Educazione Elementare alla Musica e alla Danza Secondo L'Orff Schulwerk

Centro Didattico Musicale
A Roma

1.600 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 270 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: La finalità del corso è quella di formare degli operatori che dispongano non soltanto delle competenze specifiche necessarie alla realizzazione dei programmi di musica nella scuola dell'infanzia e primaria, ma che abbiano una preparazione complessiva alla professione di educatore alla musica, così da comprenderne l'aspetto psicopedagogico, relazionale, comunicazionale, progettuale.
Rivolto a: Musicisti, insegnanti di musica, musicoterapisti, insegnanti di scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado, animatori con una buona competenza musicale.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via delle Egadi, 42, 00141, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Altri crediti formativi, quali esperienze di formazione in campo psico-pedagogico e didattico-musicale così come pregresse esperienze lavorative nel settore, costituiscono titolo preferenziale per l’ammissione al corso.

Programma

Il referente principale alla base di questa proposta formativa è costituito dall’Orff-Schulwerk. Il corso é articolato tenendo conto delle linee guida riguardanti i percorsi strutturati di formazione elaborate dall'Orff-Schulwerk Forum di Salisburgo in occasione del Simposio 2006.
L'Orff-Schulwerk è un pensiero pedagogico-musicale in grado di rispondere all’esigenza di un apprendimento globale, significativo ed emotivamente partecipato, ma soprattutto in grado di favorire processi che coinvolgano l’intera persona, la sua immaginazione, sensibilità, corporeità.
Alla base di questa metodologia è l’integrazione di musica-danza-parola, il movimento come fondamento dell’apprendimento musicale, la costante associazione tra corpo, voce e suono. Si tratta di un approccio che privilegia la creatività, attraverso processi che vanno dal gioco alla libera esplorazione, all’improvvisazione strutturata, alla composizione.
Questa attenzione all’espressione e alla persona facilita lo sviluppo della motivazione, crea un clima di fiducia all’interno del quale sperimentare i propri linguaggi. Il fare musica insieme diventa così incontro con l’altro, condivisione, strumento di promozione della qualità della relazione nel gruppo.
È un’idea di educazione musicale che offre, inoltre, numerosissimi spunti interdisciplinari, tanto più significativi se il contesto di lavoro è costituito dalla scuola dell'infanzia e primaria.
In questa cornice “orffiana” – di per sé globalmente attivante sul piano percettivo, motorio, emotivo e relazionale – il corso integra un approccio ispirato alle più recenti ricerche in psicologia cognitiva della musica: la “Music Learning Theory” di Edwin Gordon. La teorizzazione del concetto di “pensiero musicale”, l’indagine sui processi di elaborazione mentale alla base dell’apprendimento, il passaggio naturale e logico dall’esperienza musicale vissuta ai vari gradi di acquisizione simbolica – la terminologia musicale e la notazione – fanno del sistema gordoniano uno strumento sistematico ed estremamente efficace per l’alfabetizzazione musicale.
L’analisi e l’elaborazione attraverso il role-playing dei meccanismi di comunicazione che caratterizzano la relazione – con i bambini, con l’insegnante di classe, con i genitori, tra colleghi – così come gli strumenti per pensare e organizzare efficacemente il proprio lavoro – il progetto, la strutturazione dell’itinerario didattico, la programmazione annuale – costituiscono per la loro importanza primaria sia materia di studio a sé stante, sia tematiche trasversali all’intero percorso di formazione.
L’orientamento psicopedagogico del corso contempla come punti nodali l’approccio umanistico di Carl Rogers, il modello di interazione educativa proposto da Thomas Gordon (“Insegnanti efficaci”), lo sviluppo di una consapevolezza degli aspetti psicodinamici dell’insegnamento / apprendimento.

Ulteriori informazioni

Stage: stage come da convenzione con L'università Tor Vergata di Roma
Alunni per classe: 25

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto