del laureato in Disegno Industriale. Gli insegnamenti teorici, le esercitazioni progettuali, il tirocinio e il complesso delle attività formative previste nel triennio sono finalizzate alla formazione di una figura tecnico-professionale in grado di affrontare ad una scala di media complessità tematiche differenti. In particolare: - svolgere le attività tecnico-progettuali che conducono alla definizione di un artefatto, dall'inquadramento del contesto di riferimento (opportunità, vincoli, priorità, compatibilità ambientale nel ciclo di vita), alla elaborazione del concept, allo sviluppo progettuale, all'ingegnerizzazione, alla produzione; - svolgere attività tecnico-progettuali relative alla grafica e alla comunicazione visiva multimediale, sviluppando proposte di comunicazione (grafica di prodotti editoriali e d'immagine coordinata, o grafica per packaging, o immagini di sintesi e animazione, o interfacce iconiche per reti informatiche) controllando linguaggi, strumenti e tecnologie, incluse le attività tecnico-progettuali nel campo dell’exhibit e del public design, sviluppando proposte di base di allestimenti (per mostre, fiere, spettacoli, eventi culturali) e di design degli spazi pubblici. Al fine di raggiungere la preparazione necessaria al conseguimento del titolo finale relativo al Corso di Laurea in Disegno Industriale, oltre ad una buona cultura di base di carattere generale, è necessaria l'acquisizione di una serie di conoscenze specifiche previste dal percorso formativo in ambiti disciplinari diversi: nell'area scientifica; nell'area tecnologica; nell'area umanistica; nell'area della rappresentazione e della comunicazione multimediale; nell'area delle scienze economiche e sociali. L'acquisizione dell'insieme di tali conoscenze e competenze è...

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
Piazzale Aldo Moro, 5, 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Il titolo finale di primo livello è conferito a studenti che abbiano la capacità di acquisire ed elaborare informazioni e dati relativi alla progettazione industriale, nei suoi diversi contesti socio-culturali e tecnologici. Questi sono spesso di tipo predittivo, legati cioè alla visione di tendenze socio-comportamentali, nonché alla recepimento delle più innovative soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato.
Particolare attenzione nella formazione fornita dal Corso di Laurea è riservata proprio a potenziare le capacità dello studente di cogliere in anticipo le...

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Tecnico
Disegno
Produzione
Strumenti
Eventi culturali
Comunicazione visiva
Reti informatiche
Reti
Scienze economiche
Packaging
Immagine

Programma

L’acquisizione degli elementi culturali, metodologici, scientifici e tecnico-strumentali che sono alla base della cultura del progetto costituisce l’obiettivo fondamentale per la formazione del laureato in Disegno Industriale.
Gli insegnamenti teorici, le esercitazioni progettuali, il tirocinio e il complesso delle attività formative previste nel triennio, sono finalizzate alla formazione di una figura tecnico-professionale in grado di affrontare a una scala di media complessità tematiche differenti. In particolare:
- svolgere le attività tecnico-progettuali che conducono alla definizione di un artefatto, dall’inquadramento nel contesto di riferimento (possibilità, vincoli, priorità, compatibilità ambientale nel ciclo di vita), alla redazione del concept, allo sviluppo progettuale, all’ingegnerizzazione, alla produzione;
- svolgere attività tecnico-progettuali relative alla grafica e alla comunicazione visiva multimediale, sviluppando proposte di comunicazione (grafica di prodotti editoriali e d’immagine coordinata, grafica per packaging, immagini di sintesi e animazione, interfacce iconiche per reti informatiche) controllando linguaggi, strumenti e tecnologie;
- svolgere attività tecnico-progettuali nel campo dell’interior, exhibit e del public design, sviluppando proposte di allestimenti (per mostre, fiere, spettacoli, eventi culturali) e di design degli spazi pubblici, avendo la capacità di tradurre gli elementi di analisi nella elaborazione di soluzioni innovative, coerenti con le diverse modalità di fruizione contemporanea;
- svolgere attività tecnico-progettuali di base relative al fashion design, sviluppando proposte di abiti ed accessori con padronanza di linguaggio e controllo delle tecnologie di produzione.
In quest’ultimo ambito è possibile - per gli studenti interessati che abbiano determinati requisiti - richiedere di seguire in aggiunta al normale percorso di studi un “Percorso di Eccellenza” organizzato dal Corso di Laurea, così come previsto dal Regolamento di Ateneo. Questo è strutturato in stretta relazione con il “sistema moda” presente a Roma e nella Regione Lazio, in particolare è condotto avvalendosi della collaborazione di enti ed istituzioni pubbliche e private che concorrono a determinare il significato culturale di primo piano ed un peso economico rilevante che tale comparto ricopre a livello nazionale ed internazionale.
Al fine di raggiungere la preparazione necessaria al conseguimento del titolo finale relativo al Corso di Laurea in Disegno Industriale, oltre ad una buona cultura di base iniziale, è necessaria l’acquisizione di una serie di conoscenze specifiche previste dal percorso formativo in ambiti disciplinari diversi: nell’area scientifica; nell’area tecnologica; nell’area umanistica; nell’area della rappresentazione e della comunicazione multimediale; nell’area delle scienze economiche e sociali.
È indispensabile inoltre nel corso del triennio l’acquisizione di una solida preparazione nell’ambito delle discipline di progetto strettamente correlata alle conoscenze teoriche, al fine di essere in grado di operare come tecnico del progetto con competenza e consapevolezza nella complessità della società contemporanea.
La connotazione progettuale della laurea triennale in Disegno Industriale è focalizzata, rispetto al percorso successivo delle Lauree Magistrali, prevalentemente sugli aspetti di controllo tecnico-esecutivo del progetto, sulla preparazione di una figura di laureato che sappia relazionarsi in modo propositivo e competente con i principali attori del processo progettuale e produttivo.
Il percorso formativo è articolato in modo che lo studente:
- alla fine del PRIMO ANNO conosca e comprenda i concetti di base dell’analisi matematica; le caratteristiche prestazionali dei materiali e le principali tecnologie di lavorazione; i metodi di rappresentazione bidimensionali tradizionali e informatici al fine di comunicare un’idea progettuale sia in via sintetica che in forma tecnica; i principali movimenti dell’arte contemporanea partendo dall’impressionismo; i principi basilari del marketing imprenditoriale e di fattibilità economica dei progetti. Inoltre, deve essersi cimentato - negli Atelier - con l’analisi e la progettazione di artefatti semplici, con l’allestimento di spazi minimi e deve essere in grado di applicare i principi di base della progettazione grafica.
- alla fine del SECONDO ANNO conosca e comprenda i principi del funzionamento cinematico, statico e meccanico di oggetti e strutture spaziali semplici; la storia delle arti applicate e del design; le potenzialità prestazionali dei nuovi materiali e delle tecnologie più avanzate anche in riferimento alla loro compatibilità ambientale; gli strumenti di rappresentazione dello spazio tridimensionale virtuale. Inoltre, deve essersi cimentato - negli Atelier - con la progettazione di artefatti e di spazi di media complessità funzionale, morfologica e tecnologica; con la progettazione grafica e multimediale integrando la conoscenza del segno con la sua manipolazione semantica e con la sua declinazione nei diversi media; con i principi base di progettazione del fashion design.
- alla fine del TERZO ANNO conosca e comprenda in modo approfondito gli aspetti tecnologici e ambentali relativi alla produzione degli artefatti; sia in grado di ideare concept originali in relazione alle tematiche proposte e si sia cimentato nella progettazione complessa nell’ambito del Laboratorio di Sintesi.
Lo studente deve inoltre acquisire 12 CFU sostenendo uno o più esami a propria scelta o tra quelli offerti dal Corso di Laurea di Disegno Industriale, o presenti all’interno della Facoltà di Architettura o nell’Ateneo.
Inoltre, in base ai propri interessi, lo studente è guidato dalla docenza alla scelta del tirocinio (da effettuarsi obbligatoriamente per un minimo di 250 ore presso aziende, studi professionali qualificati, centri di ricerca italiani o stranieri) e delle attività di approfondimento conclusive degli studi, che devono essere presentate nel corso della prova finale di laurea.
Prima del suo svolgimento lo studente deve aver superato la prova di verifica di conoscenza della lingua inglese.
Per la definizione della percentuale delle ore/CFU da destinare all’attiva di studio individuale si rimanda al Regolamento Didattico del corso di studio.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto