Dry Needling

PhisioVit
A Roma e Milano
Sconto iscrizione anticipata

1.500 
+IVA
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Descrizione

Le tecniche miofasciali sono sempre più numerose e in forte espansione: alcune di loro sono altamente specialistiche, richiedono pertanto una formazione specifica e ben definita per il loro apprendimento. Il Dry Needling è una di queste: nato per rispondere all'esigenza di cura dei disturbi muscoloscheletrici, si tratta di una tecnica di trattamento utilizzata dai fisioterapisti in molti paesi del mondo fin dagli anni '80 . Il concetto di Dry Needling deriva direttamente da Karel Lewit, il quale dimostrò una diminuzione del dolore diretta in quasi il 90% dei pazienti nel distretto trattato con l'ago, egli chiamò questo fenomeno needle effect (effetto ago) per differenziarlo dall'effetto ottenuto per iniezione di farmaci. Come racconta il suo allievo diretto Giancarlo Russo, oggi famoso fisioterapista italiano, Karel si accingeva a compiere un'infiltrazione di anestetico ad un paziente ma la sua infermiera gliene passò una che conteneva soluzione fisiologica; il paziente migliorò all'istante così da offrire immediatamente a Karel Lewit la considerazione che fosse stato l'ago ad avere avuto effetto e non il liquido.

Informazioni importanti

Earlybird: Il costo del corso, in promozione Early Booking -10%, è scontato ad €1350 più Iva 22% per chi si iscrive entro e non oltre 30 giorni prima l'inizio del corso. BLOCCA ADESSO il costo scontato di questo evento versando solo €150!

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
20 ottobre 2017
Milano
Viale Certosa 108, Milano, Italia
Visualizza mappa
26 maggio 2017
Roma
Viale Eroi di Cefalonia, 301, 00128, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

• Conoscere le caratteristiche cliniche della sindrome del dolore miofasciale e dei Trigger Points • Conoscere le controindicazioni, i rischi e le complicazioni generali delle diverse tecniche di Dry Needling • Conoscere i diversi modelli di dolore muscoloscheletrico e le loro caratteristiche semeiologiche • Conoscere i meccanismi fisiologici e neurofisiologici del trattamento con Dry Needling • Imparare a identificare i Trigger Points miofasciali nei pazienti • Applicare le conoscenze teoriche nei casi pratici • Possedere le abilità manuali necessarie per l'applicazione delle tecniche di Dry Needling nella pratica clinica quotidiana • Possedere le capacità di ragionamento clinico necessarie per l'applicazione della tecnica di Dry Needling • Possedere la conoscenza della sua applicazione a muscoli specifici per migliorare specifiche situazioni cliniche di ciascun paziente

· A chi è diretto?

Geriatria, Medicina dello sport, Medicina generale (Medici di famiglia), Ortopedia e traumatologia, Medico chirurgo - Privo di specializzazione, Reumatologia, Fisioterapista, Podologo, Terapista della neuro e psicomot. dell'eta ev., Terapista occupazionale, Chiropratica/o, Dottore in Scienze Motorie, Osteopata, Studentessa/e universitaria

· Requisiti

Laurea o studenti dei corsi di laurea delle categorie destinatarie del corso

· Titolo

Dry Needling

· Differenze tra Agopuntura Tradizionale Cinese (ATC) e Dry Needling (DN)

A dispetto di un'apparente somiglianza con l'agopuntura, le due tecniche sono completamente differenti: l'agopuntura è basata sul concetto teorico che i meccanismi del corpo umano sono regolati da un'energia vitale che scorre nel corpo attraverso canali chiamati meridiani. L'agopunturista ricerca nei meridiani variazioni anomale di energia e tratta per mezzo di aghi dei punti specifici mirando a normalizzare il flusso di energia. La tecnica prevede l'inserimento di un ago attraverso la cute, ago che successivamente viene lasciato agire senza che venga manipolato dall'operatore. La tecnica di Dry Needling invece è basata su un concetto teorico differente e deriva classicamente da tre tipi di modelli: • Il modello di sensibilizzazione centrale segmentale • Il modello radicolare • Il modello Trigger Point (TrP)

· Scopi terapeutici della tecnica

Il fine terapeutico è quello di alleviare le disfunzioni sensoriali, motorie e del sistema nervoso autonomo conseguenti alla presenza dei Trigger Points miofasciali. I Trigger Points sono punti di massimo accorciamento all'interno di una banda tesa (taut band) di un muscolo che causano dolore proiettato in territori anatomici lontani dall'origine e senza corrispondenza dermatomerica. La tecnica prevede le stimolazione dei Trigger Points situati all'interno della banda tesa del muscolo manipolando un ago sterile con manovre specifiche al fine di distruggere la placca neuromotrice e stimolare il recettore muscolare così da abbattere immediatamente il dolore del paziente producendo un effetto istantaneo di rilassamento muscolare con un aumento dell'elasticità del muscolo interessato. La caratteristica di essere una tecnica locale che raggiunge direttamente i Trigger Points, la rende una delle tecniche più efficaci nel trattamento dei disturbi muscoloscheletrici del paziente legati al dolore o alla perdita di mobilità.

· Il corso: struttura e didattica

Il percorso didattico, articolato in tre moduli di tre giorni ciuascuno per sessanta ore totali, introduce ai principi terapeutici del Dry Needling che viene presentato come una tecnica integrata nel trattamento riabilitativo e nel ragionamento clinico. Questo progetto formativo permetterà ai discenti di conoscere e padroneggiare questa metodica, di praticarla e di avere le conoscenze cliniche necessarie per applicarla quotidianamente.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Neurofisiologia
Dry Needling
Palpazione muscolare
Tecniche miofasciali
massaggio
Estetica
Agopuntura
Fisioterapia
Terapia manuale
Riabilitazione

Professori

Elisa Randelli
Elisa Randelli
Dottoressa

Enrico Luzzitelli
Enrico Luzzitelli
Dottore

Mattia Boccio
Mattia Boccio
Dottore

Programma

1° modulo: Principi generali del Dry Needling e tecniche per l'Arto Superiore

1° Giorno:

16.00 - 18.00: Tecniche di valutazione e trattamento dei Trigger Points

• Diagnosi dei Trigger Points

• Tecniche di Dry Needling (superficiali e profonde)

• Neurofisiologia del Trigger Point

• Sensibilizzazione centrale e periferica nelle situazioni di dolore

18.00 - 18.30: Pausa Caffè

18.30 - 19.30: Tecniche manuali e strumentali

19.30 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Infraspinato

• Piccolo Rotondo

2° Giorno:

09.00 - 11.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Grande Rotondo

• Gran Dorsale

• Sovraspinato

• Deltoide

11.00 - 11.30: Pausa Caffè

11.30 - 14.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Grande e Piccolo Romboide

• Grande e Piccolo Pettorale

• Bicipite brachiale

• Coracobrachiale

14.00 - 15.00: Pausa Pranzo

15.00 - 18.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Brachiale

• Tricipite e Anconeo

18.30 - 19.00: Pausa Caffè

19.00 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Brachioradiale e Supinatore

3° Giorno:

09.00 - 11.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Pronatore rotondo

• Estensori del polso e delle dita

11.00 - 11.30: Pausa Caffè

11.30 - 13.45: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Flessori del polso e delle dita

• Muscoli della mano

13.45 - 14.00: Revisione, tavola rotonda, dibattito finale e chiusura del primo modulo

2° modulo: Tecniche per l'Arto inferiore, per la Colonna Vertebrale e per l'Addome

1° Giorno:

16.00 - 17.00: Domande e risposte relative al primo modulo e alla pratica sul campo

• Principi di valutazione muscolare

• Movimento fisiologico e movimento accessorio

17.00 - 18.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Ischiocrurali

• Quadricipite

18.00 - 18.30: Pausa Caffè

18.30 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Grande Gluteo

2° Giorno:

09.00 - 10.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Medio Gluteo

• Piccolo Gluteo

10.30 - 11.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Adduttori

11.30 - 12.00: Pausa Caffè

12.00 - 14.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Sartorio e Tensore della Fascia Lata

• Gastrocnemio

• Soleo

14.00 - 15.00: Pausa Pranzo

15.00 - 18.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Peronei

• Tibiale Anteriore

• Muscolatura del piede

• Estensori delle dita del piede

18.00 - 18.30: Pausa Caffè

18.30 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Muscolatura del piede

• Flessori delle dita

• Quadrato dei lombi

3° Giorno:

09.00 - 11.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Ileocostale e Lunghissimo

• Multifido

11.00 - 11.30: Pausa Caffè

11.30 - 13.45: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Addominali - Domande e risposte

13.45 - 14.00: Revisione, tavola rotonda, dibattito finale e chiusura del secondo modulo

3° modulo: Tecniche per la regione Cervicale e Facciale - Tecniche speciali di Dry Needling

1° Giorno:

16.00 - 17.00: Domande e risposte relative al secondo modulo e alla pratica sul campo

• Principi di valutazione muscolare

• Movimento fisiologico e movimento accessorio

17.00 - 18.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Trapezio

• Elevatore della Scapola

18.30 - 19.00: Pausa Caffè

19.00 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Spleni

• Semispinale della testa e del collo

2º Giorno:

09.00 - 11.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• SCOM

• Scaleni

11.00 - 11.30: Pausa Caffè

11.30 - 14.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Massetere

• Temporale

• Pterigoideo laterale e mediale

14.00 - 15.00: Pausa Pranzo

15.00 - 16.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Occipitofrontale

• Digastrico

• Orbicolari

16.30 - 18.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Sottoscapolare

• Popliteo e Plantare

18.30 - 19.00: Pausa Caffè

19.00 - 21.00: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Tibiale Posteriore

• Pettineo

3º Giorno:

09.00 - 11.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Piriforme

• Psoas Iliaco

11.30 - 12.00: Pausa Caffè

12.00 - 13.30: Caratteristiche cliniche

• Dimostrazione pratica della palpazione muscolare

• Identificazione della banda tesa (taut band) e Trigger Point

• Tecnica di Dry Needling e tecniche manuali complementari

• Dentato anteriore, posteriore e superiore

• Intercostali

13.30 - 14.00: Tavola rotonda finale, domande e risposte, esame e valutazione, consegna dei diplomi di fine corso

Successi del Centro

Ulteriori informazioni

Il costo del corso è di €1500 più Iva 22% ed include tre manuali e tre forniture, ciascuna per ognuno dei tre moduli, di aghi per Dry Needling con misure: 50mm X 0.32mm, 75mm X 0.32mm, 40mm X 0.25mm e 25mm X 0.25mm.

Modalità di pagamento:

- E' possibile saldare l'importo per intero tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal, oppure rateizzandolo in questo modo:
€150 all'atto dell'iscrizione in promozione Early Booking
€499 Iva inclusa entro dieci giorni dall'inizio del primo modulo
€499 Iva inclusa entro dieci giorni dall'inizio del secondo modulo
€499 Iva inclusa entro dieci giorni dall'inizio del terzo modulo