Economia del Territorio e del Turismo

Università Politecnica delle Marche
A Ancona

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Ancona
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Ancona
P.zza Roma 22, 60121, Ancona, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il CdL in Economia del Territorio e del Turismo si propone di fornire le qualificazioni professionali necessarie ad affrontare le sfide che la dimensione territoriale dello sviluppo implica.
In una prima parte del programma, viene fornita una preparazione di base nelle discipline economiche e aziendali, giuridiche, matematiche e statistiche. Questi insegnamenti, che sono comuni a tutti i corsi di laurea della facoltà di economia ed occupano il primo anno e mezzo del Corso di Laurea, mirano a dotare lo studente degli strumenti analitici e delle conoscenze teoriche fondamentali per gli approfondimenti successivi. A queste stesse finalità rispondono anche le attività didattiche e di laboratorio finalizzate all'apprendimento delle lingue e all'acquisizione di una buona pratica nell'utilizzo delle tecniche informatiche.
La seconda parte del Corso di Laurea è dedicata all'approfondimento delle materie necessarie alla formazione di una specializzazione nelle discipline applicate ai problemi territoriali ed a quelli turistici.
Nei corsi di diritto gli studenti apprendono le nozioni giuridiche fondamentali relative all'assetto normativo di base che regola le istituzioni regionali e locali, che regolano i loro rapporti con l'Unione Europea e l'Amministrazione centrale dello Stato, che riguardano le specificità del settore turistico. I corsi di sociologia forniscono la preparazione necessaria alla comprensione dell'interazione tra le istituzioni pubbliche e quelle private, formali o informali che agiscono nell'ambito dei sistemi locali e che influiscono sulla attrattività economica e turistica del territorio. Il corso di demografia si occupa delle dinamiche della popolazione e della relativa influenza sulle prospettive economiche. I corsi di economia sono dedicati all'approfondimento del funzionamento dei sistemi economici regionali e locali, all'influenza dello spazio sullo sviluppo, all'azione pubblica sul territorio delle specificità regionali e locali, alla promozione dello sviluppo economico, all'analisi del pensiero economico con particolare riferimento alle tematiche inerenti la dimensione spaziale ed il territorio, all'economia del turismo. A queste conoscenze vanno affiancate sia una buona conoscenza dei territori e degli organismi sociali ove, alle varie scale, si esplica il flusso turistico, sia la capacità di padroneggiare fonti, dati statistici e strumenti di analisi, per seguire e possibilmente anticipare le linee evolutive dei fenomeni turistici. E' indispensabile, infine, la conoscenza: a) delle tecniche e delle metodologie operative di gestione delle imprese; b) delle problematiche del marketing territoriale, di cui va controllata l'efficacia e il rendimento economico; c) del quadro normativo che regola l'attività delle imprese sia nei rapporti interni sia nei rapporti internazionali.
Dieci crediti sono infine lasciati alla scelta dello studente seguendo corsi a propria scelta, par-tecipando ad attività di laboratorio, preparando elaborati scritti, svolgendo esperienze di stage in Italia o all'estero, partecipando ad attività di tirocinio.

Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
Non vengono richieste conoscenze specifiche per l'accesso al Corso di Laurea in aggiunta al diploma di scuola media superiore.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste nella redazione di un rapporto di studio (tesi) relativo al progetto sviluppato in impresa, studi professionali o enti pubblici. Tale rapporto dovrà contenere sia una parte di inquadramento generale della problematica affrontata, sia un esame critico delle tecniche e dei modelli più adatti a istruire le stesse, sia la discussione e la valutazione delle soluzioni specifiche individuate per il caso oggetto di studio. Nella redazione del rapporto lo studente dovrà, pertanto dimostrare di avere acquisito sia la padronanza degli strumenti concettuali e analitici relativi all'argomento prescelto, sia la capacità di applicare tali strumenti ad una specifica realtà aziendale. La redazione del rapporto sarà seguita da un docente della Facoltà competente della materia e, eventualmente, da un referente per l'azienda, lo studio professionale o l'ente pubblico di riferimento. Il rapporto sarà presentato e discusso dal candidato in un'apposita sessione di laurea; la commissione di laurea sarà composta da docenti della Facoltà, dai responsabili dell'impresa, studio o ente in cui è stato effettuato il progetto di tesi e l'eventuale stage e da eventuali esperti esterni.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
Il Corso di Laurea in Economia del Territorio e del Turismo è rivolto alla formazione di laureati che aspirino ad operare in una vasta gamma di occupazioni inerenti allo sviluppo dei sistemi territoriali e che si basino sulla conoscenza dei meccanismi attraverso i quali si partecipa alla formazione delle politiche di sviluppo regionale e locale e si accede ai loro benefici.
Esse si collocano sia nel campo pubblico che in quello privato. In ambito pubblico la formazione del laureato in Economia del Territorio è fondamentale per l'impiego in tutte le istituzioni regionali e locali (Regioni, Province, Comuni, Comunità montane, Parchi naturali, Aziende ed Agenzie pubbliche, ecc.) e nelle sedi nazionali e dell'Unione Europea preposte alle politiche di sviluppo regionale. Essa è altrettanto importante nelle istituzioni pubbliche e private che operano nella progettazione e nella fornitura di servizi a sostegno dello sviluppo locale (Camere di Commercio, Enti Fiera, Agenzie dello sviluppo, Gruppi di Azione Locale, ecc.).
In ambito privato, la formazione del laureato in Economia del territorio è necessaria in tutte le istituzioni di categoria e di rappresen-tanza degli interessi (Associazioni d'impresa e cooperative, Sindacati, Organizzazioni di prodotto, Organizzazioni ambientalistiche, dei consumatori e degli utenti, ecc.), così come nella vasta gamma delle istituzioni non profit che forniscono al territorio e nel territorio servizi sociali, assistenziali, culturali. La formazione del laureato in Economia del Territorio e del Turismo è anche necessaria nelle imprese private che operano nei sistemi locali per quelle funzioni che ineriscono alla loro partecipazione alle scelte di politica dello sviluppo e alla fruizione delle politiche pubbliche.
Uno sbocco per il laureato in Economia del Territorio e del Turismo è infine nel lavoro autonomo o in agenzie private preposte alla fornitura di servizi di assistenza allo sviluppo locale in termini di progettazione, valutazione, monitoraggio, marketing d'area e di formazione a beneficio delle istituzioni pubbliche e private sopra richiamate. Le sue competenze sono anche preziose nella cooperazione internazionale allo sviluppo in particolare per quei ruoli che si svolgono sul territorio a diretto contatto con le istituzioni locali.
Per tutti gli sbocchi professionali su richiamati, il corso di laurea in Economia del Territorio e del Turismo prevede una specifica formazione di laureati con profili professionali adatti all'amministrazione e alla gestione delle imprese turistiche, degli enti pubblici con competenza sul settore, delle istituzioni e degli enti che organizzano manifestazioni a valenza turistica.

Lauree specialistiche alle quali sarà possibile l'iscrizione (senza debiti formativi)
19/S Lauree spec. in finanza
54/S Lauree spec. in pianificazione territoriale urbanistica e ambientale
55/S Lauree spec. in progettazione e gestione dei sistemi turistici
64/S Lauree spec. in scienze dell'economia
84/S Lauree spec. in scienze economico-aziendali

Attività di base
Aziendale

CFU 10
SECS-P/07: ECONOMIA AZIENDALE
Economico

CFU 10
SECS-P/12: STORIA ECONOMICA
Giuridico

CFU 8
IUS/01: DIRITTO PRIVATO
Statistico-matematico

CFU 5
SECS-S/01: STATISTICATotale CFU 33

Attività caratterizzanti
Economico

CFU 30
SECS-P/01: ECONOMIA POLITICASECS-P/02: POLITICA ECONOMICASECS-P/04: STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO
Giuridico

CFU 12
IUS/04: DIRITTO COMMERCIALEIUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVO
Statistico-matematico

CFU 15
SECS-S/01: STATISTICASECS-S/06: METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIETotale CFU 57

Attività affini o integrative
Aziendale

CFU 10
SECS-P/07: ECONOMIA AZIENDALESECS-P/08: ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Discipline economico-giuridiche

CFU 15
AGR/01: ECONOMIA ED ESTIMO RURALEM-GGR/02: GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Formazione interdisciplinare

CFU 5
ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONITotale CFU 30

Attività specifiche della sede
CFU 30
AGR/01: ECONOMIA ED ESTIMO RURALEIUS/07: DIRITTO DEL LAVOROL-ART/06: CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONESECS-P/01: ECONOMIA POLITICASECS-P/08: ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESESECS-S/03: STATISTICA ECONOMICASECS-S/04: DEMOGRAFIASPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVOROTotale CFU 30
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 10Per la prova finaleCFU 2
Prova finale
CFU 2
Lingua straniera
CFU 8Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 10
Ulteriori conoscenze linguistiche
CFU 10Totale CFU 30

Totale Crediti CFU Economia del Territorio e del Turismo 180
Docenti di riferimento

MORONI Marco

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale dell

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto